SOLISTI E ORCHESTRA / 2


Venerdì 28 luglio 2017, ore 20.45  -  Chiostro del Conservatorio:

SOLISTI CON L’ORCHESTRA/2

 

Marcello Cardone, basso tuba

Francesco Milone, sassofono

Francesca Villani, pianoforte

 

Orchestra del Conservatorio “Nino Rota”

diretta dal M° Donato Sivo

In programma musiche di Beethoven, Vaughan Williams e Tomasi

 

Il concerto di venerdì 28 luglio, secondo di tre appuntamenti consimili programmati da luglio ad ottobre, è una vetrina dei migliori talenti selezionati per essere solisti con l’orchestra: il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli persegue da anni la politica di dare la massima attenzione e visibilità ai  propri talenti emergenti rendendoli protagonisti e valorizzandoli attraverso l’arduo banco di prova dell’esibizione solistica con l’orchestra.

INGRESSO LIBERO

 

programma 28 luglio 2017 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

programma 28 luglio 2017 2

AYRE

Sabato 29 luglio 2017

Chiostro del Conservatorio, ore 21

THE SOUNDSCAPE EXPERIENCE/PERCORSI TRA LE MUSICHE D’OGGI #4

Ayre2 29 luglio copia

 

 

 

 

 

Una serata dedicata alla musica del XXI secolo. Musica che va oltre i confini, i muri e le barriere fisiche, mentali, culturali. Musica mediterranea, di un Mediterreaneo luogo di incontro e contaminazione di popoli e culture. Al centro del programma Ayre, composizione del 2004, di Osvaldo Golijov. La figura di Golijov è emblematica: nato in Argentina in una famiglia di origine ebraica emigrata dalla Romania, cresciuto ascoltando musica da camera, musica liturgica ebraica e musica klezmer, il nuevo tango di Piazzolla, si è spontaneamente formato alla contaminazione di influenze differenti e al sincretismo musicale. Ayre comprende un'originale e affascinante fusione di linguaggi e stili, con materiali che provengono dalla tradizione araba, ebraica sefarditica e anche dalla Sardegna: una sorta di inno alla convivenza pacifica. The Soundscape Experience Ensemble sarà guidato da Teresa Satalino.

Nella seconda parte del concerto saranno presentati in prima esecuzione i lavori di quattro compositori, tutti allievi dei corsi di Composizione dei maestri Federico Gardella e Riccardo Panfili, stimolati a misurarsi con lo stesso organico di Ayre: le musiche di Cosimo Ivan Cionfoli, Adriana De Serio, Stefano Giacovelli e Ivan Granata, eseguite sempre da The Soundscape Experience 'Ensemble, questa volta affidato al giovane direttore Stefano De Laurenzi.

 

 

Composto nel 2004 per una delle voci femminili più sorprendenti del panorama musicale contemporaneo, Dawn Upshaw, il ciclo Ayre dell’argentino Osvaldo Golijov (La Plata, 1960) è una composizione che apre emblematicamente la musica del Ventunesimo secolo. E che altrettanto emblematicamente apre i concerti del numero Zero del progetto The Soundscape Experience nato all’interno del Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli per riunire, sotto un’unica denominazione, ricognizioni e riflessioni su tanti percorsi musicali della contemporaneità. Un percorso compiuto– come spiegato nelle linee programmatiche del progetto anche sulla pagina facebook dedicata– abbattendo le frontiere tra musica scritta e improvvisata, tra le avanguardie “eurocolte”, le musiche di derivazione africano-americana, le esperienze che traggono linfa da una ricerca nelle radici popolari. Recensendo il disco pubblicato da Deutsche Grammophon, Alex Ross ha definito Ayre un lavoro che risponde al concetto di bello, pur essendo allo stesso tempo disorientante perché – come ha spiegato il critico newyorkese – questa musica è qualunque cosa la si intenda: pop, classica, ritual-folk di origini indeterminate. Una sorta di canzoniere popolare (Folk Songs, appunto) 2.0 con materiali di origine ebraica, araba, sarda e sefarditica che, non a caso, stimola inevitabili rimandi alle Folk songs di Berio (1964), anche per somiglianza d’organico (voce, flauto, clarinetto, viola, violoncello, arpa e percussioni in Berio). Si legga in tal senso la presenza nello stesso programma dei brani degli studenti delle classi di composizione dei docenti Federico Gardella e Riccardo Panfili del Conservatorio di Monopoli, brani scritti partendo dall’organico a disposizione. Nell’ensemble – osservazione non meno importante – sono confluiti, come bracci di un delta, musicisti di esperienze e formazione eterogenea, al servizio di un obiettivo comune: esperire ogni sorta di paesaggio musicale. (Fiorella Sassanelli)

 

 

PROGRAMMA

Prima parte

Stefano Giacovelli, Trio d’archi per violino, viola e violoncello

Cosimo Ivan Cionfoli Un mondo senza guerre – II Le diplomazie

 

Carlo Maria Clemente Monopolis surge(baritono, Alberto Comes)

 

Ivan Granata Shakespeare's Sonnet 29(soprano, Tiziana Portoghese)

 

Adriana De Serio Con ali di farfalla (soprano, Antonia Giove)

Stefano De Laurenzi , direttore

The Soundscape Experience Ensemble

 

 

Seconda parte

Osvaldo Golijov Ayre (2004) (prima esecuzione italiana)

 

Mananita de San Juan

Una Madre Comió Asado

Tancas serradas amuru

Luna

Nanni

Wa Habibi

Aiini Taqttiru

Kun Li-Guitari Wataran Ayyuha Al-Maa'

Yah, Anna Emtzacha

Ariadna en su Laberinto

 

 

Teresa Satalino, direttore

The Soundscape Experience Ensemble

Tiziana Portoghese, mezzosoprano
Serena Di Palma, flauto
Tommaso Ivone, clarinetto
Silvia La Grotta, violino
Marta Cacciatore, viola
Annalisa Dileo, violoncello
Angelo Cito, contrabbasso
Antonio Tunno, chitarra
Dahba Awalom, arpa
Camillo Maddonni e Giuseppe Ressa, percussioni

Regia del suono Francesco Abbrescia

 

Ayre Jpeg

 

 

INGRESSO LIBERO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SOLISTI E ORCHESTRA / 1

Venerdì 21 luglio 2017, nel Chiostro del Conservatorio alle ore 20.45 è in programma il

CONCERTO DEI SOLISTI E DELL'ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO  "NINO ROTA"

Gianpiero Grilli, Serena Dipalma, flauti

Sergio Severá Gonsálvez, pianoforte

Orchestra del Conservatorio “Nino Rota”

diretta dal M° Filippo Maria Bressan

 

in programma brani di Prokofiev, Doppler e Tschaikovskij

INGRESSO LIBERO

 

programma 21 luglio 2017uno

 

programma 21 luglio 2017due

VIOLONCELLI AL CINEMA

Giovedì 6 luglio

Chiostro del Conservatorio, ore 21

VIOLONCELLI AL CINEMA

cellaro-web

 


 

Kennet J. Alford da “Il ponte sul fiume Kwai” - Colonel Bogey March

 

John Williams Tribute – Star Wars, Harry Potter – Prologue, Harry Potter - Mr. Longbottom Flies, Jurassic Park - Theme From Jurassic Park, Indiana Jones - Raiders March, Star Wars - Main Title (Arr. Francesco Tanzi)

 

John Williams da Schindler’s list – (Tema conduttore) Violino: Claudio Mansueto

 

Joe Hisaishida Departures - Memory

 

Giorgio Mirto Hana Bi per Violoncello, Contrabbasso e Orchestra di Violoncelli Violoncello - Francesco Tanzi Contrabbasso - Angelo Cito Direttore - Giorgio Mirto

 

Armando Trovajoli da Rugantino “Roma nun fa la stupida stasera”

 

Tenore: Francesco De Robertis

 

Nino Rotada Il giornalino di Gianburrasca - Viva la Pappa col pomodoro

 

da Il Gattopardo - Valzer del commiato

 

da Romeo e Giulietta ATime for us

 

da Amarcord Mia malinconia

 

da Otto e mezzo – La passerella di “Otto e mezzo”

 

Mezzosoprano: Francesca Lanzolla

 

Astor Piazzollada Enrico IV - Oblivion

 

Elmer Bernstein I magnifici sette – (Tema conduttore)

 

Ennio MorriconeNuovo Cinema Paradiso - C'era una volta il West – Mission -

 

Il buono, il brutto, il cattivo Soprano: Lin Lin Wei

 


 

Cello Ensemble del Conservatorio

 

Nino Rota” di Monopoli

 

Violoncelli :

 

Marcello Forte, Luciano Tarantino, Fabio De Leonardis, Tiziana Di Giuseppe, Francesco Tanzi, Lilia Mastrangelo, Annalisa Di Leo, Alessandra Cacciotta
 
Contrabbasso: Davide Milano

Direttore :   Michele Cellaro

 

 

 

Il Cello Ensemble, realtà musicale nata da diversi anni per volontà del M° Marcello Forte in seno alle classi di Violoncello del Conservatorio di musica “Nino Rota” di Monopoli, vede protagonista il VIOLONCELLO, strumento versatile capace di infinite possibilità sonore, varietà timbriche e delicate sfumature melodiche.

Il repertorio vario e accattivante è costituito da musiche originali ed arrangiamenti di temi tratti dal repertorio classico-leggero che ben si prestano alle molteplici sonorità dello strumento.

L’aggiunta del Contrabbasso, completamento perfetto per tutte le formazioni orchestrali, consente all’ “insieme” di “adagiarsi” sui registri più gravi, conferendo al “Cello Ensemble” un suono assolutamente particolare e rendendo il programma variegato e brillante. In altre composizioni, invece, “entra in scena” la voce, conferendo al “Cello Ensemble” un “Suono” assolutamente particolare e rendendo il programma alquanto variegato. Il connubio tra Violoncelli, Contrabbasso e Voce, mirabile fusione di MUSICA e TEATRO, risulta straordinariamente stimolante così come il programma che, avvalendosi di un repertorio spesso BRILLANTE e VIRTUOSISTICO, riesce inevitabilmente a coinvolgere, incuriosire e a divertire il pubblico in sala.

 

INGRESSO LIBERO

 

PIANOFESTIVAL

PIANOFESTIVAL

RASSEGNA CONCERTISTICA DEI DIPLOMANDI IN PIANOFORTE

DEL CONSERVATORIO "N.ROTA" DI MONOPOLI

 

Mercoledì 5 luglio 2017

Salone del Conservatorio, ore 17.30

PIANOFESTIVAL I

 

Marino Cordasco laureando corso triennale di I livello

(classe della Prof.ssa Stefania Santangelo)

cordasco

J. Adams China Gates

F. Busoni Indianisches tagebuch

Allegretto affettuoso

Vivace

Andante

Maestoso ma andando

A. Schoenberg Drei Klavierstücke op.11

Mäßige

Mäßige

Bewegte

 

°°°°°°°°°°°°

Marco Montella diplomando vecchio ordinamento

(classe del M° Roberto Bollea)

montella

 

Glinka / Balakirev L’alouette

M. Mussorgsky Quadri di un’esposizione

Promenade - Gnomus – Promenade – Il vecchio castello

Promenade – Tuileries – Bydlo – Promenade

Balletto dei pulcini nei loro gusci – Samuel Goldenberg e Schmuyle

Promenade - Il mercato di Limoges – Catacombae

Con mortuis in Lingua morta - Baba Yaga – La grande porta di Kiev

 

 

 

 

Venerdì 7 luglio 2017

 

Salone del Conservatorio, ore 17.30

 

PIANOFESTIVAL II

 

Sara Mannarini diplomanda vecchio ordinamento

 

(classe del M° Stefano Scarcella)

mannarini

 

 

 

R. Schumann Carnaval op.9

 

Scènes mignonnes sur quatre notes

 

Préambule- Pierrot- Arlequin - Valse Noble - Eusebius - Florestan - Coquette – Réplique – Sphinxes – Papillons ASCH – SCHA (lettres dansantes) – Chiarine – Chopin – Estrella

 

Reconaissance - Pantalone et Colombine – Valse Allemande

 

Paganini – Aveu – Promenade – Pause

 

Marche des Davidsbündler contre les Philistins

 

 

 

°°°°°°°°°°°°

 

Angelo Palmisano diplomando vecchio ordinamento

 

(classe del M° Nunzio dello Iacovo)

 

palmisano

 

 

 

L. van Beethoven Sonata n°23 in fa min. op.57 “Appassionata”

 

Allegro assai

 

Andante con moto

 

Allegro ma non troppo – Presto

 

F. Schubert Fantasia in Do magg. D. 760 “Wanderer”

 

Allegro con fuoco ma non troppo

 

Adagio

 

Presto

 

Allegro

 

Venerdì 7 luglio 2017

 

Salone del Conservatorio, ore 20.15

 

PIANOFESTIVAL III

 

Gita Signorile laureanda II livello

 

(classe della Prof.ssa Stefania Santangelo)

 

signorileweb

 

 

 

E. Satie Trois valses distinguées du précieux dégouté

 

I Sa taille

 

II Son binocle

 

III Ses jambes

 

 

M. Ravel Valses nobles et sentimentales

 

Modéré, très franc

 

Assez lent, avec une expression intense

 

Modéré

 

Assez animé

 

Presque lent, dans un sentiment intime

 

Vif

 

Moins vite

 

Lent

 

°°°°°°°°°°°

 

Giambattista Chiatante laureando II livello

 

(classe del M° Roberto Bollea)

 

chiatante

 

 

 

L. van Beethoven Sonata n.31 in la bem. magg. Op.110

 

Moderato cantabile molto espressivo

 

Allegro molto

 

Adagio ma non troppo

 

Fuga – Allegro ma non troppo

 

 

F. Chopin Barcarola op.60

 

Due Notturni op.62

 

n.1 in si magg., n.2 in mi magg.

 

Berceuse op.57

 

Mazurche op.63

 

n.1 Vivace, n.2 Lento, n.3 Allegretto

 

Polonaise-Fantaisie op.61

 

 

 

Sabato 8 luglio 2017

 

Salone del Conservatorio, ore 18.30

 

PIANOFESTIVAL IV

 

Tre concerti per pianoforte e orchestra

 

pianisti Sara Mannarini, Angelo Palmisano, Marco Montella

 

 

 

W.A. Mozart Concerto in re min. K466

 

Allegro

 

Romanze

 

Rondò – Allegro assai

 

Sara Mannarini solista

 

M° Stefano Scarcella 2° pianoforte

 

 

F. Mendelssohn Concerto n°1 in sol min. op.25

 

Molto allegro e con fuoco

 

Andante

 

Presto

 

Angelo Palmisano solista

 

M° Nunzio Dello Iacovo 2° pianoforte

 

 

R. Schumann   Konzertstück op. 92: Introduzione ed Allegro appassionato in Sol magg.
Introduzione: Langsam
Allegro

 

Marco Montella solista

 

Giambattista Chiatante 2° pianoforte

 

INGRESSO LIBERO A TUTTI GLI APPUNTAMENTI

 

 

 

APOTEOSI ED EPIGONI DEL BELCANTO ITALIANO

Mercoledì 5 luglio

Chiostro del Conservatorio, ore 21

APOTEOSI ED EPIGONI DEL BELCANTO ITALIANO

un progetto a cura della Prof.ssa Maria Grazia Pani

 

 

Partecipano le classi di canto dei maestri:

Carmela Apollonio, Massimiliano Chiarolla, Maria Grazia Pani, Maria Pia Piscitelli

 

Maestri accompagnatori al pianoforte:

Nicola Basile, Onofrio Della Rosa, Raffaella Migailo

 

 

Guida all’ascolto a cura della prof.ssa Maria Grazia Pani

 

Il concerto sviluppa il tema del Belcanto Italiano nel suo momento di apoteosi, attraverso l’esecuzione di arie e duetti tratti da opere di Donizetti, Bellini e del primo Verdi.

Come ricorda Celletti nel suo testo cardine Storia del Belcanto i termini Belcanto e Belcantismo furono ignoti al Seicento e al Settecento. Si diffusero in Italia e all’estero tra il 1820 e il 1830, proprio mentre il melodramma belcantistico scompariva...Il termine belcanto fu allora usato in senso nostalgico.

Ma in verità, sin dai primi del ‘900 ci si riferiva al Belcanto considerando in un più ampio spettro anche il melodramma preromantico e romantico, in particolare di autori come Bellini e Donizetti.

Reynaldo Hahn nel suo volume Du chant, sull’arte del canto, scrive che il Belcanto richiedeva al suono una “varietà infinita” , ovvero la voce doveva essere in grado di essere modellata e modulata all’infinito all’interno dei colori del “prisma sonoro”.

Un viaggio a ritroso nel tempo e nello stile del Belcanto italiano che si avvicina al “cantar che nell’anima si sente” proprio dell’utopia belcantistica.

 

opera

 

Programma

 

W. A. Mozart Porgi amor da Le nozze di Figaro

Marcella Diviggiano, soprano

 

V. Bellini Sgombra è la sacra selva...Deh proteggimi da Norma

Francesca Lanzolla , mezzosoprano

 

G. Donizetti Come Paride vezzoso da Elisir d’amore

Roberto Calamo, baritono

 

G. Donizetti D'un cor che more reca il perdono da Maria Stuarda

Gabriella Sammarco, soprano

 

G. Donizetti Havvi un Dio che in sua clemenza da Maria di Rohan

Ilaria Calò, soprano

 

V.Bellini Dopo l'oscuro nembo da Adelson e Salvini

Marcella Diviggiano, soprano

 

G. Donizetti Al dolce guidami da Anna Bolena

Bambina Viscovo, soprano

 

L.Cherubini Medea...Solo un pianto da Medea

Francesca Lanzolla, mezzosoprano

 

G. Donizetti Regnava nel silenzio da Lucia di Lammermoor

Domenica Santoro, soprano

 

G. Verdi Non so le tetre immagini da Il Corsaro

Ilaria Calò, soprano

 

V. Bellini selezione da I Puritani

Ah! Per sempre io ti perdei

Roberto Calamo, baritono

 

Qui la voce...Vien diletto

Lin Lin Wei, soprano

 

Cinta di fiori

Alberto Comes, basso

 

Il rival salvar tu dei...Suoni la tromba

Alberto Comes, basso Hyumno Cho, baritono

 

 

INGRESSO LIBERO

 

 

 

 

INSIEME NEL CHIOSTRO

Insieme

nel chiostro

Rassegna delle musiche da camera

 

insieme 1

 

 

Non perdere mai un'occasione di suonare insieme con altri, in duo, in trio, ecc.. Ciò darà scorrevolezza e slancio al tuo modo di suonare.

Robert Schumann, da “Regole di vita musicale”

 

 

La musica da camera è un magnifico “gioco” di comunicazione e condivisione. La gioia di essere insieme, come alternativa o complemento alla splendida solitudine del solista. E’ un’utopia che si realizza, dove la varietà e la diversità individuale concorrono pienamente a ciò che è comune, di tutti. E’ una pratica impegnativa, che si fonda sull’ascolto, e richiede attenzione, rispetto e responsabilità reciproca, sviluppando e raffinando le qualità personali di strumentisti e cantanti. Questa forma di collaborazione esalta, in un collettivo, le qualità di ogni singolo. Fare musica con gli altri è disciplina e piacere al tempo stesso, cura di sé e dell’altro,

La rassegna, a cura del Gruppo dipartimentale delle discipline d’insieme, offre al pubblico una selezione degli ensemble curati, nel corso dell’anno accademico, dalle diverse classi di musica da camera.

 

 

Lunedì 3 luglio
Chiostro del Conservatorio ore 20.30

Squaring the Sax,

Squaring the Circles

Insieme 2

La musica costruisce mondi, realizza utopie e soluzioni impossibili: la “quadratura del cerchio”.
Al centro di questo programma dedicato alla musica degli ultimi decenni, le voci dei sassofoni, con cui si incrociano il flauto e il pianoforte, in un gioco vivo e affascinante di colori e di timbri.

Robert Muczynski (1929 / 2010) 

Sonata op. 29 per sax contralto e pianoforte

Robert Davidson (1965)

Squaring the circle per sax alto, sax baritono e pianoforte

Russell Peterson (1969)

Trio # 1 per flauto, sax alto e pianoforte 

              

Jun Nagao (1961)         

Paganini Lost per due sax e pianoforte

Alessandro Corvaglia, sax contralto

Andrea De Blasi, sax contralto e sax baritono

Giuseppe Settanni, sax contralto            

Gianpiero Grilli, flauto

Iacopo Rizzi, pianoforte

Erica Sette, pianoforte

 

 

Martedì 4 luglio
Chiostro del Conservatorio ore 20.30


Pour invoquer Pan,

dieu du vent d'été

 

insieme 3

Musiche come mappe sonore di un viaggio affascinante, sulle tracce del dio Pan: suoni dell’ora meridiana, preziosi e sensuali, terrestri o rarefatti.

 

Charles Koechlin (1867-1950)

Sonata per due flauti, Op.75 (1918/1920).

Assez lent, Allegretto (scherzando) Final: Allegro (assez vif)

Maurice Ravel (1875 -1937)

Cinq mélodies populaires grecques (1904/06)

I.Le réveil de la mariée (Ξύπνησε πετροπέρδικα)
II. Là-bas ver l'église (Κάτω στον Άγιο Σίδερο)
III.
Quel galant m'est comparable(Ποιος ασίκης σαν κ' εμένα) IV. Chanson des cueilleuses de lentisques (Ω ν' άντζελος είσαι, μάτια μου) V. Tout gai | Γιαρούμπι , έχεις γάμπα

Heitor Villa Lobos (1887-1959)

Chôros No.2 (1924) per flauto e clarinetto

 

Les Chansons de Bilitis (1900-1901)

per due flauti, due arpe e celesta

Musique de scène devant accompagner la récitation

de douze poèmes de Pierre Louÿs

I. Chant pastoral, II. Les Comparaisons, III. Les Contes, IV. Chanson V. La partie d'osselets, VI. Bilitis, VII. Le tombeau sans nom, VIII. Les courtisanes égyptienne, IX. L'eau pure du bassin, X. La danseuse aux crotales, XI. Le souvenir de Mnasidica XII. La pluie du matin

Jacques Ibert (1890-1962)

Entr’acte (1935) per flauto e arpa

Malcom Arnold (1921-2006)
Sonatina Op.29 (1951) per clarinetto e pianoforte

Ian Clarke (1964)

Maya (2000) per due flauti e arpa

Gabriella Sammarco, soprano

Serena Dipalma, Giampiero Grilli, flauto

Tommaso Ivone, Caterina Santoro, clarinetto

Alice Lapenna, Denise Spinosa, arpa

Sara Mannarini, Elizaveta Zinevych, pianoforte

Benny Gambino, celesta

Marie Lacôte, voce recitante

 

 

Immagine: Vaslav Nijinskij, in “Prélude à l'après-midi d'un faune, balletto sulla musica di Debussy (1912).

 

Concerti dei diplomandi in organo

Nell'ambito della rassegna organistica "FIORI MUSICALI", in programma due concerti affidati a studenti diplomandi in organo:

Locandina allievi fiori

CASTELLO DI SUONI

 

 

 

locandina castello

 

 

 

 

22 GIUGNO ore 18,30

R. MUCZYNSKI Sonata op. 29 per Sax Alto e pianoforte

Sax Andrea De Blasi

Pf Iacopo Rizzi

 

A. KACHATURIAN Trio Violino- Clarinetto e Pianoforte

I Andante con dolore, con molta espressione- II Allegro-III Moderato

Vl Grazia Vinci

Cl Tommaso Ivone

Pf Eliza Zinevych

 

G. SCHWERTBERGER “Cuatro Piezas para dos” per Chitarra e Pianoforte

Chit Nicola Spinelli

Pf Alisia Leone

 

R. DAVIDSON “Squaring the Circle” per 2 Sax e Pianoforte

Sax Alto Alessandro Corvaglia

Sax Baritono Andrea De Blasi

Pf Erica Sette

 

JUN NAGAO “ Paganini Lost” per 2 Sax e Pianoforte

Sax Alto Andrea De Blasi

Sax Alto Alessandro Corvaglia

Pf Erica Sette

 

28 GIUGNO ore 18,30

L.van BEETHOVEN

dalla Serenata op. 25 per flauto, violino e viola                                          

(1770/1827)                                              I. Entrata, Allegro

                                              II. Tempo ordinario d’un Minuetto

                                              III. Allegro molto                               

Fl                          Gianfranco Lafratta                                                   

Vl                                      Graziana D’Amico

Vla                                    Manuel D’Ippolito, viola

 

L.van BEETHOVEN

TRIO op. 11 in Si Bem Magg. Per Clarinetto, Violoncello e Pianoforte

Cl Miriam Goffredo

Cello Lilia Mastrangelo

PF Cesare Mundo

 

L.van BEETHOVEN

Da “Schottische Lieder, Op.108” “ Irish Songs, WoO 152”

1) Sunset

2) His boat comes on the sunny Tide

3) The sweetest lad was Jamie

4) Once more I hail Thee

5) Wife, children and friends ( duetto)

6) Dermot and Shelah

7) Hide not thy Anguish

8) Come draw we round a cheerful ring

9) On the massacre of Glencoe

10) They bid me slight my Dermot dear (duetto)

11) The morning air plays on my face

12) Oh Harp of Erin

13) O cruel was my father

14) Behold my love how green the groves ( duetto)

Soprano Chiara Salentino

Mezzosoprano Caterina Dellaere

Violino Graziana D’Amico

Violoncello Lilia Mastrangelo

Pianoforte Noemi Cofano

Voce Recitante da definire

 

 

5 LUGLIO ore 19,30

D. SHOSTAKOVICH Five Pieces per 2 Violini e Pianoforte

Vl Ludovica Fanelli

Vl Francesco D’Alessandro

Pf Roberto Camporeale

 

F. MARGOLA Sonata n.4 per Flauto e Chitarra

Fl Onofrio Fronzettti

Chit Antonio Pompilio

 

M. ARNOLD Sonatina per Clarinetto e Pianoforte

Cl Tommaso Ivone

Pf Eliza Zinechovich

 

F. KLEYNJANS 2 Due Arie per Flauto e Chitarra

Fl Onofrio Fronzettti

Chit Antonio Pompilio

 

R. PETERSON Trio n. 1 per Flauto, Sax Alto e Pianoforte

Flauto Giampiero Grilli

Sax Alto Giuseppe Settanni

Pf Jacopo Rizzi

SPOHR-KREUTZER

Sabato 24 giugno

Salone del Conservatorio, ore 21.15

SPOHR - KREUTZER

Concerto cameristico

  1. L. Spohr (1784 – 1859)

Gran Nonetto op. 31 in fa minore - 1813

(Allegro-Scherzo-Adagio-Finale)

violino Maria Pia Prete

viola Manuel D’Ippolito

violoncello M° Fabio De Leonardis

contrabbasso Angelo Cito

flauto Serena Dipalma

oboe Giuseppe Leoci

clarinetto Miriam Goffredo

fagotto Caterina Calzolaro

corno Vincenzo Colucci

J. Kreutzer (1780 - 1849)

Trio op. 16

(Allegro - Adagio - alla Polacca)

flauto Gianfranco La Fratta

clarinetto Miriam Goffredo

chitarra Ornella Vinci

 

nonetto di Sphor copia

 

 

 

Al confine tra musica da camera e orchestra da camera, il Nonetto di Spohr si impone all’interno della produzione ottocentesca e rimarrà a lungo il punto di riferimento per i compositori che si accosteranno al genere. Gran sperimentatore di combinazioni strumentali, Spohr rimase solidamente ancorato alla chiarezza mozartiana e alla cantabilità di tipo italiano. Composizione cameristica solare, piena di interventi solistici, con una costruzione impeccabile degna di una piccola sinfonia.

Malgrado le poche notizie che si conoscono, J. Kreutzer è considerato dagli studiosi di chitarra uno dei padri della letteratura di questo strumento. Lo stile di questa composizione è caratterizzato da una fantasia tipicamente ottocentesca. Il carattere è piacevole, spiritoso, con un vago sapore mozartiano seppure mai profondo ed impegnato. L’ottima padronanza formale con cui sono trattate le varie parti lo rende assai utile alla didattica.

CANZONETTA SULL'ARIA

Giovedì 22 giugno, ore 21

Salone del Conservatorio

CANZONETTA SULL'ARIA

Racconto di Duetti e Terzetti al Femminile

Classe di canto della prof.ssa CARMELA APOLLONIO

 

 

canzonetta copia

PROGRAMMA

 

G.Rossini Duetto buffo dei gatti”

Antonella Indolfo e Mariagrazia Vantaggiato Terragno

G.B.Pergolesi Stabat Mater” dallo Stabat Mater

Anna Lopriore e Carola Ricciotti

W.A.Mozart Canzonetta sull'aria” da Le nozze di Figaro

Mariagrazia Vantaggiato Terragno e Gabriella Sammarco

G.F.Handel Io t'abbraccio” da Rodelinda

Anna Lopriore e Carola Ricciotti

A.Vivaldi Laudamus te” dal Gloria

Ilaria Calò e Luana Calvaro

G.Insanguine Terzetto di Pulcinella” da Pulcinella finto maestro di musica

Antonella Indolfo, Mariagrazia Vantaggiato Terragno, Luana Calvaro

G.Rossini Perchè mi guardi e piangi” da Zelmira

Anna Lopriore e Ilaria Calò

D.Cimarosa Signora sorellina...Le faccio un inchino” da Il matrimonio segreto

Carola Ricciotti, Antonella Scalone e Mariagrazia Vantaggiato

Terragno

V.Bellini “ Mira o Norma” da Norma

Grazia D'Aversa e Gabriella Sammarco

G.Rossini Giorno d'orror” da Semiramide

Anna Lopriore e Antonella Scalone

G.Puccini Scuoti quella fronda di ciliegio” da Madama Butterfly

Grazia D'Aversa e Gabriella Sammarco

J.Offenbach Belle nuit,o nuit d'amour” da Les contes d'Hoffmann

Anna Lopriore e Antonella Indolfo

 

Testi di Matteo Summa

Scelte dei dipinti di Filomena Di Renzo

 

INGRESSO LIBERO

CONCERTO CLASSE DI DIREZIONE D'ORCHESTRA

Martedì 30 maggio 2017 ore 20.30 nel Chiostro del Conservatorio:

 

Locandina saggio Varela

ECCE ANCILLA

Lunedì 29 maggio ore 20 Chiesa di S.Antonio:

ECCE ANCILLA monopoli 29 maggio

ECCE ANCILLA 2 monopoli 29 maggio

 

A TRE VOCI

A tre voci

Concerto per voce, clarinetto e pianoforte

 

 

Progetto a cura dei Maestri Angelo Clemente e Vito Liuzzi (scuola di clarinetto – Dipartimento di strumenti a fiato)

e della prof.ssa Raffaella Migailo (settore di accompagnamento pianistico – Gruppo dipartimentale di Discipline pratiche)

 

Con gli studenti dei corsi di clarinetto, di maestro sostituto, di pratica dell’accompagnamento.

 

Con la collaborazione delle allieve della classe di canto della prof.ssa M. G. Pani

 

SABATO 20 Maggio 2017, ore 20.15

Salone del Conservatorio 

Ingresso libero

A tre voci

 

 

PROGRAMMA

J. W. Kalliwoda (1801-1866)     Heimathlied op. 117 (pubblicato 1857)

LinLin Wei, soprano

Antonio Magno, clarinetto

Francesca Carrino, pianoforte

 

L. Spohr (1784-1859) Sechs deutche Lieder op. 103 (1837)

Sei still mein Herz

Zwiegesang

Sensucht

Wiegelied

Das heimliche Lied

Wach auf

Tiziana Portoghese, mezzosoprano

Caterina Santoro, clarinetto

Raffaella Migailo, pianoforte

 

C. Kreutzer(1780-1849) Das Mühlrad (pubblicato 1857)

Mariagrazia Pacifico, mezzosoprano

Vito Brandi, clarinetto

Giulia Palmisani, pianoforte

 

G. Donizetti (1797-1848) Or che la notte invita (1835?)

Domenica Santoro, soprano

Nicola Santamaria, clarinetto

Francesca Carrino, pianoforte

 

M. Garwood (1927-2015) Six Japanese Songs (1965)

Loneliness

From “Essences”

Iris – Shushiki

Death Song.

Two White Butterlies

Snow

Tiziana Portoghese, mezzoprano

Annachiara Griesi, clarinetto

Raffaella Migailo, pianoforte

 

F. Schubert (1797-1828) Der Hirt auf dem Felsen op. post. 129 D 965

LinLin Wei, soprano

Fabrizio Lillo, clarinetto

Giulia Palmisani, pianoforte

 

J. W. Kalliwoda Fida, silenziosa, pacifica valle (anonimo)

Fida, silenziosa, pacifica valle

Familiari mi sono le tue casupole;

Ami pure il mondo offrirmi

Tutte le sue ricchezze,

fida, silenziosa, pacifica valle

neppure in cambio di innumerevoli beni

baratterei la mia cara valle!

Ridente salgo in alto di buon mattino

Per guardarmi intorno dalla cima di una collina,

e il mio sguardo spazia libero e sereno

senza restrizione alcuna

e si ristora in lungo e in largo

con la magnificenza del paesaggio!

Del verde di questa bella valle

Affascina e avvince poi il mio sguardo,

l’abbelliscono gli sforzi di un abitante solerte

così da farmene venir voglia;

esiti ad andarci? Oh, no!

Solo una può essere la mia patria! (traduzione di Francesca Romana Borrelli)

 

L. SpohrSei canzoni tedesche

Taci, cuore mio (C. B. v. Schweiter)

Serbavo la speranza in fondo al cuore,

mi affidavo a lei, che mi amasse,

mi brillavano gli occhi di gioia,

quando mi inondava il suo incanto,

quando ascoltavo la sua voce seducente.

Nella tempesta ne svanisce l'eco.

Taci, cuore mio, non ci pensare,

è questa ora la realtà, il resto era illusione.

La terra mi sta davanti, come in un sogno primaverile,

mi muovo, ebbro di voluttà, per l'aria tiepida di luce,

mi fiorisce l'anima in petto,

la bella stagione dell'amore si ridesta in me.

Ma il gelo mi scorre dentro

Ma nell’anima è notte.

Taci, cuore mio, non ci pensare,

è questa la realtà, il resto era illusione.

Ho costruito di fiori e di luce del sole

Un ponte attraverso la vita,

su cui camminavo fra serti d’alloro,

consacrato ai più alti ideali,

la mia gratitudine degli uomini era il mio più bel compenso.

Ma ride forte la folla, con scherno insolente.

Taci, cuore mio, non ci pensare,

è questa la realtà, il resto era illusione.

Duetto (R. Reinick)

Tra le fronde di lillà stava un uccellino

nella quieta, dolce notte di maggio,

là sotto, tra l'erba alta, una fanciulla

nella quieta, dolce notte di maggio.

Cantava la fanciulla, l'uccellino stava muto,

cantava l'uccellino, la fanciulla lo ascoltava,

e da lontano si udiva

il duplice canto,

per tutta la valle risplendente di luna.

Che cosa cantava l'uccellino fra i rami

nella quieta, dolce notte di maggio?

E che cosa mai cantava la fanciulla

nella quieta, dolce notte di maggio?

Del sole primaverile l'uccellino,

delle gioie dell'amore la fanciulla;

come questo canto

giungeva al cuore,

non lo dimenticherò per tutta la vita.

Nostalgia (E. Geibel)

Guardo nel mio cuore e guardo nel mondo,

fin che dagli occhi non cada la lacrima ardente

splende lontano l'orizzonte di luce d'oro,

ma mi trattiene il Nord, non lo raggiungo.

Sono così stretti i limiti, e il mondo così vasto,

e così fuggevole il tempo!

Conosco un paese dove nel verde assolato

brillano i grappoli sui templi sommersi,

dove l'onda purpurea schiuma sulla riva

e di futuri cantori sogna l'alloro.

Da lontano chiama il desiderio,

ed io non posso andarci.

Oh, avessi le ali per volare nell'azzurro del cielo,

e bagnarmi nel profumo del sole!

Ma invano! E ora dopo ora il tempo passa,

piango la gioventù, sotterro il canto.

Sono così stretti i limiti, e il mondo così vasto,

e così fuggevole il tempo.

Ninna nanna (H. von Fallersleben)

Tutto tace in dolce pace,

bimbo mio, dormi anche tu.

Là sussurra il venticello,

dormi, dormi, bimbo bello.

Tieni chiusi quegli occhietti

che saran come boccioli

e col sole, col calore

sbocceranno come un fiore.

E guardando i fiorellini,

su quegli occhi ti do baci,

e la mamma lo sa già

che la primavera è qua.

Il canto segreto (E. Koch)

Esistono dolori segreti

che il labbro non esprime,

chiusi nel cuore,

restano ignoti al mondo.

Esiste una segreta nostalgia,

che sempre fugge la luce,

esistono lacrime segrete

che gli altri non vedono.

Esiste un tacito abbandono

in un mondo interiore,

dove chiamano pascoli tranquilli

rischiarati dallo splendore delle stelle,

dove sulle barriere cadute

l'anima costruisce il suo cielo,

e gioiosa affida

il labbro ai pensieri.

Esiste un quieto svanire

nel dolore muto e continuo,

e nessuno può vedere

il peso che grava sul cuore.

Non dice che cosa gli manca,

e quando per la pena si spezza,

esangue e tremante,

gli altri non lo vedono.

Esiste un dolce sonno,

dove regna soave pace,

dove tacita quiete guarisce

i dolori dell'anima stanca.

E c'è una bella speranza

che vola sopra il mondo,

là dove il cuore pieno d'amore

si apre agli altri cuori

Destati (anonimo)

Che fai così triste e pensieroso?

Ah, già da tempo l'amore si è svegliato!

Senti questo suono, dappertutto?

Gli uccellini cantano dolcemente,

da un albero spoglio si stacca una fogliolina,

la vita scorre da rami e ramoscelli.

La gocciolina scivola giù dai pendii del bosco,

il ruscelletto saltella gorgogliando,

il cielo si china sulle onde chiare,

l'azzurro si mostra meraviglioso,

gaia armonia di forma e suono,

eterna unione nell'eterno desiderio!

 

C. Kreutzer La ruota del mulino (di L. Uhland, basato su un testo di J. K. B. von Eichendorff)

In quella valle, laggiù,

gira la ruota di un mulino,

la mia bella è scomparsa,

che abitava là.

Lei mi ha giurato fede,

mi ha dato un anello,

ma ha rotto la promessa,

l’anellino si è spezzato.

Vorrei essere un cantore errante,

andare per il mondo

a cantare le mie melodie

di casa in casa.

Vorrei essere un cavaliere,

correre nella battaglia cruenta,

e giacere solo, nella fredda notte,

davanti a un tacito fuoco.

Sento la ruota di un mulino che gira,

e non so cosa voglio.

Meglio di tutto, vorrei morire,

almeno così avrei pace! (traduzione di Amelia Maria Imbarrato)

 

M. Garwood Sei canzoni giapponesi

Solitudine (Hashin)

Non tutto il cielo

Non tutta la terra

Ma ancora i fiocchi di neve cadono

Da Essenze (Robinson)

Per favore, adagiati sulle mie labbra,

Dolce farfalla

Le punte delle tue dita

Iris (Shushiki)

Morte le mie vecchie speranze

E asciugati i mie sogni

Ma ancora, Iris, fiorisci ogni primavera.

Canzone della morte (Anonimo)

Ho conosciuto gli amanti

La fioritura di ciliegio

L’usignolo

Posso dormire soddisfatto

Due bianche farfalle (Basho)

Ci incontreremo ancora

Qui nella tua tomba che fiorisce

Due bianche farfalle

Neve (Joso)

La neve sussurra per tutto il giorno

Che la terra è scomparsa

Lasciando solo il cielo

 

F. Schubert Il pastore sulla roccia (W. Müller, H. von Chézy)

Quando sto sulla cima, più alta,

guardo giù nella valle profonda,

e canto:

dalle remote profondità della valle oscura

si alza l'eco e rimbomba

dai precipizi rocciosi.

Quanto più lontano giunge la mia voce,

tanto più chiara mi ritorna l'eco

dal basso.

Il mio amore abita lontano da me,

per questo anelo tanto caldamente a lei,

di là.

Di profondo dolore mi struggo,

la gioia mia è scomparsa,

m'è svanita la speranza sulla terra,

resto qui tanto solo.

Così nostalgico risuonò nel bosco il canto,

così nostalgico risuonò nella notte,

attrae i cuori verso il cielo,

con meravigliosa potenza.

Verrà la primavera,

la primavera, la mia amica,

ora dunque mi preparo,

pronto per il cammino.

Quanto più lontano giunge la mia voce,

tanto più chiara mi ritorna l'eco

dal basso. (traduzione di P. Soresina)

 

 

 

 

FESTIVAL SATIE MONOPOLI

TRE SERATE IN FORMA DI ERIK SATIE
Erik Satie, l’uomo che inventò la musica moderna
nel 150° anniversario della nascita
(Chiavi di Lettura Extra)

Un festival e un’immersione nel mondo di Satie
tra musiche, teatro, visioni, parole

Lunedì 19 / Martedì 20 / Mercoledì 21 dicembre 2016
Monopoli, Salone del Conservatorio di Musica “Nino Rota”
porta ore 20.30 inizio ore 20.45 Ingresso libero fino a esaurimento posti

Un festival e un’immersione nel mondo di Satie
tra musiche, teatro, visioni, parole

Lunedì 19 / Martedì 20 / Mercoledì 21 dicembre 2016
Monopoli, Salone del Conservatorio di Musica “Nino Rota”
porta ore 20.30 inizio ore 20.45

 

erik-satie-3

 


Centocinquanta anni fa nasceva Erik Satie, l’uomo che inventò la musica moderna, uno dei musicisti più originali e innovativi della storia musicale tra XIX e XX secolo.
Noi gli rendiamo omaggio con un festival in tre serate, dedicato interamente a lui e al suo mondo.

Lo facciamo con un bellissimo e variegato gruppo di artisti, maestri, studenti di talento, attori e danzatori,
che vi condurranno nell’esplorazione del sorprendente “continente Satie”.
Saranno tre serate vertiginose, tutte diverse e tutte da godere: ci sarà tanto da scoprire, contemplare, ridere, stupirsi.

Potrete respirare l’aria eccitante delle rivoluzioni artistiche, delle avanguardie che Satie seppe anticipare, ispirare e accompagnare.

Potrete scoprire i rapporti che hanno legato Satie ad altri grandi protagonisti dell’arte e della musica, da Picasso a Braque, da Man Ray a Picabia, da Tzara a Calder a Duchamp, da Debussy a Stravinsky, da Ravel a Diaghilev, da Cocteau a René Clair.


Potrete accostarvi alla sua musica ascetica, ipnotica, satirica, provocatoria, che ha anticipato di decenni molte delle correnti musicali giunte fino a noi.

Potrete incontrare l’ironia sottile e il gusto del nonsense di questa figura inimitabile, scoprendo il suo teatro dell’assurdo, in anticipo su autori come Beckett e Ionesco.

Potrete conoscere le abitudini, le stravaganze e le manie di quest’uomo inimitabile e geniale.

E allora, che aspettate? Segnatevi l’appuntamento e ditelo agli amici.

TRE SERATE IN FORMA DI SATIE

con i pianisti
Benedetto Boccuzzi, Daniele Bove, Giambattista Chiatante, Domenico Di Leo, Gianni Lenoci, Fiorella Sassanelli, Gita Signorile

con le voci di
Maria Cristina Bellantuono, Tiziana Felle, Sara Gamarro, Tiziana Portoghese, Gong Quing, Han Xiao, Huang Weije, LiuWanlin, Yuan Fan, Zhang Yuzhou, Zhao Xinmeng

con
Serena Dipalma, flauto
Simona Pentassuglia, violino
Marta Corrado, arpa
Livia Mazzanti, organo

con gli attori Michele Fasano, Michele Fasano, Angelo Martucci, Maurizio Pellegrini

con la danzatrice Laura Bovino

con la collaborazione di
Marco Simoncini (ensemble vocale)
Maurizio Pellegrini (regia)
Ileana Pace (Accademia delle Muse, coreografie)
Sara Gamarro (idee sceniche)
Serena Semeraro (scene)
Antonella Saponara (ricerca immagini e materiali)
Corrado Russo (letture)
Michele Ciccimarra (grafica)

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

 

LES AMANTS

Mercoledì 7 dicembre 2016
Salone del Conservatorio ore 20,30

LES AMANTS

Proiezione video e concerto

 

Partendo dalla proiezione di alcune scene del film Les amants del 1958 di Louis Malle, Leone d'argento al Festival di Venezia, il concerto prevede l’esecuzione del sestetto per archi op. 18 di Johannes Brahms.

 

Johannes Brahms
Sestetto n. 1 in si b. maggiore op. 18

Allegro ma non troppo
Andante, ma moderato (tema con variazioni)
Scherzo: Allegro molto
Rondo: Poco allegretto e grazioso

 

Giovanni Zonno    violino I
Claudio Mansueto    violino II
Flavio Maddonni    viola I
Marta Cacciatore    viola II
Marcello Forte        violoncello I
Francesco Tanzi    violoncello II

 

Les Amants

ISMEZ MUSIC LIVE 2016

giovedì 24 novembre

Salone del Conservatorio, ore 21

ISMEZ MUSIC LIVE 2016/TOUR SUD

 

Gruppi strumentali ospiti del Conservatori:

Giuseppe Martucci” di Salerno

Domenico Cimarosa” di Avellino

Umberto Giordano” di Foggia

 

Sandro Deidda, J.E.M. (Jazz Ensemble Martucci), ospite Stiepko Gut
Andrea Avena,
Cimarosa Ensemble, ospite Alessandro Gwis
Gaetano Partipilo,
Giordano Jazz Collective, ospite Enzo Zirilli

 

 

ismez 2016 copia

 

INGRESSO LIBERO

SALVE REGINA

Martedì 22 novembre 2016

Chiesa di S.Antonio, ore 19.30

Donne in musica”

SALVE REGINA

Musiche di Antonio Vivaldi

Concerto dedicato a Santa Cecilia

A cura della prof.ssa Carmela Apollonio e del M° Pasquale Melucci

 

Vivaldi copia

 

 

 

 

“SALVE REGINA”

Antifona per soprano, violino solo, due violini, viola e basso RV617

Salve Regina Andante

Ad te clamamus Allegro

Eia ergo Allegro

Et Jesum Andante


Carola Ricciotti, soprano

 

 

 

“SALVE REGINA”

Antifona per contralto, doppia orchestra e basso RV 618

Salve Regina Andante

Ad te clamamus Allegro

Ad te suspiramus Larghetto

Eia ergo Allegro

Et Jesum Andante

O clemens Larghetto

 

Anna Lopriore, contralto

 

 

 

ENSEMBLE STRUMENTALE

Silvia La Grotta violino

Fabiana Zeverino violino

Emilia Frugis viola

Annalisa Di Leo violoncello

Erica Sette organo

 

 

Ingresso libero

 

 

MOZART/WEBER: due Quintetti a confronto

Venerdì 18 novembre
Salone del Conservatorio, ore 20
MOZART/WEBER: DUE QUINTETTI A CONFRONTO

 

W. A. Mozart (1756-1791)
Quintetto per clarinetto e quartetto d archi  K 581
Allegro - Larghetto - Menuetto - Allegretto con variazioni


Claudio Mansueto, violino
Elisabeth Palmitessa, violino
Marta Cacciatore, viola
Francesco Tanzi, violoncello

 

C.M. von Weber (1786-1826)
Quintetto per clarinetto e quartetto d archi op.34
Allegro - Fantasia. Adagio - Menuetto - Rondò: Allegro


Sabrina Loforese, violino
Annamaria Pignatelli, violino
Marta Cacciatore,  viola
Gianpaolo Tanese, violoncello

 

Clarinetti
Eugenio Tattoli
Fabrizio Lillo
Caterina Santoro
Miriam Goffredo

 

 

clarinetto

 

 

INGRESSO LIBERO

CHIAVI DI LETTURA: Kolossaliszt

Chiavi di Lettura

la musica raccontata dai musicisti per capire i linguaggi, le poetiche, le tecniche, gli strumenti

Ventinovesimo appuntamento

Mercoledì 30 novembre ore 20
Salone del Conservatorio


Kolossaliszt

 

Valeria Fasiello racconta e suona

la Sonata in si minore di Franz Liszt

Corrado Russo, letture

chiavi 30 nov 1chiavi 30 nov 2

Immagini: caricature originali

di János Jankó, XIX sec.

 

Ingresso libero

CHIAVI DI LETTURA: Amici, una serata a birilli

Chiavi di Lettura

la musica raccontata dai musicisti per capire i linguaggi, le poetiche, le tecniche, gli strumenti  

Ventottesimo appuntamento

Mercoledì 16 novembre ore 20
Salone del Conservatorio


Amici, una serata a birilli

Eugenio Tattoli e Domenico Di Leo raccontano il Trio K 497 “Kegelstatt” di Wolfgang Amadeus Mozart

 

chiavi 16 nov

Eugenio Tattoli, clarinetto

Claudia Laraspata, viola


Domenico Di Leo, pianoforte


Corrado Russo, letture

 

Ingresso libero

CHIAVI DI LETTURA: Decadentismo napoletano

Chiavi di Lettura

la musica raccontata dai musicisti per capire i linguaggi, le poetiche, le tecniche, gli strumenti

       Ventisettesimo appuntamento

 

Sabato 12 novembre ore 20
Salone del Conservatorio

Decadentismo napoletano

Domenico Di Leo e Lucia Carparelli raccontano il Trio op. 59 in do maggiore di Giuseppe Martucci (1856 / 1909)

 

 

chiavi 12 nov chiavi 12 nov 2 chiavi 12 nov 3

Lucia Carparelli, violino
Francesco Tanzi, violoncello
Anna Palasciano, pianoforte

Corrado Russo, letture

 

Ingresso libero

BLUE TEARS Jazz Recital

Sabato 29 ottobre

Salone del Conservatorio, ore 20.30

Jazz recital “BLUE TEARS” (for Paul Bley)

Gianni Lenoci, piano solo

Questo Jazz Recital intende essere un esplicito omaggio alla figura del leggendario pianista ed improvvisatore canadese Paul Bley, scomparso lo scorso 3 gennaio.

Lenoci ripercorrerà e ricostruirà frammenti significativi del repertorio di Paul Bley sempre in bilico tra avanguardia e tradizione, tra blues arcaico e astrazioni contemporanee.

In un certo senso questa è musica libera. Non perché contiene molta energia propria del Free Jazz (tutt’altro), o perché il romantico abbandono prevale, ma perché è dischiuso un mondo di possibilità illimitate, dove la fantastica reverie e il colore religioso dell’inno convivono con la potenza del rock e la profonda enfasi del bues, l’abbellimento in filigrana e le delicata ramificazioni, la semplicità naive e la naturale modestia. (Werner Wittersheim)

 

bley copia

 

 

GIANNI LENOCI (Monopoli, 6/6/1963)

pianista, compositore e didatta.

Si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio "S. Cecilia" di Roma e in musica elettronica presso il Conservatorio "N. Piccinni" di Bari, ove ha conseguito anche la Diploma Accademico di secondo livello in pianoforte (indirizzo solistico) con il massimo dei voti e la lode, con un recital monografico e discutendo una tesi sull'opera pianistica di Morton Feldman.

Ha studiato jazz ed improvvisazione con Mal Waldron e Paul Bley.

E' stato finalista nel 1993 dell'European Jazz Competition di Leverkusen (Germania) e nel 1996 vincitore di un premio della Fondazione Acanthes di Parigi (Francia). Nel 2003 la sua composizione elettronica "Notturno Frattale", ha vinto il Premio Internazionale della Società Italiana di Informatica Musicale. Ha collaborato con i massimi specialisti mondiali del jazz e della musica improvvisata come: Massimo Urbani, Steve Lacy, Joelle Leandre, Steve Grossman, Harold Land, Bob Mover, Enrico Rava, Glenn Ferris, Eugenio Colombo, Giancarlo Schiaffini, Don Moye, Han Bennink, Antonello Salis, Carlo Actis Dato, David Gross, Paul Lovens, Sakis Papadimitriou,Georgia Sylleou, Jean-Jacques Avenel, John Betsch, Markus Stockhausen, Steve Potts, Carlos Zingaro,John Tchicai, Kent Carter,William Parker, David Murray, Roscoe Mitchell, Sabir Mateen, Evan Parker, Marc Ducret, Charles Gayle per citarne alcuni. Ha inoltre tenuto performances con poeti, danzatori ed artisti multimediali. Oltre che come improvvisatore, Lenoci è attivo come interprete dal vasto repertorio, con un'attenzione particolare a compositori come Morton Feldman, Earle Brown, Sylvano Bussotti, John Cage oltre all'opera completa per strumento a tastiera di Johann Sebastian Bach.

Dal 1990 insegna Prassi Esecutiva, Improvvisazione e Composizione nei corsi di jazz del Conservatorio "N. Rota" di Monopoli ove ricopre l'incarico di Coordinatore del Dipartimento di "Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali" all’interno del quale realizza produzioni e progetti didattici apprezzati a livello internazionali ed è Visiting Erasmus Professor presso: Bucharest University, Corfu University , Royal Northern College of Manchester,Conservatorio Superior de Malaga, Franz Liszt Hochschule in Weimar, Conservatorio Superior de Madrid, Conservatorio Superior de Salamanca, Yasar University di Izmir.

Nel 2011 è stato composer in residence presso l’Atlantic Center for the Arts in Florida, USA.

Nel 2012 il suo nome è stato inserito nelDictionnaire du jazz di Philippe Carles.

Nel 2015 ha scritto le musiche per il film “Ritorno a Spoon River (RAI-Cinema) del regista Francesco Conversano.

Ha suonato in tutta Italia,Francia, Spagna,Inghilterra,Romania, Ungheria,Albania, Argentina,Grecia, Turchia, USA, Canada, Olanda, Austria, Polonia, Belgio, Germania,Arabia Saudita ed inciso più di 50 cd per Splasc(h), Modern Times, ASC, ANT, Leo, afk, sentemo, vm-ada, DAME (Ambiances Magnetique), VEL NET, Soul Note, Amirani.  

INGRESSO LIBERO

 

 

 

 

 

BACH: LE VARIAZIONI GOLDBERG

venerdì 28 ottobre

Salone del Conservatorio, ore 18.30

Le variazioni Goldberg di J.S.Bach

introduzione a cura di Marco Bisceglie e Benedetto Boccuzzi

esecuzione di Onofrio Della Rosa, clavicembalo

BachMeiningenPastel copia

"Esercizio per la tastiera consistente in un'Aria con diverse variazioni per clavicembalo a due manuali. Composto per gli intenditori, per la ricreazione del loro spirito da Johann Sebastian Bach, compositore della corte di Polonia e del Principe Elettore di Sassonia, maestro di Cappella e Directore Chori Musici di Lipsia. Norimberga, Balthasar Schmid editore". Così è intitolata la composizione che J. S. Bach fece stampare nei primi anni 40 del settecento senza alcuna dedica, ne data precisa di composizione o stampa.

Dobbiamo attendere il 1802, ossia più di 50 anni dopo la morte del compositore, per leggere nella prima biografia di Bach, ad opera di Johann Nikolaus Forkel, il famoso racconto: il Conte Hermann Carl von Keyserlingk, diplomatico e grande amatore di musica, avrebbe commissionato a Bach, che ammira e protegge da lunga data, un pezzo strumentale che dovrebbe suonargli il suo clavicembalista abituale, il quattordicenne e virtuoso Johann Gottfried Goldberg per impegnare le sue notti insonni. Bach avrebbe composto per lui la serie di variazioni che noi conosciamo.

Leggenda o realtà, variazioni di Goldberg, di Keyserlingk, non lo sapremo mai. Anche i biografi sono nettamente discordi sull’autenticità del racconto. Ma quello di cui siamo certi è che ci troviamo di fronte ad un capolavoro assoluto dell’arte musicale, che non finirà mai di stupire interpreti e fruitori.

 

 

Aria mit verschiedenen Veränderungen für cembalo mit 2 Manualen

BWV 988

Aria

Variatio 1 a 1 Clav.

Variatio 2 a 1 Clav.

Variatio 3 a 1 Clav. Canone all'unisuono

Variatio 4 a 1 Clav.

Variatio 5 a 1 ovvero a 2 Clav.

Variatio 6 a 1 Clav. Canone alla seconda

Variatio 7 a 1 ovvero 2 Clav.Al tempo di giga

Variatio 8 a 2 Clav.

Variatio 9 a 1 Clav. Canone alla terza

Variatio 10 a 1 Clav. Fughetta

Variatio 11 a 2 Clav.

Variatio 12 Canone alla quarta

Variatio 13 a 2 Clav.

Variatio 14 a 2 Clav.

Variatio 15 a 1 Clav. Canone alla quinta (Andante)

Variatio 16 a 1 Clav. Ouverture

Variatio 17 a 2 Clav.

Variatio 18 a 1 Clav. Canone alla sesta

Variatio 19 a 1 Clav.

Variatio 20 a 2 Clav.

Variatio 21 Canone alla settima

Variatio 22 a 1 Clav. Alla breve

Variatio 23 a 2 Clav.

Variatio 24 a 1 Clav. Canone all'ottava

Variatio 25 a 2 Clav. Adagio

Variatio 26 a 2 Clav.

Variatio 27 a 2 Clav. Canone alla nona

Variatio 28 a 2 Clav.

Variatio 29 a 1 ovvero a 2 Clav.

Variatio 30 a 1 Clav. Quodlibet

Aria

CLAVICEMBALO

ONOFRIO DELLA ROSA

 

INGRESSO LIBERO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AFROAMERICANS

Venerdì 21 ottobre 2016

Salone del Conservatorio, ore 20.30

Per il ciclo "AFROAMERICANS":

CONCERTO DELL'ENSEMBLE AFROAMERICANS

 

IMG 5134 copia

 

 

 

Tra il XV e il XIX secolo la diaspora degli africani a causa della tratta degli schiavi rappresenta una delle più grandi migrazioni della storia umana. Nell’epoca dei grandi viaggi oceanici nelle Americhe gli africani hanno convissuto sullo stesso suolo con i nativi e con europei di diversa provenienza. Questa convivenza, oltre a ricadute socio-culturali di estrema complessità, ha anche creato delle culture di sintesi diverse a seconda delle etnie presenti nei diversi territori delle Americhe.

In ambito musicale la mescolanza delle culture ha creato quella che oggi chiamiamo musica afroamericana. Per gli statunitensi tale dicitura indica quella musica fiorita sul territorio nord americano grazie soprattutto al contributo dei neri. Ma per i musicologi di nuova generazione musica afroamericana è qualunque musica rechi delle tracce della diaspora degli africani sia nelle Americhe che altrove.

Quindi in questa grande categoria sono inclusi jazzgospelbluesrhythm&blues e varie derivazioni fino alla Popular Music, ma anche tutta quella musica di sintesi che anche nell'America Latina ha subito in qualche modo l'influenza africana. 

Secondo tale visione dunque possono rientrare nella grande categoria della musica afroamericana il tango, la danza cubana, il Danzon e tutte quelle forme di musica anche scritta da compositori di ambito classico che contengano elementi di matrice africana. 

È su questo repertorio inconsueto che lavora l'Ensemble Afroamericans, costituitosi all'interno del Conservatorio di Monopoli e formato da studenti di vari corsi di studio.

Con la preziosa collaborazione del musicologo Marcello Piras, l'ensemble, diretto da Teresa Satalino, esplora un repertorio scritto estremamente affascinante che porta le tracce delle migrazioni e delle sintesi avvenute nelle Americhe.

In occasione di questo concerto l'Ensemble eseguirà musiche della brasiliana Francisca “Chiquinha” Gonzaga (1847-1935), dell’argentino Alberto Williams (1862-1952), dello statunitense William Grant Still (1895-1978) e del messicano Arturo Marquez (1950).

 

 

SPACE IS THE PLACE IV

sabato 15 ottobre - giovedì 20 ottobre - giovedì 27 ottobre

Salone del Conservatorio, ore 20.30

Space is the place IV

rassegna musicale in tre appuntamenti

Space is the Place” IV è una rassegna musicale che coinvolge gli studenti del Conservatorio, in particolare del corso di Jazz, in tre appuntamenti in cui gli studenti presenteranno i propri progetti compositivi.
L’iniziativa nasce dall’esigenza degli studenti di rappresentare in varie forme la propria visione musicale relativa ai due aspetti contrastanti ma complementari della creazione artistica legata al Jazz: la composizione e l’improvvisazione. Questi due aspetti, largamente esperiti durante i corsi di questo Conservatorio, hanno prodotto stimolo e fermento per gli studenti.
L’incontro con altri linguaggi artistici è un elemento su cui Space is the Place si concentra sin dalla prima edizione. Particolare attenzione è stata dedicata all’interazione con le arti visive e quest’anno continuerà con l’arte del “Videomapping”, che coinvolgerà l’artista Antonio Pipolo.

Il Videomapping è una tecnica digitale di proiezione architetturale 3D, applicata a superfici di grandi e piccole dimensioni come monumenti e palazzi e strumenti musicali.

Continua quest' anno inoltre la collaborazione tra “Space is the Place” e il progetto studentesco “ la Grammatica del Ritmo”, il workshop sulla musica carnatica Indiana che produrra' una perfomance per una delle tre serate del festival.

Sabato 15 ottobre

Composers Night #1

Formula Bruta:

Christian Bevilacqua, trombone

Alessandro Semeraro, clarinetto

Antonio Epifani, chitarra

Nicolò Petrafesa, piano-synth

Pierfranco Tribuzio, basso elettrico

Giovanni Martella, batteria

Ensemble da “La grammatica del ritmo” a cura di Pino Basile

Giovedì 20 ottobre

Bright Sounds Night

Performance di :

Antonio Pipolo, videomapping

Nicola Pisanti, creative coding

Michele Ciccimarra , batteria e percussioni

Andrea Musci, chitarra

Giovedì 27 ottobre

Composers Night #2

Tiziana Feelle/Daniele Bove duo

Tiziana Felle, voce

Daniele Bove , piano

Deve/Bartolo /Lanotte/Tribuzio 4tet

Simone Deve , piano

Livio Bartolo, chitarra

Pierfranco Tribuzio, basso elettrico

Gianni Lanotte, batteria

pipolo copia

Antonio Pipolo nasce nel1988 a Salerno, laureato in Teatro e Arti Visive allo IUAV di Venezia. I suoi interessi orbitano intorno alla ridefinizione e alla rappresentazione dello spazio, sopratutto quello marginale, abbandonato e del rapporto tra lo spazio del corpo e quello dell’architettura.
La passione, coltivata fin da bambino, per i contesti naturali unita ad una predilezione per le tecniche multimediali lo portano spesso a riflettere sul rapporto conflittuale tra uomo, natura e tecnologia.
Ha partecipato come artista a numerosi festival di arti interattive e multimediali tra cui il Toolkit festival di Venezia, il festival della fotografia europea di Reggio Emilia, il Flussi di Avellino e prodotto installazioni per vari enti ed organizzazioni tra cui il comune di Parma, l’ordine degli architetti di Parma e Piacenza, il GAI (Giovani Artisti Italiani) ed il parco nazionale del Cilento e Vallo Di Diano.

pisanti copia

Nicola Pisanti nasce a Caserta nel 1986. E' un creative coder e lavora allo sviluppo di installazioni multimediali e strumenti musicali digitali. Predilige l'uso di librerie, programmi e hardware open source e di oggetti in disuso recuperati.

http://npisanti.com

 

 

INGRESSO LIBERO

 

LIEDERABEND

Martedì 11 Ottobre 2016

ore 19.30, Salone del Conservatorio

LIEDERABEND

Melissa Wedekind (soprano) - Benedetto Boccuzzi (pianoforte)

 

concerto 11 ottobre 2016

In programma musiche di Mozart - Schubert - Mendelssohn - Schumann - Brahms - Schoenberg

INGRESSO LIBERO

SERATA MOZART

CONCERTO DEI SOLISTI  E DELL' ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO “NINO ROTA”

DIRETTORE: FILIPPO MARIA BRESSAN

                                        GIOVEDI’ 13 OTTOBRE 2016 ORE 20.30 - Chiesa S.Antonio

 

 

 

mozart

 

Concerto KV 191 per fagotto e orchestra

Allegro – Andante ma Adagio- Rondò: Tempo di menuetto

Solista: Alessia Brancia

 

Concerto KV 622 per clarinetto e orchestra

Allegro – Adagio – Rondò: Allegro

Solista: Eugenio Tattoli

 

Ouverture da “Le Nozze di Figaro” KV 492

Direttore Carlo Chirizzi

 

 

Konzertarie "Ch'io mi scordi di te?" KV 505

Solista: Maria Cristina Bellantuono

Pianoforte obbligato: Carmine Chiarelli

 

 

Concerto KV 453 per pianoforte e orchestra

Allegro – Andante - Allegretto

Solista: Antonia De Pasquale

 

INGRESSO LIBERO 

 

 

 

Orchestra del Conservatorio "Nino Rota"

VIOLINI I

Claudio Mansueto - Giuliana Leoci - Sabrina Loforese - Rita Paglionico - Giovanni Zonno - Annamaria Pignatelli

VIOLINI II

Maria Pia Prete - Francesca Cacciotta - Graziana D'Amico - Flavia Madaghiele - Grazia Vinci - Gianvito Gentile

VIOLE

Flavio Maddonni - Manuel D'Ippolito - Cecilia Santostasi - Dario Cappiello

VIOLONCELLI

Giuliana Zito - Annalisa Di Leo - Lilia Mastrangelo

CONTRABBASSI

Angelo Cito - Davide Milano

FLAUTI
Serena Di Palma -  Annachiara Mangione

OBOI

Giuseppe Leoci - Giuseppe Loglisci

CLARINETTI
Stefano Quaranta - Caterina Santoro

FAGOTTI

Marcello De Giuseppe - Katia Calzolaro

CORNI
Stefano Palumbo - Giuseppe Bonserio

TROMBE

Cosimo Colucci - Leonardo Lozupone

TIMPANI

Alessandro Marrocco

 

Direttore FILIPPO MARIA BRESSAN

 

 

 

 

 

 

LA TRIO - SONATA

mercoledì 12 ottobre

Salone del Conservatorio, ore 20

La trio-sonata (evoluzione della specie. Dal barocco al XXI secolo)

con la partecipazione di Fabio De Leonardis, Antonino Maddonni,

Flavio Maddonni, Alessandro Tampieri

 

Trio Sonata Baschenis - Musical Instruments copia

 

G. F.Haendel: Trio Sonata in C minor, HWV 386a (2 violini e basso continuo)

Largo Allegro ma non troppo Andante Allegro

Alessandro Tampieri , violino I Flavio Maddonni, violino II Antonino Maddonni, chitarra Fabio De Leonardis, violoncello

 

J.S.Bach: Sonata n. 4 en UT Majeur per Violino e basso continuo (orig. per flauto)

Andante Allegro Largo Menuett I e II

               Alessandro Tampieri , violino Antonino Maddonni, chitarra Fabio De Leonardis, violoncello

 

M.Giuliani: Serenata op.19 (per violino, violoncello e chitarra)

Adagio Scherzo allegro assai - Trio Alla Polacca

                Flavio Maddonni, violino Antonino Maddonni, chitarra Fabio De Leonardis, violoncello

 

A.Maddonni : Controindicazioni II (2016) per violino, violoncello e chitarra (prima esecuzione assoluta)

                 Flavio Maddonni, violino Antonino Maddonni, chitarra Fabio De Leonardis, violoncello

 

INGRESSO LIBERO

Ensemble d'archi "Nino Rota"

Venerdì 7 ottobre
Chiesa di S.Antonio, ore 20.30
Concerto dell’ensemble d’archi “Nino Rota”
Maestro concertatore: Giovanni Zonno

 

archi 7 ottobre

 

O. Respighi:  Antiche arie et danze per liuto
I. Italiana
II. Arie di corte
III. Siciliana
IV. Passacaglia

E. Elgar:   Serenata per orchestra d’archi op.20
I. Allegro piacevole
II. Larghetto
III. Allegretto

P.I. Tchaikovsky: Serenata per orchestra d’archi op.48
I. Pezzo in forma di sonatina
II. Valse
III. Elegia
IV. Finale ( Tema russo)


VIOLINI I
Giovanni Zonno – Claudio Mansueto – Rita Paglionico – Giuliana Leoci – Sabrina Loforese

VIOLINI II
Antonio Papapietro – Simona Pentassuglia – Maria Pia Prete – Lucia Carparelli

VIOLE
Flavio Maddonni – Manuel D’Ippolito – Marta Cacciatore

VIOLONCELLI
Antonio Sanarica – Francesco Tanzi – Fabio De Leonardis

CONTRABBASSO
Angelo Cito

Ingresso libero

CANTI SOMMERSI

mercoledì 5 ottobre

Festival Musica Contemporanea  "CANTI SOMMERSI"

Salone del Conservatorio, ore 19.30

tavola rotonda “Comporre oggi: dialoghi con il suono”

con la partecipazione di Francesco Dillon, Federico Gardella,

Giuseppe Gigante, Riccardo Panfili ed Emanuele Torquati

Un incontro dedicato alla musica d'oggi per interrogarsi

sul rapporto tra compositore ed interprete.

a seguire (ore 20.30):

Concerto del duo Francesco Dillon – Emanuele Torquati

(violoncello e pianoforte)

Thomas Larcher (1963)

Mumien (2001)

Riccardo Vaglini (1965)

Sonata (2016)

Toshio Hosokawa (1955)

Lied III (2010)

Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Sonata in re maggiore op. 102 n. 2

Allegro con brio

Adagio con molto sentimento d'affetto

Allegro fugato

duo mito copia

Il Duo formato da Francesco Dillon (violoncello) ed Emanuele Torquati (pianoforte) ha debuttato nel marzo 2007 al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Dillon-Torquati si sono prodotti in numerosi concerti in Europa presso i piu' importanti Festival cameristici e recentemente negli Stati Uniti ed in Argentina. Le loro esecuzioni live sono state trasmesse da emittenti quali Radio France, Radio Svizzera, BBC Radio3, Euroradio, Radio RAI3 e RTE Lyric.

Recentemente il Duo ha dato la prima italiana del Doppio Concerto di Kurtàg con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino.

Nel 2010 è uscito il doppio CD schumanniano comprendente le trascrizioni di Friedrich Wilhelm Grutzmacher, violoncellista dell'epoca e compagno di duo di Clara Wieck per Brilliant Classics. Sempre con quest'etichetta, nel 2011 è stata la volta dell'integrale dei lavori di Franz Liszt. Nel 2012 hanno completato il loro progetto discografico schumanniano con un terzo CD, che include anche la rarissima versione con accompagnamento scritto da Schumann per la Suite n. 3 per violoncello solo di J.S. Bach.

Il sodalizio e' incentrato non solo sulla interpretazione dei maggiori lavori cameristici per questa formazione, ma anche alla ri-scoperta di perle dimenticate del repertorio. Inoltre, una particolare attenzione all'esecuzione di importanti opere contemporanee, come testimoniano svariate prime esecuzioni assolute ed  il lavoro svolto con compositori, tra gli altri, del calibro di Jonathan Harvey, Kaija Saariaho, Toshio Hosokawa.

Francesco Dillon ha studiato a Firenze con Andrea Nannoni, perfezionandosi in seguito con A. Baldovino, M. Brunello e D. Geringas, e seguendo masterclasses di M. Rostropovich, A. Bijlsma, M. Perenyi. È stato allievo per la composizione di S.Sciarrino.

Ad un' intensa attività solistica (con l'Orchestra nazionale della RAI, l'Orchestra Haydn di Bolzano, l'Orchestra sinfonica siciliana, Orchestra dei Pomeriggi musicali, Orchestra filarmonica marchigiana; recentissimo è il suo acclamato debutto alla Biennale di Münich con l'Orchestra della radio di Vienna (ORF)) affianca quella di quartettista con il Quartetto Prometeo, vincitore di numerosi premi internazionali (Prague Spring, dove ha conseguito il primo premio assoluto; ARD Münich, Bordeaux). Il suo profondo interesse per la contemporaneità lo ha portato a collaborare strettamente con i più importanti compositori di oggi quali: G. Bryars, P. Glass, V. Globokar, S. Gubaidulina, J. Harvey, T. Hosokawa, G. Kancheli, A. Knaifel, H. Lachenmann, B. Lang, D. Lang, A. Lucier, A. Pärt, H. Pouesseur, S. Reich, F. Romitelli, K.Saariaho, S. Sciarrino, J. Zorn.

Con l'ensemble Alter Ego, di cui fa parte stabilmente, e come solista viene regolarmente invitato nei maggiori festivals di musica contemporanea del mondo. Si è esibito in complessi di musica da camera con partners quali I. Arditti, G. Carmignola, P. Farulli, D. Geringas, V. Hagen, A. Lonquich, E. Pace, R. Schmidt, S. Scodanibbio. Le sue esecuzioni sono trasmesse da varie emittenti come BBC, RAI, ARD, Radio France, ORF, ABC, fra le altre.

Ha inciso per etichette quali Aulos, Dynamic, Kairos, Ricordi, Stradivarius, Die Schachtel e Touch. Le sue ultime registrazioni come solista sono la prima incisione, rispettivamente, delle Variazioni di S. Sciarrino (premiata col Diapason d'or) e della Ballata di G. Scelsi, ambedue con l'orchestra della RAI; in duo con il pianista Emanuele Torquati un doppio cd di rarità schumanniane e l'integrale delle opere per violoncello di F. Liszt per la Brilliant Classics. Ha insegnato per molti anni alla Scuola di musica di Fiesole e tenuto masterclasses in istituzioni quali Conservatorio Cajkovskij di Mosca, Pacific University (California), Untref-Buenos Aires, Manchester University.

Dal 2010 è il direttore artistico della stagione di musica contemporanea "Music@villaromana" a Firenze.

Emanuele Torquati, recentemente definito dal New York Times “a thoughtful musician” e dal Boston Globe "a vibrant pianist", ha studiato con G. Cardini prima, e in seguito con K. Bogino, Y. Loriod-Messiaen e A. Lonquich.

Suona regolarmente in Europa, Canada, Stati Uniti, Sudamerica e Africa, in centri musicali quali Addis Abeba, Buenos Aires (Teatro Colon), San Francisco, New York, Chicago, Vancouver, Boston, Strasbourg, Paris, Lyon, Berlin, Frankfurt, Munich, Krakow, Prague, Graz, Kiev, Ljubljana e Oslo. Le sue esecuzioni sono state trasmesse da emittenti quali RAI, BBC Radio3, Deutschland Radiokultur, MDR Kultur, Radio France, Radio Svizzera, RTE Lyric ed Euroradio. Si è esibito come solista con l’Orchestra Filarmonica di Buenos Aires, Avanti! Chamber Orchestra, l’Orchestra Regionale Toscana e l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI. A livello discografico, ha al suo attivo l’integrale dell’opera di Albert Roussel nel doppio CD “Promenade Sentimentale” e più recentemente l’integrale pianistica di Alexander Zemlinsky per Brilliant Classics, oltre all’uscita in prima assoluta con Samy Moussa per COL LEGNO. In duo con il violoncellista Francesco Dillon ha realizzato tre CD di rarità schumanniane e l’integrale delle opere di Franz Liszt. E' stato invitato come artist in residence per due anni consecutivi al prestigioso The Banff Centre (Canada), con progetti monografici su Olivier Messiaen e Leos Janàcek, nonchè presso l'Istituto Italiano di Cultura di Parigi nell'ambito del programma "Le Promesse dell'Arte" nel 2014.

La sua non esclusiva passione per la musica contemporanea lo ha portato a lavorare intensamente con compositori di primo piano, tra cui S. Bussotti, W. Rihm, K. Saariaho, B. Furrer, J. Harvey, B. Dean, M. Lindberg, P. Ablinger e con artisti della levatura di I. Charisius, M. Pintscher, G. Knox, I. Barnatan e Quartetto Prometeo.

Svariati i suoi impegni didattici, presso Conservatori italiani e istituzioni estere quali Trinity College Dublino, Boston University, Longy School e Università di La Plata. Dal 2010 è direttore artistico del Festival music@villaromana a Firenze.

CONCERTO FLAUTO E ORGANO

Mercoledì 21 settembre 2016 alle ore 20 nella Chiesa di Santa Maria del Rosario (C.da Cozzana - Monopoli), nell'ambito della rassegna FIORI MUSICALI (XII Edizione)

CONCERTO 

di

STELLA BEATRICE LOTESORIERE (organo)

GIANFRANCO LAFRATTA (flauto)

In programma musiche di Vivaldi, bach, Baker, Debussy, Alain

(organo di Francesco Zanin (2013)

Ingresso libero

organo monopoli

BROWN/FELDMAN (90+BACH)

Mercoledì 28 settembre 2016

Salone del Conservatorio, ore 20.30

BROWN/FELDMAN (90+BACH)

Recital I (con il supporto dell’Earle Brown Music Foundation (USA)

Gianni Lenoci, pianoforte

 

Programma

Earle Brown: 4 Systems (1954) (versione per pianoforte e suoni su supporto digitale)

Johann Sebastian Bach: Preludio e fuga in Sol diesis min. N° XVIII da “Il Clavicembalo ben temperato”(Libro I)

Morton Feldman: Palais de Mari (1986)

Johann Sebastian Bach: Preludio e fuga in Sol min. N° XVI da “Il Clavicembalo ben temperato”(Libro I)

Earle Brown: Twenty-Five Pages (1953) (versione per pianoforte e 24 pianoforti registrati su supporto)

Johann Sebastian Bach: Preludio e fuga in Do Magg.. N°I da “Il Clavicembalo ben temperato”(Libro I)

 

IL CONCERTO SARA’ INTRODOTTO DALL’INTERPRETE

 

Il programma presentato è risultato vincitore di un premio da parte della Earle Brown Music Foundation (USA) per gli anni 2016 e 2017 destinato a diffondere la musica ed il pensiero estetico di Earle Brown nella ricorrenza del suo 90esimo anniversario della nascita.

Questo è il primo dei due recital previsti. (Il secondo programma sarà presentato a settembre 2017).

L’impaginato (già presentato in recital, workshop e conferenze in tutta Europa) prevede l’esecuzione di lavori di Earle Brown e Morton Feldman alternati ad alcuni Preludi e fuga tratti da “Il Clavicembalo ben temperato”(Libro I) di Johann Sebastian Bach, ottenendo così:

corto-circuiti dell’ascolto circa le procedure di forma, processo, astrazione e purezza”.

Questo progetto culminerà nel 2017 con la registrazione di un cd monografico per l’etichetta Amirani Records (Contemporary Series) che in passato ha già registrato Gianni Lenoci nell’interpretazione di opere di Morton Feldman, Sylvano Bussotti, John Cage oltre a documentare la sua attività di improvvisatore

 

 

brown-feldman-bach copia

 

 

 

GIANNI LENOCI (Monopoli, 6/6/1963)

pianista, compositore e didatta.

Si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio "S. Cecilia" di Roma e in musica elettronica presso il Conservatorio "N. Piccinni" di Bari, ove ha conseguito anche la Diploma Accademico di secondo livello in pianoforte (indirizzo solistico) con il massimo dei voti e la lode, con un recital monografico e discutendo una tesi sull'opera pianistica di Morton Feldman.

Ha studiato jazz ed improvvisazione con Mal Waldron e Paul Bley.

E' stato finalista nel 1993 dell'European Jazz Competition di Leverkusen (Germania) e nel 1996 vincitore di un premio della Fondazione Acanthes di Parigi (Francia). Nel 2003 la sua composizione elettronica "Notturno Frattale", ha vinto il Premio Internazionale della Società Italiana di Informatica Musicale. Ha collaborato con i massimi specialisti mondiali del jazz e della musica improvvisata come: Massimo Urbani, Steve Lacy, Joelle Leandre, Steve Grossman, Harold Land, Bob Mover, Enrico Rava, Glenn Ferris, Eugenio Colombo, Giancarlo Schiaffini, Don Moye, Han Bennink, Antonello Salis, Carlo Actis Dato, David Gross, Paul Lovens, Sakis Papadimitriou,Georgia Sylleou, Jean-Jacques Avenel, John Betsch, Markus Stockhausen, Steve Potts, Carlos Zingaro,John Tchicai, Kent Carter,William Parker, David Murray, Roscoe Mitchell, Sabir Mateen, Evan Parker, Marc Ducret, Charles Gayle per citarne alcuni. Ha inoltre tenuto performances con poeti, danzatori ed artisti multimediali. Oltre che come improvvisatore, Lenoci è attivo come interprete dal vasto repertorio, con un'attenzione particolare a compositori come Morton Feldman, Earle Brown, Sylvano Bussotti, John Cage oltre all'opera completa per strumento a tastiera di Johann Sebastian Bach.

Dal 1990 insegna Prassi Esecutiva, Improvvisazione e Composizione nei corsi di jazz del Conservatorio "N. Rota" di Monopoli ove ricopre l'incarico di Coordinatore del Dipartimento di "Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali" all’interno del quale realizza produzioni e progetti didattici apprezzati a livello internazionali ed è Visiting Erasmus Professor presso: Bucharest University, Corfu University , Royal Northern College of Manchester,Conservatorio Superior de Malaga, Franz Liszt Hochschule in Weimar, Conservatorio Superior de Madrid, Conservatorio Superior de Salamanca, Yasar University di Izmir.

Nel 2011 è stato composer in residence presso l’Atlantic Center for the Arts in Florida, USA.

Nel 2012 il suo nome è stato inserito nelDictionnaire du jazz di Philippe Carles.

Nel 2015 ha scritto le musiche per il film “Ritorno a Spoon River (RAI-Cinema) del regista Francesco Conversano.

Ha suonato in tutta Italia,Francia, Spagna,Inghilterra,Romania, Ungheria,Albania, Argentina,Grecia, Turchia, USA, Canada, Olanda, Austria, Polonia, Belgio, Germania,Arabia Saudita ed inciso più di 50 cd per Splasc(h), Modern Times, ASC, ANT, Leo, afk, sentemo, vm-ada, DAME (Ambiances Magnetique), VEL NET, Soul Note, Amirani.

 

 

 

Concerto di ANDREA CARROZZO

 
Giovedì 22 settembre 2016
Salone del Conservatorio, ore 20.30 
concerto del sassofonista Andrea Carrozzo
(Festival di musica contemporanea, II parte)
 
 
 

L. BERIO                                  “SEQUENZA IXb”                      Sassofono contralto solo

A. GENTILUCCI                     “LE TRAME DI UN LABIRINTO”   Sassofono contralto solo

D. ROTARU                            “LEGEND II”                              Sassofono soprano solo

G. SCELSI                               “TRE PEZZI”                              Sassofono soprano solo

L. BERIO                                 “SEQUENZA VIIb”                    Sassofono soprano solo 

 

 

 

 

carrozzo

 

 

Andrea Carrozzo si diploma in sassofono con il massimo dei voti presso il Conservatorio "N. Rota" di Monopoli (BA) sotto la guida del M° Vittorio Cerasa e attualmente si perfeziona al Conservatoire de Lyon con il M° Jean-Denis Michat ottenendo, nel Maggio 2016, il D.E.M. (Diplôme d'Etudes Musicales) in sassofono con menzione “très bien à l’unanimité”.

Si perfeziona continuamente con musicisti di chiara fama mondiale tra cui: C. Delangle, V. David, C. Wirth, J. Y. Fourmeau, A. Bornkamp, D. Gauthier, M. Hirano, Jimenez Alba, R. Hekkema. Nell’estate del 2014 prende inoltre parte ai corsi organizzati dalla “Université Européenne de Saxophone” di Gap (Francia).

Ha conseguito diversi primi premi in concorsi nazionali ed internazionali e nell’ottobre 2013 è stato finalista al “Premio Nazionale delle Arti” nell’ambito del quale ha ricevuto, dalla giuria, una menzione speciale. Prende parte inoltre a diverse rassegne musicali, in Italia e all’estero, sia in qualità di solista che in formazioni da camera. Nell’ottobre 2015 ha suonato in qualità di solista con l’orchestra del Conservatorio di Monopoli il “Concerto” di A. Glazunov.

È stato membro del Sunrise Trio, una formazione inusuale composta da due sassofoni e pianoforte, collaborando con il sassofonista M° Vittorio Cerasa e la pianista M° Paola Bruni ed esibendosi in numerosi concerti in Italia e all’estero. 

 

INGRESSO LIBERO

Manuel Maria Ponce e la chitarra

Mercoledì 21 settembre 2016

Salone del Conservatorio, ore 19.30

Concerto a cura della scuola di chitarra:

Manuel Maria Ponce e la chitarra

con la collaborazione dei Maestri Domenico Di Leo, Goran Listes,

Nino Maddonni, Giorgio Mirto, Pablo Montagne

e degli allievi della scuola di chitarra

 

manuel ponce copia

 

 

Manuel Maria Ponce

Elogio della chitarra”

Storie, lettere e aneddoti di un rapporto amoroso con la chitarra

Sonata III I Allegro moderato Alice Caroli (I corso biennio)II Chanson, andante III Allegro non troppo M° Goran Listes

Sonata Romantica “Omaggio a F. Schubert” I Allegro moderato Ornella Vinci (III c. triennio) II Andante espressivo III Allegretto vivo Giovanni Barbetta (I corso biennio)

Suite Antica Preludio – Sarabanda – Giga Sante Mileti (III c. triennio)

Sonatina Meridional I Campo Fabio Lippolis (II c. triennio)

Tema Variato e finale Tema – 2 variazioni e finale Antonio Tunno (I corso biennio)

Valse – Tropico – Cancion “La Pajarera” M° Antonino Maddonni

Concierto del Sur I Allegretto M° Pablo Montagne , chit. M° Domenico DiLeo , piano

5 Canciones Mexicanas Celeste Gugliandolo, voce M° Giorgio Mirto , chit.

Guida all’ascolto a cura di Antonio Tunno

 

ingresso libero 

 

concerto di FABIO PAIANO

Riprendono i "FIORI MUSICALI" edizione 2016:

10 settembre 2016 ore 20.30 - Chiesa Collegiata Maria SS.ma Assunta in Grottaglie (Ta)
organo anonimo del 1501
Organista FABIO PAIANO

In programma musiche di Merula, Gabrieli, Sweelink, Pasquini, Frescobaldi, Scheidemann, Pachelbel, Bull, Bach
Ingresso libero

 

organo monopoli

MUSICA AL CASTELLO

Venerdì 9 settembre 2016
Castello di Carlo V,  ore 19
 
Porqué es morir asì vivir!
nell’ambito di Scatti di Poesia 2016
Mostra foto letteraria, terza edizione
 
Lettura poetica a cura di Daniele Maria Pegorari
con intervento musicale 
di Gabriella Sammarco (soprano) e Sara Mannarini (pianoforte)
 
 
 
Enrique Granados (1867 - 1916)
La Maya Dolorosa I / II / III
 
Heitor Villa-Lobos (1887 - 1959)
Floresta do Amazonas
Veleiros / Cançao de Amor  / Cair fa tarde / Melodia Sentimental
 
 
Gabriella Sammarco, soprano
Sara Mannarini, pianoforte
 
castello monopoli

IL PIANETA AZZURRO

mercoledì 27 luglio 2016

Chiostro del Conservatorio, ore 20.30

IL PIANETA AZZURRO

Gocciolature d'anima

concerto letterario

Ideazione  di Rossana Fiorini

Una produzione: Associazione MAW/Music Art Writing communication

Partner: Conservatorio “N. Rota”, Monopoli; Galleria Nazionale Palazzo Spinola/Beni Culturali,

Associazione Amici del Teatro Carlo Felice e del Conservatorio “N. Paganini”, Genova

Testo e letture: Rossana Fiorini Pianoforte: Nunzio Dello Iacovo

L. BERIO Wasserklavier (Acquapiano)

da Sei “Encores”

F. LISZT Chasse neige (Tempesta di neve)

studio trascendentale n. 12

C. DEBUSSY Jardins sous la pluie (Giardini sotto la pioggia)

da Estampes

F. LISZT Au bord d’une source (Al bordo di una sorgente)

da Anneés de pelerinage, Suisse

G. BIZET Les reves (I sogni)

da Chants du Rhin (da canti sul Reno)

F. LISZT Au lac de Wallenstadt (Al lago di Wallenstadt)

da Anneés de pelerinage, Suisse

A.N. SCRIABIN Sonata Fantasia n.2 Op. 19

C.T. GRIFFES The fountain of the Acqua Paola (La fontana di Acqua Paola)

F. CHOPIN Barcarolle Op. 60 (Barcarola)

 

Il recital “Il pianeta azzurro”, con voce narrante, è stato pensato espressamente per la programmazione artistica di Expo Milano 2015, nel cui palinsesto ufficiale è stato ospitato, con debutto presso l’Auditorium Lattuada Fondazione Milano, nello scorso mese di settembre.

Di Expo ha ottenuto logo e patrocinio, unitamente a quello del Conservatorio “N. Rota”, per poter essere presentato, con tale formula, in vari luoghi e contesti di valore artistico o accademico.

Il recital è incentrato sul binomio testo – musica, in modo integrato, e propone una delle tematiche centrali della manifestazione internazionale svoltasi lo scorso anno.

Il ciclo dell’acqua ne è il tema conduttore attraverso alcune tra le più belle “immagini” musicali proposte al pianoforte da grandi compositori, con brani che, per lo più in modo esplicito, fanno riferimento all’acqua.

A differenza delle musiche, attinte dal grande repertorio classico, il testo è concepito espressamente per il concerto, in doppia chiave di lettura. La prima si riferisce al tema dell’acqua, vista come vitale elemento naturale e, al contempo, nel suo significato simbolico e traslato. La seconda, con il testo che si affianca o, meglio, si insinua nelle frasi musicali, porta a traslare anche in forma verbale, con parole espresse o sospese, sensazioni e suggestioni scaturite dalla musica.

Una musica, questa, che accoglie il testo e si lascia esprimere, in modo inedito, anche in forma letteraria, attraverso un doppio binario, parallelo.

Un testo che si fa permeare dalla musica, come la terra (e la vita) dall’acqua.

 

Rossana Fiorini

Eclettica, diplomata all’Accademia di Belle Arti, si occupa contemporaneamente

di arte, letteratura, critica, musica. È autrice di due romanzi (Di bianco in neve

e La luna nel pizzo, entrambi Armando Curcio Editore) e di testi teatrali, spesso

interagenti con concerti, presentati in ambito nazionale in prestigiose storiche

location. Ha pubblicato liberamente recensioni su quotidiani e riviste di settore

(tra cui: Corriere del Giorno; TOP fly Magazine - ex giornale ufficiale di bordo

AirOne -; Contro Corrente / Trimestrale di Cultura e Arte). Ha scritto presentazioni

per mostre. Come artista ha all’attivo circa 200 esposizioni in Italia e all’estero.

Annovera, fra gli altri, eventi artistico-culturali con: Gran Teatro La Fenice, VE; Teatro

Carlo Felice, GE; Teatro Kismet Opera, BA; Teatro Sociale, BG; Accademia

Internazionale Arte Media, TO. Ha realizzato sculture e scenografie per la televisione:

Rai, Mediaset. Presente in intervento installativo effimero presso i Giardini

della 49° Biennale d’Arte di Venezia. Testimone a New York per Europa America

360°. Convocata nel Principato di Monaco per Art a vivre Vivre avec l’art, al Place

du Centenarie. Quale membro del gruppo Intercity Team, è intervenuta al XX e

XXI Video Festival di Locarno; alla Celebrazione del 25 aprile, con il Museo Nazionale

della Storia; a Iter Ipertesto Terra in Germania, Paesi Bassi, Belgio, Francia,

Svizzera, Lituania. Realizza cartelle, illustrazioni e copertine. Nel 2008 ha fondato,

assumendone la presidenza, l’Associazione culturale MAW/Music Art Writing

communication, dove si cura di ideazione e produzione eventi, tra cui “Richiami

d’amore alla vigilia del 12 novembre” realizzato a bordo della portaerei Cavour,

con l’egida della Presidenza della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei

Ministri e della Marina Militare Italiana.

www.rossanafiorini.it

 

Nunzio Dello Iacovo

Diplomato con lode al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma, prosegue gli studi con

Pommier e Badura Skoda a Vienna, poi con Perticaroli alla Sommer Akademie

Mozarteum” di Salisburgo e infine al Corso di perfezionamento dell’Accademia

Nazionale di “S. Cecilia” di Roma, conseguendo massimi voti. Vincitore di prestigiosi

premi nazionali e internazionali, debutta subito all’estero: teatro Musikhalle,

Amburgo; Slovenska Filharmonia, Bratislava; Ateneul Roman, Bucarest; seguono

altri importanti teatri in Spagna e Repubblica Slovacca. Negli anni, è ospite di Festival

di alta levatura: “Settimane Musicali di Verbania”, “Gubbio Festival”, “Sonopolis”

della Fenice. Dalla ventennale cooperazione col compositore Luciano Sampaoli

e il poeta Mario Luzi, scaturisce copiosa produzione di concerti, eventi e produzioni

discografiche a distribuzione nazionale. Recentemente si esibisce, fra l’altro,

alla St. Paul’s Church Covent Garden di Londra. Dal sodalizio artistico con Rossana

Fiorini nascono iniziative culturali rappresentate in luoghi patrimonio (Sala Piatti,

BG; Galleria Nazionale Palazzo Spinola, GE; Palazzo Blumenstihl, Roma; ecc.),

quali il concerto-spettacolo Da Chopin a Chopin (tra l’altro insignito del marchio

mondiale coniato per i 200 anni dalla nascita del musicista e destinato ai massimi

eventi chopiniani), l’originale “Alfabeto dell’Anima”, recital-scultura ideato per e

con il Teatro La Fenice, e il concerto letterario “Scritture d’anima tra righi e righe”, in

collaborazione con Università di Bari e Armando Curcio Editore. E’ docente titolare

di una cattedra di Pianoforte Principale al Conservatorio “N. Rota” di Monopoli.

E’ organista dell’Arcidiocesi di Taranto per l’attività concertistica in Cattedrale.

www.delloiacovo.com

fiorini

dello iacovo

SOLISTI CON L'ORCHESTRA

Solisti, compositori, direttori:

i giovani talenti del Conservatorio in evidenza

 

Anche quest’anno Il Conservatorio “N.Rota”  di Monopoli  offre ai propri migliori studenti l’opportunità di esprimere in pubblico il proprio talento dopo aver superato rigorose selezioni. I migliori strumentisti, studenti di composizione e di direzione d’orchestra diventano protagonisti di concerti nei quali l’orchestra del Conservatorio è diretta da studenti, suona  nuove composizioni di studenti e accompagna solisti studenti. 

Doppio imperdibile appuntamento: venerdì 8 e sabato 23 luglio 2016, nel Chiostro del Conservatorio alle ore 20.30, per ascoltare due concerti sinfonici in cui saranno protagonisti i solisti Stefano quaranta (clarinetto), Gabriele Balsamo (percussioni), Federico Pische, Giambattista Chiatante, Erica Sette (pianoforte), Riccardo Rollo (trombone), i compositori Francesco Paolo Ippolito Cordiglia, Antonia Cinquepalmi, Adriana de Serio,  i direttori Carlo Chirizzi, Antonia Cinquepalmi e Stefano De Laurenzi.  L’Orchestra del Conservatorio sarà diretta dai maestri Filippo Maria Bressan e Sergio Piccone Stella. 

 

secondo appuntamento: sabato 23 luglio 2016

Chiostro del Conservatorio, ore 20.30

SOLISTI CON L'ORCHESTRA

direttore Sergio Piccone Stella

 

 

A. De Serio:

Invenzione Sinfonica (dedicato a R.Panfili)

(direttore: Carlo Chirizzi)

N.Rota:

Concerto per trombone e orchestra

solista: Riccardo Rollo

S.Prokofiev:

Concerto n.1 per pianoforte e orchestra

solista: Giambattista Chiatante

 

°°°°°

 

F.P.Ippolito Cordiglia:

Focusing on Elisabeth

(direttore: Antonia Cinquepalmi)

L.van Beethoven:

Ouverture da “Coriolano” op.62

(direttore: Antonia Cinquepalmi)

S.Rachmaninov:

Concerto n.1 per pianoforte e orchestra

solista: Erica Sette

 

 

ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO “NINO ROTA”

Violini I

Simona Pentassuglia, Giuliana Leoci, Sabrina Loforese, Giovanni Zonno, Rita Paglionico, Lucia Carparelli, Lukas Liebald, Ester Augelli, Annamaria Pignatelli, Rita Iacobelli

Violini II

Maria Pia Prete, Antonio Papapietro, Francesca Cacciotta, Graziana D'Amico, Flavia Madaghiele, Grazia Vinci, Maria Rex, Graziana Galiulo

Viole

Flavio Maddonni, Manuel D'Ippolito, Cecila Santostasi, Dario Cappiello

Violoncelli

Francesco Tanzi, Marcello Forte, Giuliana Zito, Annalisa Di Leo, Lilia Mastrangelo, Alessandra Cacciotta

Contrabbassi

Angelo Cito, Davide Milano, Arduino Panaro

Flauti e Ottavino

Serena Di Palma, Annachiara Mangione, Gianfranco Lafratta

Oboi

Giuseppe Leoci, Rosanna Di Carolo

Clarinetti

Stefano Quaranta, Fabrizio Lillo

Fagotti e Controfagotto

Alessia Brancia, Caterina Calzolaro, Marcello De Giuseppe

Corni

Stefano Palumbo, Vincenzo Convertini, Gabriele Falcioni, Filippo Chiavaroli

Trombe

Cosimo Colucci, Leonardo Lozupone

Trombone e trombone basso

Giuseppe Guida

Basso tuba

Marcello Cardone

Percussioni

Alessandro Marrocco, Vittorio Gaudenti

 

Ingresso libero

 

solisti orchestra

CASTELLO DI SUONI

Castello di Suoni

viaggi e avventure nel regno della musica da camera

Prima rassegna cameristica giovanile

a cura del Dipartimento delle musiche d’insieme del Conservatorio “Nino Rota”

Prima serie

Monopoli, Castello di Carlo V

 

Primo appuntamento
Sabato 9 luglio ore 19.45

 

Secondo appuntamento

Domenica 17 luglio ore 19.45

 

Terzo appuntamento 

Domenica 24 luglio ore 19.45

 

Quarto appuntamento

Venerdì 5 agosto ore 19.45

Uno dei luoghi più suggestivi della città antica si fa scrigno di preziose proposte musicali nel segno del piacere dell’ascolto.

Quattro concerti che sono quasi degustazioni musicali: programmi a sorpresa, tutti da scoprire e assaporare, tra pagine strumentali e vocali, lungo le epoche diverse della storia della musica.

di leo castello

INGRESSO LIBERO

 

 

 

SOLISTI CON L'ORCHESTRA

Solisti, compositori, direttori:

i giovani talenti del Conservatorio in evidenza

 

Anche quest’anno Il Conservatorio “N.Rota”  di Monopoli  offre ai propri migliori studenti l’opportunità di esprimere in pubblico il proprio talento dopo aver superato rigorose selezioni. I migliori strumentisti, studenti di composizione e di direzione d’orchestra diventano protagonisti di concerti nei quali l’orchestra del Conservatorio è diretta da studenti, suona  nuove composizioni di studenti e accompagna solisti studenti. 

Doppio imperdibile appuntamento: venerdì 8 e sabato 23 luglio 2016, nel Chiostro del Conservatorio alle ore 20.30, per ascoltare due concerti sinfonici in cui saranno protagonisti i solisti Stefano quaranta (clarinetto), Gabriele Balsamo (percussioni), Federico Pische, Giambattista Chiatante, Erica Sette (pianoforte), Riccardo Rollo (trombone), i compositori Francesco Paolo Ippolito Cordiglia, Antonia Cinquepalmi, Adriana de Serio,  i direttori Carlo Chirizzi, Antonia Cinquepalmi e Stefano De Laurenzi.  L’Orchestra del Conservatorio sarà diretta dai maestri Filippo Maria Bressan e Sergio Piccone Stella.

 

venerdì 8 luglio

Chiostro del Conservatorio, ore 20.30

SOLISTI CON ORCHESTRA

direttore Filippo Maria Bressan

 

C.M.von Weber:

Concerto n.2 op.74 per clarinetto e orchestra

solista: Stefano Quaranta

N.Rosauro:

Concerto per marimba e orchestra d'archi

solista: Gabriele Balsamo

 

§§§

 

A.Cinquepalmi:

Gli inespressi grolessi del Planemeo

(direttore: Stefano de Laurenzi)

F.Mendelssohn:

Ouverture op.26, Die Hebriden

(direttore: Stefano De Laurenzi)

L.van Beethoven:

Concerto n.4 in sol magg. op.58 per pianoforte e orchestra

solista: Federico Pische

 

 

ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO “NINO ROTA”

Violini I

Claudio Mansueto, Giuliana Leoci, Maria Pia Prete, Sabrina Loforese, Rita Paglionico, Ester Augelli, Giovanni Zonno, Elisabeth Palmitessa, Annamaria Pignatelli

Violini II

Simona Pentassuglia, Antonio Papapietro, Francesca Cacciotta, Graziana D'Amico, Flavia Madaghiele, Grazia Vinci, Gianvito gentile, Graziana Galiulo

Viole

Marta Cacciatore, Manuel D'Ippolito, Cecilia Santostasi, Dario Cappiello

Violoncelli

Francesco Tanzi, Giuliana Zito, Annalisa Di Leo, Lilia Mastrangelo

Contrabbassi

Angelo Cito, Davide Milano

Flauti

Serena Di Palma, Annachiara Mangione

Oboi

Giuseppe Leoci, Irene Metere

Clarinetti

Matteo Erba, Nicola Santa

Fagotti

Alessia Brancia, Caterina Calzolaro

Corni

Stefano Palumbo, Vincenzo Colucci

Trombe

Cosimo Colucci, Leonardo Lozupone

Percussioni

Alessandro Marrocco

 

INGRESSO LIBERO

solisti orchestra

 

 

 

GUITARKESTRA

Mercoledì 6 luglio 2016

Chiesa di S.Antonio, ore 20,30

 

 

PAESAGGI SONORI

GUITARKESTRA

Le chitarre si fanno orchestra

ed esplorano nuovi paesaggi sonori

 

Leo Brouwer1

Paisaje cubano con Rumba

Antonino Maddonni
2

La notte incantata

Giorgio Mirto3

Three Impressions

The Flight / Disillusion / Dance

Pablo Montagne4

20

Steve Reich5

Electric Counterpoint

Guitarkestra

Chitarre Giovanni Barbetta / Antonio Bianco / Alice Caroli / Antonio Carone / Claudio Clemente / Francesca De Robertis/ Magda Grieco / Massimo Leogrande / Giuseppe Mazzarelli / Gabriel Ostuni / Antonio Tunno / Francesco Uva / Francesca Vasta / Ornella Vinci


Basso elettrico

Claudio Clemente / Luca Tomasicchio

Vibrafono

Camillo Maddonni

Direzione

Maestri Goran Listes1, Antonino Maddonni2, Giorgio Mirto3, Pablo Montagne4, Domenico Di Leo5

 

Guitarkestra 6 luglio

 

INGRESSO LIBERO 

FIORI MUSICALI: Tromba e Organo in cattedrale

Nell'ambito della XI rassegna organistica "FIORI MUSICALI" (XI edizione), Domenica 3 luglio 2016 alle ore 20 nella cattedrale di Monopoli avrà luogo il concerto del Duo PIERLUIGI MAZZONI (organo) - GIUSEPPE MARSEGLIA (tromba). 

Ingresso libero

CANTI SOMMERSI

CANTI SOMMERSI
Festival di Musica contemporanea  - III edizione
CONCERTO DI ALESSANDRA ROMBOLA'
(recital per flauto solo)

 

Monopoli, Castello Carlo V, martedì 5 luglio 2016 ore 20
Ingresso libero

 

 

Flautista italiana residente in Spagna, dove si occupa di musica contemporanea e di improvvisazione libera, Alessandra Rombolà è un’ interprete di enorme versatilità che domina i linguaggi contemporanei piú differenti: dalle opere con notazione aperta alle partiture grafiche, dall’ elettroacustica all’ improvvisazione locandina 5 luglio 2016libera e strutturata.

Come musicista ha lavorato in collaborazione col mondo della danza, delle arti plastiche, della video art, della narrazione, del teatro…
Di solida formazione accademica, (Diploma al Conservatorio di Cuneo, Postgraduate e Master in Performance al Trinity College of Music in London, Specializzazione in Musica Contemporanea al Conservatorio Superiore di Strasbourgo), il suo interesse per la musica contemporanea la porta a collaborare con numerosi compositori ed ensembles, tra cui: Proyecto Guerrero, Cosmos XXI, Plural Ensemble, Neopercusión, Nou Ensemble, Vertixe Sonora, Espai Sonor etc.. Lavora in stretta collaborazione con i compositori piú interessanti dell’ ambito nazionale Spagnolo, essendo in molte occasioni la dedicataria di pezzi per flauto solo.
Nell’ ambito dell’ improvvisazione libera ha creato un mondo sonoro unico, combinando il suono del flauto con quello di oggetti di ceramica piú svariati.
Suona con alcuni dei piú importanti musicisti della scena europea che si occupano d’improvvisazione ed è stata spesso invitata in diversi festival in Spagna, Francia, Norvegia, Libano, Messico e Stati Uniti.
É insegnante di ruolo al Conservatorio Professionale di Madrid ed è insegnante di Flauto e Musica da Camera presso il Centro Superiore Katarina Gurska di Madrid.
Ha inciso per le case discografiche di musica sperimentale “CONFRONT”, “Tañidos”, “Sofa”, “Sillón”, “Another Timbre”, “Al-Maslakh”, “Con-V”.

 

VIOLONCELLI ALL'OPERA

lunedì 4 luglio

Chiostro del Conservatorio, ore 21

VIOLONCELLI ALL'OPERA

 

Il Cello Ensemble “Nino Rota” (realtà musicale fortemente voluta dal Maestro Marcello Forte in seno alle classi di Violoncello del Conservatorio di musica “Nino Rota” di Monopoli), vede protagonista il VIOLONCELLO, strumento versatile capace di infinite possibilità sonore, varietà timbriche e delicate sfumature melodiche.

L’ensemble è formato da allievi diplomati e diplomandi a cui si affiancano Maestri di chiara fama.

Il repertorio vario e accattivante è costituito da musiche originali ed arrangiamenti di temi tratti dal repertorio classico-leggero (arrangiati per l’Ensemble da Michele Cellaro) che ben si prestano alle molteplici sonorità dello strumento. 

L’aggiunta del Contrabbasso (completamento perfetto per tutte le formazioni orchestrali) consente all’“insieme” di “adagiarsi” sui registri più gravi, conferendo al “Cello Ensemble” un “Suono” assolutamente particolare rendendo il programma variegato, brillante e accattivante.

violonc 4 lug 2016 copia

Vincenzo Bellini: Norma - Fantasia

Sinfonia - Dell'aura tua profetica - Ah! bello a me ritorna - Casta Diva –

I figli uccido! Mira o Norma - Sì, fino allora - Guerra, guerra - Deh! Non volerli vittime

 

Giuseppe Verdi da “I Masnadieri”Preludio

da “La Traviata” Preludio Atto IIIAddio del passato

Soprano: Ilaria Calò

da “Otello”Ave Maria e Finale atto IV

Soprano: Ilaria Tamburrino

 

Giorgio Mirto Hana Bi per Violoncello, Contrabbasso e Orchestra di Violoncelli

Violoncello: Marcello Forte

Contrabbasso: Michele Cellaro

Direttore: Giorgio Mirto

 

Pietro Mascagni da “Cavalleria rusticana”Intermezzo

Giacomo Puccini da “La Boheme”Valzer di Musetta

da “Tosca”Vissi d’arte

Soprano: Grazia D’Aversa

 

Gioacchino Rossini Gugliemo TellSinfonia

Giovanni Paisiello da “L’amor contrastato” (La molinara): Nel cor più non mi sento

Soprano: Linlin Wei

 

 

Gaetano Donizetti – da “Elisir d'amore” Della crudele Isotta

Soprano: Desireé Pappagallo

Flauto: Serena Dipalma

 

Cello Ensemble “Nino Rota”

Violoncelli:

Marcello Forte

Giuseppe Grassi

Fabio De Leonardis

Tiziana Di Giuseppe

Giuliana Zito

Antonia Chillà

Francesco Tanzi

Lilia Mastrangelo

Annalisa Di Leo

Alessandra Cacciotta

Claudia Notarstefano

Chiara Aurora

Contrabbassi:

Davide Milano, Angelo Cito

Flauto:

Serena Dipalma

Solisti: Ilaria Calò, Grazia D’Aversa, Linlin Wei, Desireè Pappagallo

 

Direttori:Michele Cellaro,Giorgio Mirto

 

INGRESSO LIBERO

TUTTI COL FLAUTO E...

Tutti col flauto e..” , al suo secondo anno, è un Progetto nato all’interno della rete ”Una rete per la Musica” con la finalità di verificare, monitorare e valutare in campo la stesura del Curricolo Verticale partendo dalle Scuola Medie ad Indirizzo Musicale del Territorio, in continuità con il Liceo Musicale “L.Russo” e in collegamento con il Conservatorio “N.Rota” di Monopoli.

Il Progetto ha quindi l’ambizione di coordinare e creare un intreccio tra esperienze musicali di diversi livelli, da vivere insieme maestri e allievi.

L’Orchestra diflauti rappresenta il mezzo più efficace per raggiungere questo obiettivo, con l’inserimento di altri strumenti a fiato in base alle esigenze timbrico espressive del repertorio.

Scuole Partecipanti:

Conservatorio N. Rota di Monopoli

I. S. S. "Luigi Russo" – Monopoli

Istituto Comprensivo “Gallo – Positano 2° Circolo” - Noci

Organico Orchestra di Flauti

Conservatorio “N.Rota” Monopoli: Ylenia Carbonara; Serena Dipalma; Gianfranco Lafratta; Annachiara Mangione; Federica Moliterno; Daniela Salonna; Onofrio Fonzetti; Federica Nato, Marco Roberto, Alessandro Oronzo Turi.

Liceo “L. Russo” Monopoli: Alessia Gimmi, Ilaria Lattarulo; Simone Giuseppe.

Scuola Media “Gallo” Noci: Claudio Bianco; Vito Locorotondo; Maria Letizia Maraglino; Martina Tinelli; Rosanna Gentile.

 

PROGRAMMA CONCERTO

24 giugno 2016 ore 18,30 Salone Conservatorio

28 giugno 2016 ore 19 Chiostro delle Clarisse - Noci

 

  • J. S. BACH – Cantata BWV 142 Uns ist ein Kind geboren

per ensemble di flauti

Direttore: SerenaDipalma

  • G. F. HÄNDEL – Passacaglia

per ensemble di flauti

Direttore: SerenaDipalma

  • Antonio VIVALDI – Concerto in Do magg. per 2 flauti e orch.

Allegro Molto – Largo - Allegro

Solisti: Onofrio Fonzetti – Federica Nato

Direttore: SerenaDipalma

  • C. W. GLUCK – Minuetto e danza degli Spiriti Beati

dall'Orfeo ed Euridice

Solista:Ylenia Carbonara

Direttore: SerenaDipalma

  • G. BIZET – Jeux d'enfants per ensemble di flauti

Direttore: SerenaDipalma

  • B. MARCELLO – Adagio per Oboe

  • E. MORRICONE – Mission per Oboe

Solista: Giuseppe Lioce

Direttore: SerenaDipalma

  • N. ROTA – Piccolo Omaggio al Maestro per ensemble di flauti

(elaborazione del M° Michele Cellaro)

Solista: Ylenia Carbonara

Direttore: SerenaDipalma

SANCTI TUI BENEDICANT TIBI

CONSERVATORIO DI MUSICA

NINO ROTA” MONOPOLI

Classe di Composizione e Direzione di Coro

Prof. C. C. Cannito

 

Giovedì 23 giugno 2016

Chiesa di S.Antonio, ore 20

"SANCTI TUI BENEDICANT TIBI”

--le lodi dei Giusti al Signore-

per soli, coro e orchestra da camera

 

"BEATI IMMACULATI” Palmisano Rosangela

T.L. DE VICTORIA

"SANT’AGOSTINO” Vinci Nicola

Tardi ti ho amato

Ecco, tu eri dentro di me

Mi tenevano lontano

E tu mi chiamasti

"SAN GABRIELE DELL’ADDOLORATA” Baglivo Vincenza

Carissimo Padre

"SANTA BARBARA DI NICOMEDIA” Leone Marco

O Dio, sei Tu il mio Dio?

Loda il Signore anima mia

O amabil volto

Sicut cervus

Torniamo ad amarci

Kyrie eleison

La morte è bella

Pregoti, Signore mio Gesù

Inno a Santa Barbara

"TRANSITO DI SAN FRANCESCO”  Mazzarelli fraMassimo

Salve Sancte Pater

Francesco ormai sconfitto

Incominciam fratelli

Preghiera davanti al crocifisso

A causa delle varie infermità

Laudato sii per quelli che perdonano

Erano passati due anni

Entro poco tempo

Io ho fatto la mia parte

Ave Verum

State saldi

Salmo 141

Laudato sii per sorella morte

Laudate et benedicete

Solisti

narratore       Comes Alberto

Santa Barbara    Di Carolo Rosanna

Santa Giuliana   Lopriore Anna

San Francesco   Leogrande Massimo

Coro

Soprani           Tenori

Cirici Ilaria                  Dell’Edera Viteliseo

Di Palma Serena          Lafratta Gianfranco

Murcjano Paula M.     Leogrande Massimo

Ricciotti Carola           Vinci Nicola

Contralti         Bassi

Baglivo Vincenza         Clemente Claudio

D’Errico Doriana        Comes Alberto

Lotesoriere Stella B.    Leone Marco

Palmisano Rosangela  Mazzarelli fra Massimo

Organo

Vinci Nicola

Flauto

Moliterno Federica

Viola

Frugis Emilia

Si ringraziano per la collaborazione preziosa: prof. Bisceglie, prof. Di Pierro, prof. Semeraro

cannito

IN RICORDO DI VITTORIO CERASA

Martedì 21 giugno 2016

Chiostro del Conservatorio, ore 21

IN RICORDO DI VITTORIO CERASA

 

In occasione del primo anniversario della scomparsa del M° Vittorio Cerasa, apprezzato ed indimenticato docente di sassofono presso il Conservatorio di Monopoli, solisti e gruppi strumentali del Conservatorio si alterneranno nell'offrire – attraverso la propria personale partecipazione – un piccolo omaggio musicale in memoria del Maestro prematuramente scomparso.

Prima dell'inizio del concerto si svolgerà, nella sede del Conservatorio, una breve cerimonia di intitolazione dell'aula n°1 al M° Vittorio Cerasa.

cerasa foto copia

FIORI MUSICALI: Concerto di Livia Mazzanti

GIOVEDI' 16 GIUGNO ORE 20.00 – MONOPOLI

SALONE DEL CONSERVATORIO

ORGANO DI FRANCESCO ZANIN (2011)

LIVIA MAZZANTI

RITUALI NON DI RITO

L'ORGANO DIVERSAMENTE MISTICO

 

Erik Satie (1866 - 1925)

dalla Messe des Pauvres (1888): Kyrie

Charles Ives (1874 - 1954)

Variations on "America" (1891)

Daniel Matrone

da L'Orgue et l'Orient (2016):

Berceuse (prima esecuzione italiana)

Erik Satie

Gymnopédie n° 1 (1888) – adatt. di P. J. Maxwell

Mauricio Kagel (1931 - 2008)

da "Rrrrrrr..." 8 Orgelstücke (1980/81):

Râga

Ragtime-Waltz

Louis-James-Alfred Lefébure-Wély (1817 - 1869)

Boléro de Concert op. 166

Erik Satie

dalla Messe des Pauvres: Prière des Orgues

Daniel Matrone

da L'Orgue et l'Orient (2016):

Caravansérail (prima esecuzione assoluta)

Jehan Alain (1911 - 1940)

Litanies (1937)

 

INGRESSO LIBERO

16 giu

CONCERTO FINALE DELLA CLASSE DI DIREZIONE D'ORCHESTRA

Venerdì 17 giugno

Chiostro del conservatorio, ore 20

CONCERTO FINALE

DELLA CLASSE DI DIREZIONE

D’ORCHESTRA

del M° Pablo Varela

 

Edward Elgar

Larghetto

(dalla Serenata per archi in mi minore op. 20)

direttore Brigida Maiorano

 

Pyotr Ilych Tchaikovsky

Sinfonia n. 5 in mi minore op. 64

Andante-Allegro con anima

direttore Antonella Cinquepalmi

 

Andante cantabile con alcuna licenza

direttore Stefano De Laurenzi

 

Valse. Allegro moderato

direttore Brigida Maiorano

 

Finale. Andante maestoso-Allegro vivace

direttore Carlo Chirizzi

 

Umberto Giordano

MESE MARIANO

Bozzetto lirico in un atto.

Libretto di Salvatore di Giacomo.

Personaggi ed interpreti:

Carmela Rosanna Di Carolo

Madre Superiora Idilia Annese

Suor Pazienza Paula Marina Murciano

La Contessa Ilaria Cirici

Suor Cristina-Suor Celeste Melissa Wedekind

Suor Maria-Suor Agnese Margareth Demicco

Don Fabiano Weijie Huang

Valentina Lorenzo Cavallo

Gruppo vocale della Classe di Esercitazioni Corali

Maestro del Coro: Francesco Aliberti

Organo: prof.ssa Livia Mazzanti

Maestri concertatori e direttori: Carlo Chirizzi,

Stefano De Laurenzi, Antonella Cinquepalmi

ORCHESTRA DELLA CLASSE

DI DIREZIONE D’ORCHESTRA

VIOLINI I

Claudio Mansueto (Simona Pentassuglia), Giuliana Leoci,

Maria Pia Prete, Sabrina Loforese,

Prof.ssa Rita Paglionico, Lucia Carparelli, M° Giovanni

Zonno, Elisabeth Palmitessa, Graziana D’Amico.

VIOLINI II

Simona Pentassuglia (Claudio Mansueto), M° Federico

Puglielli, Francesca Sofia Cacciotta, Ester Augelli, Grazia Vinci,

Flavia Madaghiele, Gianvito Gentile

VIOLE

M° Flavio Maddonni, Manuel D’Ippolito, Marta Cacciatore,

Dario Cappiello, Cecilia Santostasi.

VIOLONCELLI

Francesco Tanzi, M° Marcello Forte, M° Antonio Sanarica,

Annalisa Di Leo, Prof.ssa Giuliana Zito.

CONTRABBASSI

Angelo Cito, Davide Milano, Arduino Panaro

FLAUTI

Beatrice Mappa, Serena Di Palma, Annachiara Mangione

OBOI

Giuseppe Leoci, Rosanna Di Carolo, Fabiana Lazazzara

CLARINETTI

Stefano Quaranta, Matteo Erba

FAGOTTI

Alessia Brancia, Caterina Calzolaro

CORNI

Stefano Palumbo, Vincenzo Colucci

TROMBE

Cosimo Colucci

TROMBONI

Gianvito Lovecchio, M° Giuseppe Guida

BASSO TUBA

Marcello Cardone

PERCUSSIONI

Alessandro Marrocco

Ingresso libero

mese mariano

AFROAMERICANS

da mercoledì 15 a venerdì 17 giugno

Sede del Conservatorio

AFROAMERICANS

Mercoledì 15 giugno

Chiostro del Conservatorio, ore 21

LECTURE-CONCERT

LECTURE

Billy Strayhorn: “Seldom Seen, But Always Heard”

Walter van de Leur racconta la musica e la vita di Billy Strayhorn

 

Per oltre trent’anni, fino alla sua morte nel Maggio del 1967, Billy Strayhorn lavorò con Duke Ellington in veste di compositore, arrangiatore e pianista. Di sedici anni più giovane di Ellington e di solida formazione classica, Strayhorn divenne il più stretto collaboratore musicale di Ellington. Il contributo di Strayhorn alla Ellington Orchestra è stato molto più significativo di quanto si possa pensare.

Con composizioni come Chelsea Bridge, ricca di armonie classiche, oppure Take the “A” Train, con la sua notevole scrittura orchestrale, Strayhorn ha modernizzato il suono dell'orchestra e ha aperto nuovi orizzonti compositivi, non solo per Ellington, ma per una serie di compositori e orchestratori moderni.

Oltre a comporre molti brani originali, Strayhorn ha anche arrangiato centinaia di canzoni popolari e ha continuamente rivitalizzato il repertorio della band; ha inoltre collaborato con Ellington per progetti più ampi come le suite, un musical di Broadway e colonne sonore per film e tv; ebbe un ruolo importante anche in un numero significativo di composizioni originali di Ellington, per le quali non ha mai ricevuto il giusto riconoscimento.

Walter Van de Leur foto copia

Walter van de Leur è uno dei più autorevoli studiosi di musica afroamericana a livello internazionale.

Ha ricevuto un Ph.D. presso l'Università di Amsterdam (UVA) per la sua ricerca su Billy Strayhorn, poi pubblicata col titolo Something to Live For: The Music of Billy Strayhorn (New York: Oxford University Press, 2002). Questo libro ha ricevuto l'Irving Lowens Book Award 2003 for Distinguished Scholarship dalla Society of American Music.

Ha condotto ricerche approfondite presso la Duke Ellington Collection con due consecutive borse di studio dello Smithsonian Institution a Washington DC, e, inoltre, ha studiato e catalogato l’eredità musicale di Billy Strayhorn nell’archivio della sua tenuta, a Pittsburgh, in Pennsylvania.

La sua ricerca per la DutchJazz Orchestra ha portato alla realizzazione di sei CD contenenti brani pressoché dimenticati di Strayhorn (1995 e 2002), Mary Lou Williams (2005) e Gerry Mulligan e Gil Evans (2008).

Van de Leur insegna al Conservatorio di Amsterdam, dove è Coordinatore della Ricerca sia nel Master di Jazz sia in quello di musica Classica, docente di Storiografia del jazz nel Master di jazz, docente di Storia della Musica nel Bachelor di Jazz. È inoltre docente di Jazz e musica improvvisata presso l’Università di Amsterdam.

Ha collaborato in qualità di Principal Investigator e Senior Researcher a Rhythm Changes (2010-2013), un progetto finanziato dal programma di ricerca HERA che è co-finanziato dalla Comunità Europea. In tale veste, Van de Leur ha diretto le Conferenze Jazz and National Identities nel 2011, e Jazz Beyond Borders nel 2014 tenutesi entrambe presso il Conservatorio di Amsterdam.

A partire da settembre 2015, è Principal Investigator e Senior Researcher per CHIME (Cultural Heritage and Improvised Music in European Festivals), finanziato della Comunità Europea nell'ambito del programma JPI Cultural Heritage.

Van de Leur è nel comitato editoriale di Jazz Perspectives, una rivista pubblicata da Routledge, per la quale ha curato un numero speciale su Ellington (6: 1-2, 2012).

Scrive regolarmente anche per numerose riviste accademiche tra le quali Music and Research (Università di Oslo), per la rivista della Royal Society for Music History in the Netherlands (Utrecht University) e per Jazz Series (University of Michigan).

CONCERT

Halfway to dawn (sing a song of Strayhorn)

Nel centenario della nascita di Billy Strayhorn (1915-1967), Antonella Chionna decide di approfondire la figura dell’arrangiatore, compositore e pianista statunitense, noto soprattutto per la trentennale collaborazione col compositore e direttore d'orchestra Duke Ellington per il quale compose e orchestrò molti dei brani che resero famosa la sua orchestra. Un percorso musicale audace che rivisita tredici composizioni di Billy Strayhorn. Ad accompagnarla in questo viaggio il chitarrista e compositore Andrea Musci. Il duo, composto dai due artisti tarantini, nasce nelle aule del Conservatorio di Musica "Nino Rota" di Monopoli; un duo "atipico" nella concezione del suono e nella scelta dei materiali oggetto di studio e rielaborazione, un dialogo a due tra "voci" che sanno spaziare dalla tradizione alla sperimentazione in uguale misura, senza perdere di vista l'importanza del ruolo ricoperto dall'improvvisazione. La loro rilettura di "Left alone” è presente nell'antologia "Hunger And love: tribute to Billie Holiday" (Dodicilune, 2015).

Antonella Chionna è nata a Taranto nel 1990. E’ musicista e scrittrice; diplomata in “Canto Jazz” e in “Musica Jazz”, presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli, ha la possibilità di formarsi in Italia e all’estero con docenti di fama internazionale. Svolge attività concertistica e produzione artistica in campo musicale e discografico: nel 2013 pubblica Adiafora Dodicilune, nel 2015 Halfway to dawn (sing a song of Strayhorn) Dodicilune. Sul fronte letterario, ha portato avanti il filone di matrice classico alla base dei suoi studi, coniugando letture specializzate della tradizione letteraria alla ricerca di nuove forme espressive. Si è formata presso i salotti di Fucine Letterarie, qui ha avuto la possibilità di confrontarsi con esponenti di spicco della letteratura poetica italiana: ha pubblicato nel 2012 Epifanie baritonali Lupo Editore, nel 2014 Poghenos Lietocolle.

 

Si è esibita in Italia, Turchia e USA.   Chionna foto - live copia

 

Andrea Musci è nato a Taranto nel 1983. E’ chitarrista e compositore; cresciuto come musicista autodidatta, ha frequentato lezioni di canto e chitarra. E’ diplomato in “Chitarra Jazz”, presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli sotto al guida dei Maestri Domenico Caliri e Gianni Lenoci. Ha inoltre frequentato masterclasses e seminari con: Peter Bernstein, Barry Harris, Rosario Giuliani, Marc Ducret, Jason Lindner, Keith Tippett, Daniele Bravi. E’ autore di numerose composizioni, tra cui alcune canzoni, in cui esplora un linguaggio personale ispirato da jazz, rock, r’n’b e world music; attualmente sta lavorando al suo primo progetto discografico. Ha suonato in Italia, Bulgaria e Israele.   

Andrea Musci 2 copia

PETALI: Puccini e le donne

lunedì 13 giugno

Salone del Conservatorio, ore 20

PETALI

Puccini e le donne

a cura di Carmela Apollonio e Matteo Summa

poesie di Matteo Summa

scelta dei dipinti di Filomena Di Renzo

voce recitante Gino Cesaria

musiche di Giacomo Puccini

Classe di Canto della Prof.ssa Carmela Apollonio

Ilaria Calò, Gabriella Sammarco, Grazia D’Aversa soprani

Al pianoforte il M° Francesco Aliberti

Assistente tecnico Maurizio Pellegrini

Foto PUCCINI

 

Pochi compositori hanno dipinto nella loro musica la donna come Puccini. Verrebbe da chiederci da che cosa deriva quest’atteggiamento. Da spunti letterari? Da dettagli autobiografici? Probabilmente da entrambe le cose. Nel suo arco temporale la vita s’inarca lambendo zone d’interiorità che il teatro afferra e la musica sublima. L’arte procrea così come la donna. Puccini ne è convinto. Senza le donne non avremmo la sua musica. Una musica che coniuga attese umane da un osservatorio privilegiato in cui la donna è allo stesso tempo trionfatrice e vittima. Ma chi sono le sue eroine? Sono personaggi di un mondo in fermento. Un mondo che ci apre gli occhi ma che vuole continuare a sognare, in cui l’ideale diventa poesia e la poesia esigenza dell’animo. L’opera lirica è protagonista di questo mondo e Parigi è una capitale che affascina. Qui non è difficile trovare nella finzione come nella realtà giovani artisti e filosofi che vivono la vita tra il freddo di una soffitta e le calde atmosfere del Quartiere Latino. Rodolfo, un pittore, e Mimì, una giovane sarta, s’innamorano complice il buio, un lume e una chiave scivolata dalle mani della donna. A Mimì piace tutto ciò che parla d’amore. Ricama la tela e la seta, ma i fiori che lei cuce non hanno odore. Il suo amore si spegne col grido di Rodolfo. Dalla Parigi del XIX secolo si passa a un monastero della fine del Seicento. Qui è richiusa Suor Angelica, costretta a vestire l’abito come punizione per una relazione illecita da cui è nato un figlio. Un bimbo morto senza conoscere la sua mamma. Il pianto di Suor Angelica commuove trasfigurandosi in mistica ascesi. Spesso nella vita i desideri si tramutano in sogni: è il caso di Magda, che trascorre i suoi giorni nella cornice mondana della Parigi del Secondo Impero. La donna racconta di un suo amore giovanile con uno studente, rimpiangendo l’innocenza di quei tempi. Il poeta Prunier le dice che, come una rondine, volerà verso il mare per poi ritornare indietro. Il sogno s’infrange. Perché Puccini si accanisce così contro le donne? Perché la sua musica, dopo essersi aperta alla speranza, trova la valvola di sfogo, sia pure geniale, nel pessimismo? Pensiamo a Manon. L’ora è vaga e bella. Il giorno ride. Scende il sereno sul miracolo d’amore. Un miracolo il cui epilogo è in una landa deserta delle Americhe. Manon morente rivive in un incubo l’amore per Des Grieux. E c’è poi Anna, la quale vorrebbe esser piccola come un fiore per stare sempre vicina al suo amore e dirgli: “Non ti scordar di me”. Morta di dolore per essere stata abbandonata da Roberto, è accolta dalle Villi, spiriti che attendono nei boschi gli amanti infedeli per consumare la loro vendetta. In questo vortice, da vero uomo di teatro quel era, Puccini scandaglia un mondo di palpiti ed emozioni: dalla leggenda delle Villi alla fiaba cinese Turandot. Risponde al suo animo Liù, la giovane schiava innamorata del principe Calaf, mentre resta enigmatica la figura della spietata principessa Turandot. La dignità nascosta di Liù è cosa ben diversa dalla passionalità ardente di Tosca, che non può salvare il suo Mario dalle macchinazioni del barone Scarpia negli anni della sospirata Repubblica Romana. Da Castel Sant’Angelo si lancia nel vuoto. Tosca, Liù e Butterfly hanno dunque un unico destino: combattono l’ingiustizia al prezzo della loro vita. Butterfly ci tocca in modo particolare. È l’opera dello scandalo e del riscatto. Il soggetto s’ispira a un fatto realmente accaduto in Giappone. L’esotismo si colora di tinte decadenti. Pinkerton, tenente della marina americana, sposa una bambina, Cio-Cio-San, cioè Butterfly, che sospira al filo di fumo sul confine del mare, quando la nave bianca entra nel porto e il suo uomo si avvia sulla collina. Dalla gioia alla disillusione il passo è breve. Pinkerton ritorna per riprendersi il figlio avuto con lei. Per Butterfly morire con onore significa trafiggersi con la spada del padre in una casa addobbata di petali d’ogni fior.

Matteo Summa

puccini 13 giugno copia

CHIAVI DI LETTURA 2016: Arrivano i barbari

Chiavi di Lettura

la musica raccontata dai musicisti

per capire i linguaggi, le poetiche, le tecniche, gli strumenti 

Venticinquesimo appuntamento

Venerdì 24 giugno ore 20
Salone del Conservatorio

 

 


Arrivano i barbari

Domenico Di Leo racconta Bela Bartók

e la sua Sonata per due pianoforti e percussioni

 

 

 

Domenico Di Leo e Iacopo Rizzi, pianoforti
Vittorio Gaudenti e Alessandro Marrocco, percussioni

bartok

 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

CHIAVI DI LETTURA 2016: Unicorno

Chiavi di Lettura

la musica raccontata dai musicisti

per capire i linguaggi, le poetiche, le tecniche, gli strumenti 

Ventiquattresimo appuntamento

Mercoledì 8 giugno ore 20
Salone del Conservatorio

Unicorno
alla scoperta di uno strumento unico

Gabriele Falcioni suona e racconta

il Corno francese e i suoi antenati

con Domenico Di Leo, pianoforte

musiche di Ludwig van Beethoven

e Robert Schumann

 

Per molti il corno  è uno strumento sconosciuto.
Eppure è importantissimo e in tante musiche ha un ruolo fondamentale. Andiamo alla scoperta della "biodiversità" musicale e scopriamo la bellezza di questo strumento dal suono, speciale, unico.

Ecco perché con il titolo ci siamo concessi un gioco di parole.
Ed ecco perché vi invitiamo a non perdervi il nostro undicesimo appuntamento del 2016 (e il nostro venticinquesimo da quando abbiamo iniziato alla fine del 2014), penultimo primo della pausa estiva.Saremo in compagnia di un cornista di fama, Gabriele Falcioni, solista e primo corno di importanti orchestre nazionali, docente di Corno al Conservatorio "Nino Rota" di Monopoli.Insieme a lui, al pianoforte, Domenico Di Leo, pianista, camerista e ideatore di questo fortunato progetto.

corno

Chiavi di lettura 2016: Memoriali sul caso Schumann

Memoriali sul caso Schumann. Robert, Johannes e Clara: un’indagine musicale e letteraria in due appuntamenti

Un libro, due conversazioni e tanti ascolti musicali dedicate a un rapporto complesso, affascinante e inquietante tra tre geni della musica.

prima serata
Giovedì 26 maggio 2016 ore 20.30
(Gli) Schumann e (Johannes) Brahms
sentimento, pazzia e genio creativo

Conferenza-concerto del pianista Piero Rotolo
musiche di Robert Schumann e Johannes Brahms



seconda serata
Venerdì 27 maggio 2016 ore 20

Fillippo Tuena (scrittore), Michele Suozzo (musicologo) e Domenico Di Leo conversano sul romanzo "Memoriali sul caso Schumann" di Filippo Tuena (Il Saggiatore)

musiche di Robert Schumann, Johannes Brahms e Clara Wieck Domenico Di Leo, Daniela Manco, Iacopo Rizzi, Vincenzo Zoppi, pianoforte Antonella Defrenza, violino


Quella di Robert Schumann e Clara Wieck è stata una vicenda artistica e amorosa commovente, sulla quale molto si è detto.
Ma a un certo punto della vicenda compare all'orizzonte degli Schumann una figura che turba gli equilibri:
si tratta del giovane Johannes Brahms, che Schumann immediatamente riconobbe, con parole memorabili, come una sorta di semidio, spalancandogli le porte della sua casa, proteggendolo e incoraggiandolo.La prima serata, un progetto del pianista Piero Rotolo, propone un confronto artistico tra le musiche di Schumann e Brahms, cercando di delineare il ruolo esercitato da Clara Wieck Schumann nella vita di entrambi.La seconda serata avrà come protagonista uno scrittore e il suo straordinario ultimo libro, "Memorie sul caso Schumann", una suggestiva e ingegnosa immersione nelle atmosfere degli ultimi anni di vita di Schumann, tra il suo tentato suicidio e la permanenza nella clinica psichiatrica di Endenich.
Un libro dall'atmosfera stregata, che sa catturare l'attenzione del lettore.Il musicologo Michele Suozzo, noto conduttore de "La barcaccia" su Rai Radio Tre e il pianista Domenico Di Leo dialogheranno con l'autore.Una scelta di musiche di Schumann, Brahms e Clara Wieck, proposte dallo stesso Domenico Di Leo e da un gruppo di giovani concertisti del Conservatorio "Nino Rota", farà da contrappunto alla conversazione.

 

(Domenico Di Leo)

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI DISPONIBILI

schumann chiavi

CONCERTO per organo e sax

Sabato 28 Maggio 2016, ore 20, salone del Conservatorio

nell'ambito dei "FIORI MUSICALI" edizione 2016:

 

Concerto per organo e sax
MARGHERITA SCIDDURLO e PAOLO DEBENEDETTO

In programma:
J. Des Pres (1450-1521)
Tu solus qui facis mirabilia
J.J. Mouret (1682-1738)
Sinfonies De Fanfares
Rondeau, Air, Fanfares
J. Brahms (1833-1897)
Da “Werke für orgel”
Herzlich tut mich verlangen
G. Meyerbeer (1791-1864)
Kronungmarch in Mi Ь magg.
G. Bélier (1863-1938)
Toccata *
F. Peeters (1903-1986)
Da “Modale suite”
II. Scherzo
O. Maglio (1966)
Sonata
M. Colombier (1939)
Emmanuel
(elaborazione di C. Ceschini)
P. Tagliaferri (1964)
The Hours
(elaborazione per organo di M. Sciddurlo)
A. Piazzolla (1921-1992)
Oblivion
La muerte del Angel

INGRESSO LIBERO

DeBenedetto Sciddurlo

Chiavi di lettura 2016: IL COMPAGNO DMITRIJ

Mercoledì 18 maggio 2016

Salone del Conservatorio, ore 20

nell'ambito di CHIAVI DI LETTURA 2016:

 

Il compagno Dmitrij. Sogni e incubi di un genio della musica nella Russia di Stalin e Zdanov

 

Domenico Di Leo e Benedetto Boccuzzi suonano e raccontano il Concerto n.1 in do minore op.35 di Dmitrij Šostakovič per pianoforte, tromba e orchestra

Corrado Russo, letture

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

russia

Il nostro viaggio nel tempo e nello spazio continua:
dopo le stravaganze e gli estri della musica barocca questa volta vi portiamo dritti nella Russia rivoluzionaria degli anni 1930 e nell'Europa tra le due guerre mondiali.

La coloratissima, impetuosa, febbrile, eccitante e tragica Russia degli anni che seguirono alla Rivoluzione del 1917 sarà il luogo della nostra esperienza.

Coloratissima, impetuosa, febbrile, eccitante e tragica sono alcuni degli aggettivi che si prestano perfettamente a descrivere anche le qualità della musica di Šostakovič.Grazie al suo bellissimo Concerto n.1 del 1933 - con Benedetto Boccuzzi nella veste di brillante solista e Domenico Di Leo in quella di "orchestra (e tromba)" - potrete averene un bellissimo assaggio, respirare il clima di quegli anni, conoscere la personalità lacerata di un artista combattuto tra la fedeltà alle sue idee creative e quella a un regime il cui controllo si faceva di anno in anno più opprimente.Incontreremo insieme altri artisti geniali, poeti, registi, architetti, protagonisti delle battaglie e degli slanci sociali e culturali di quegli anni.
Ci imbatteremo in personaggi, come Stalin e Zdanov, terribili nel loro grandioso e folle proposito di esercitare un ferreo controllo sulla società, sulla vita degli individui e sul loro pensiero.Ripenseremo ai sogni e alle utopie e a come a volte purtroppo la loro attuazione per opera di uomini (e donne) che si sentono depositari di una verità e di una missione può dar luogo a incubi e distopie tragiche e spaventose.

(Domenico Di Leo)

CHIAVI DI LETTURA: Tutto quello che avreste voluto sapere sul barocco...

CHIAVI DI LETTURA 2016

Giovedì 12 maggio ore 20

"Tutto quel che vorreste sapere sulla musica barocca e non avete mai osato chiedere"

 

Fantasie, riflessoni, divagazioni e musiche varie

con Alessandro Tampieri, violino barocco e Marco Bisceglie, clavicembalo

con la partecipazione di Domenica Santoro

musiche di Giovanni Antonio Leono, Giovanni Antonio Pandolfi Mealli, Angelo Berardi, Girolamo Frescobaldi

 

 

barocco

 

 

 

Chiavi di Lettura questa volta ci conduce nel mondo sorprendente dell’estetica barocca.
Le nostre guide saranno due specialisti come i maestri Alessandro Tampieri, violinista barocco attivo e apprezzato in tutta Europa e Marco Bisceglie, cembalista dal contagioso entusiasmo per la riscoperta della musica dei secoli passati, supportati dalla voce del soprano Domenica Santoro.
Cosa faremo con loro? 
Scopriremo che la musica antica è molto moderna.Smonteremo alcuni brani per comprenderne le “regole”, le invenzioni e l’eloquenza.A proposito di eloquenza: parleremo di Retorica, dell’arte del discorso applicata alla musica.Affronteremo insieme il problema del senso e del significato in musica e della loro interpretazione.Vedremo quindi come il segno può tradursi in azioni dinamiche e cinetiche e in cosa consiste l’affascinante lavoro di indagine degli interpreti, alle prese con il linguaggio musicale nella sua forma composta e improvvisata.Come sempre ascolteremo della bellissima musica.
E, come sempre, sarà un bel modo per stare insieme.Vi pare poco? 
Venite a trovarci o a ritrovarci.
Diventate anche voi amici di Chiavi di Lettura. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

(Domenico Di Leo)

CASA van WESTERHOUT

venerdì 6 maggio, salone del Conservatorio, ore 20

Casa van Westerhout

Tra gli invitati Gabriele D'Annunzio

 

POESIA MUSICA PITTURA DANZA

 

a cura di Matteo Summa

 

Interpreti

Piero Rotolo pianoforte

Carmela Apollonio soprano

Flavio Maddonni violino

Andrea Savoia attore

Lucia Spagnoli danzatrice

Testi di Gabriele d’Annunzio, Arturo Colautti, William Shakespeare

Musiche di Niccolò van Westerhout

 

 

Proiezione di alcuni dipinti di

Onofrio Martinelli, George Frederic Watts, Bartolomé Esteban Murillo, Giovanni Boldini, Vincent van Gogh, Carolus-Duran, William-Adolphe Bouguereau, Claude Monet, Giuseppe De Nittis

 

 

Chi lo avrebbe mai pensato? Nella Napoli di fine Ottocento un musicista di lontane origini fiamminghe ma proveniente dalla Puglia, s’impone nella capitale partenopea per la sua determinazione a percorrere sia i sentieri della tradizione sia la via indicata dalla nuova musica. Da pianista si appropria del bagaglio tecnico di Thalberg e Cesi, i cui nomi riecheggiavano nella Napoli del tempo, ma anche di Chopin, Liszt e Brahms. Guarda a Verdi orientandosi nello stesso tempo con febbrile entusiasmo verso il dramma musicale di Wagner. Ed è qui che accade qualcosa. L’arrivo di Gabriele d’Annunzio e la sua permanenza a Napoli dal 1891 al 1893 innescano nuova vitalità nei circoli letterari e nei salotti borghesi. In Casa van Westerhout si costruisce l’amicizia tra il musicista pugliese e Gabriele d’Annunzio. Riferimenti al grande poeta sono presenti nell’Epistolario di Vito de Stasi, sindaco di Mola di Bari all’epoca dell’opera Doña Flor, in cui traspare la volontà di Niccolò van Westerhout di dedicare gli Insonnii, la sua migliore opera pianistica, a Gabriele d’Annunzio. Casa van Westerhout è in definitiva uno spettacolo bipartito: il primo tempo (Anteprima) si sofferma sul rapporto di van Westerhout con Napoli, la città della sua formazione artistica e dei suoi incontri culturali; il secondo tempo (Concerto) entra nel vivo delle argomentazioni con poesie inframmezzate da momenti narrativi, musicali e coreografici.

 

INGRESSO LIBERO

 

 

 

 

CONCERTO per 2 flauti e pianoforte

giovedì 5 maggio, salone del Conservatorio, ore 20.30

Concerto di Antoni Wierzbiński(flauto), Angelo Ragno (flauto)

Maria Gabriella Bassi (pianoforte)

 

wierz

 

IN PROGRAMMA:

 

C. Ph. E. Bach Trio Sonata in Re min. per 2 fl e pf

Allegretto – Largo - Allegro

W. A. Mozart Sonata in Re magg. Kv 285 per fl e pf

Allegro – Adagio - Rondeau

F. Kreisler Liebeslied - Liebesfreud per fl e pf

F. Kuhlau Trio in sol Op. 119 per 2 fl e pf

Allegro moderato – Adagio patetico - Allegro

D. Carr Sonatina per fl e pf (prima assoluta in Europa)

Festive – With utmost delicacy - Freely

F. Doppler Andante e Rondò Op. 25 per 2 fl e pf

Chiavi di lettura 2016: HAENDEL CHI?

Martedì 12 aprile 2016, Salone del Conservatorio, ore 20

nall'ambito di CHIAVI DI LETTURA 2016:

HAENDEL CHI? BIOGRAFIA MUSICALE E UMANA DI UN GENIO MISCONOSCIUTO 

Francesco Aliberti racconta Georg Friedrich Händel
con la partecipazione di Alice Lapenna, arpa
Corrado Russo, letture

Georg Friedrich Händel (Halle, 23 febbraio 1685– Londra, 14 aprile 1759) è stato uno dei massimi musicisti europei. 
Un genio prolifico, che ci ha lasciato un vastissimo catalogo di composizioni tra le quali tanti capolavori: circa quaranta opere teatrali, circa trenta oratori, centoventi cantate, sedici concerti per organo, musica da camera. 

In vita fu accompagnato da una fama immensa, di gran lunga superiore rispetto a quella del suo coetaneo Bach. 
Oggi però le cose si sono invertite: se Bach ha conosciuto una grandissima riscoperta, Händel è scivolato un po’ nell’ombra, a dispetto dellastraordinaria ricchezza della sua musica.
Oggi possiamo dire davvero di conoscere Händel come merita? Probabilmente no. 
E’ giunto quindi il momento di scoprire chi era l’uomo Händel ed esplorare il tesoro della creazione musicale di questo genio europeo.
Il maestro Francesco Aliberti sarà la nostra guida in questo affascinante percorso, incontrando inestimabili bellezze della musica barocca. 


Non mancate! L’ingresso è libero e gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili 

 

haendel chiavi

SOLISTI E ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO

Giovedì 14 aprile 2016 - ore 20.30

Chiesa di S.Antonio

CONCERTO DEI SOLISTI E DELL'ORCHESTRA DEL CONSERVATORIO "NINO ROTA" DI MONOPOLI

Clelia Rugini (pianoforte), Daniela Manco (pianoforte), Renato Malerba (flauto)

Sergio Piccone, direttore

In programma tre concerti per solista e orchestra di W.A.Mozart: K314 (flauto, solista Renato Malerba), K415 (pianoforte, solista Daniela Manco) e K467 (pianoforte, solista Clelia Rugini)

 

ORCHESTRA  DELLA CLASSE DI ESERCITAZIONI ORCHESTRALI
 
VIOLINI PRIMI
 
Prete Maria Pia - Mansueto Claudio
Lucia Carparelli -Elisabeth Palmitessa
Lukas Liebald -Gentile Gianvito
 
VIOLINI SECONDI
 
Vinci Grazia - Defrenza Antonella 
Cacciotta Alessandra -Derrico Doriana 
Chianura Adriana -Creatore Arianna
 
VIOLE 
 
Maddonni Flavio - D'Ippolito Manuel
 
VIOLONCELLI
 
Rubinetti Roberta - Zito Giuliana 
Cacciotta Alessandra 
 
CONTRABBASSI
 
Cito Angelo - Saverio Colella
 
OBOI
 
Lazazzara Fabiana - Palmisano Margherita
 
FLAUTO
 
Lafratta Gianfranco 
 
FAGOTTI
 
Brancia Alessia - Calzolaro Caterina
 
TROMBE
 
Colucci Cosimo - Marseglia Giuseppe
 
CORNI
 
Colucci Vincenzo -  Chiavaroli Filippo
 
PERCUSSIONI
Marrocco Alessandro 
 
Direttore M°Sergio Piccone
 
INGRESSO LIBERO
 

s.antonio

Concerto per due flauti e pianoforte

CONCERTO

 

Lars Asbjørnsen e Angelo Ragno, flauti

 

Maria Gabriella Bassi, pianoforte

 

 

in programma musiche di Kvandal, Halvorsen, Catherine, Lidholm, Boehm, Demersseman.

 

Martedì 5 aprile 2016

Salone del Conservatorio, ore 19

 

INGRESSO LIBERO

 

 

Lars Asbjørnsen leggero

CHIAVI DI LETTURA 2016 Le due porte - Domenico Di Leo racconta Mozart e Ginastera

Giovedì 17 marzo 2016,  ore 20  -   Sabato 19 marzo 2016, ore 19

Salone del Conservatorio

Le due porte. Domenico Di Leo racconta W.A. Mozart e Alberto Ginastera (nel 100° della nascita) 

con Daniela Manco, pianoforte e Corrado Russo, letture

INGRESSO LIBERO fino a esaurimento posti

Immaginate di essere in una stanza vuota e di avere davanti voi due porte.
Sulla prima c’è scritto “Wolfgang Amadeus Mozart”, sull’altra leggete “Alberto Ginastera”.
Toccherà a voi decidere quale delle due aprire e quale soglia varcare.
Dietro quelle due porte ci sono mondi lontanissimi, agli antipodi, che raggiungeremo a cavallo di due musiche diversissime: l’Europa del Settecento e le Americhe del XX secolo.
Prima le ascolterete e poi sarete voi stessi a scegliere da quale punto avranno inizio il nostro viaggio e il nostro racconto.
E come sempre, ormai lo sapete, lungo il viaggio e attraverso il racconto incontreremo personaggi affascinanti, reali e immaginari, storie, ascolti e visioni straordinarie.
Anche questa volta abbiamo pensato a un doppio appuntamento:
si tratta di due incontri che sviluppano un percorso di ascolti, visioni e riflessioni.
Consigliamo di seguirli entrambi, perché il secondo non sarà la replica del primo.
E’ comunque possibile partecipare anche a una sola delle due serate.
In ogni caso, i veri protagonisti delle serate sarete voi. Vi aspettiamo. Passate parola!

(Domenico Di Leo)

2 porte

CONCERTO DI JESUS M. GOMEZ RODRIGUEZ

 

CONCERTO DEL PIANISTA  JESUS MARIA GOMEZ RODRIGUEZ

nel primo centenario della nascita di Miguel Asins Arbó

e della morte di Enrique Granados   (1916-2016)

Salone del Conservatorio, martedì 8 marzo 2016, ore 19  - Ingresso libero

 

 

hhhssssconcerto gomez

Il CELLO ENSEMBLE per la protesta Afam

Il CELLO ENSEMBLE del Conservatorio "Nino Rota" di Monopoli in concerto per la protesta/proposta dei Conservatori AFAM
lunedì 22 febbraio 2016, ore 20, Salone del Conservatorio
Ingresso libero

 

 

loc cello

LA VOCE DELL'ORGANO

LA VOCE DELL'ORGANO - Concerto conclusivo    

Lecce, Cattedrale, ore 19    

Organisti: Giulia Corvaglia, Antonio Calabrese    

Coro di voci bianche "Allegri cantiam" del G.M.S. padre Igino Ettorre, direttore Tina Patavia      

INGRESSO LIBERO

la voce dellorgano

KONZERTSTUCKE

  

Venerdì 18 dicembre 2015 - Chiesa di S.Antonio, ore 20     

KONZERTSTÜCKE   

Concerto dei pianisti solisti   

e dell'Orchestra della classe di Esercitazioni Orchestrali   

del Conservatorio “Nino Rota”   

in collaborazione con la classe di Direzione d'Orchestra  del M° Pablo Varela    

 

L. van Beethoven                           Quarta Sinfonia in si bem. magg, Op. 60 (primo movimento) *    

M. Pilati                                         Suite per pianoforte ed orchestra d'archi*    

                                                                                  Giulia Palmisani, pianoforte    

W. A. Mozart                                  Rondò per pianoforte e orchestra K 382**   

                                                                                  Antonia De Pasquale, pianoforte    

L. van Beethoven                           Settima Sinfonia in la maggiore, Op. 92 (secondo movimento)**    

R. Schumann                                  Konzertstück per pianoforte e orchestra in sol maggiore, Op 92 *    

                                                                                  Francesca Maria Villani, pianoforte     

R. Addinsell                                   Concerto di Varsavia**    

                                                                                  Sara Capone, pianoforte    

*Stefano De Laurenzi, direttore   -   **Antonia Cinquepalmi, direttore    

(classe di Direzione d'orchestra del M° Pablo Varela)    

 

INGRESSO LIBERO

CHIAVI DI LETTURA

Chiavi di Lettura  

la musica raccontata dai musicisti  

per capire i linguaggi, le poetiche, le tecniche, gli strumenti  

Undicesimo appuntamento  

Giovedì 17 dicembre ore 19  
Salone del Conservatorio  


Altri canti (non solo Opera)  


Ettore Papadia suona e racconta  la Zarzuela spagnola e le song di George Gershwin   

con Amanda Joy Brunetti e Paula Marina Murciano Garcia      

INGRESSO LIBERO   

 

zarzuela

CHIAVI DI LETTURA

 

CHIAVI DI LETTURA  
la musica raccontata dai musicisti 
per capire i linguaggi, le poetiche, 
le tecniche, gli strumenti  

Decimo appuntamento    
Sabato 12 dicembre ore 17 - Salone del Conservatorio  

IL MONDO INCANTATO   

Domenico Di Leo suona e racconta Märchenerzählungen (Racconti fiabeschi) op.132 di Robert Schumann  

con Eugenio Tattoli, clarinetto 
e Claudia Laraspata, viola 
e le letture di Corrado Russo  

INGRESSO LIBERO  

 

 

fata

NOTE ALLO SPECCHIO

 

Venerdì 11 dicembre 2015

Salone del Conservatorio, ore 20


NOTE ALLO SPECCHIO


Concerto per due pianoforti 
Cecilia Airaghi – Ettore Papadia, duo pianistico 
note introduttive a cura di Roberto Calamo 

 

Wolfgang Amadeus Mozart
Sonata in RE magg. K448

Allegro con spirito
Andante
Allegro molto

 

Sergei Rachmaninov
Suite n° 1 op. 5

Barcarola - Allegretto
O notte, o amore! - Sostenuto
Lacrime - Largo di molto
Pasqua - Allegro maestoso

 

INGRESSO LIBERO

 

 

CHIAVI DI LETTURA autunno 2015 (2)

keys 2015

 

Quinto appuntamento

Venerdì 6 novembre ore 20
Salone del Conservatorio

New Piano Adventures
Viaggio tra le nuove sonorità del pianoforte

Sesto appuntamento

Venerdì 13 novembre ore 20
Salone del Conservatorio


Singing Black
Blues, Rythm and Blues, Soul, Jazz, Funk

Settimo appuntamento

Venerdì 20 novembre ore 20
Salone del Conservatorio


L’eroe riluttante

(esplorazioni del mondo di Brahms III)


Domenico Di Leo racconta

la Sonata op.34b di Johannes Brahms

Ottavo appuntamento

Venerdì 27 novembre ore 20
Salone del Conservatorio


El Sur,una flecha de oro, sin blanco nel viento  (Federico Garcia Lorca)

Domenico Di Leo raccontala Fantasia op.145 di Mario Castelnuovo Tedesco

 

DALLA ROMANZA ALLA CANZONE

Martedì 27 ottobre 2015

Salone del Conservatorio, ore 20

Dalla romanza alla canzone d'autore

a cura di Carmela Castrignano

con la collaborazione della classe di Canto della Prof.ssa Maria Pia Piscitelli.

Il Concerto vuole essere un excursus nel secolo scorso, dalla Romanza da salotto alle arie da Camera di grandi Autori, , dalla Zarzuela spagnola alle arie da musical americane ed alle colonne sonore cinematografiche. Tutti i brani proposti hanno in comune l’essere diventati Classici nel repertorio vocale internazionale.

PROGRAMMA

G. Gastaldon             Musica proibita

Jacopo Di Pasquale, tenore

L.Arditi                         Il bacio

Margaret Demicco, soprano

Anonimo              Il mio paese

Sihuy Li, contralto

G. Fauré                Après un rêve

Paula Marina Murciano Garcia, soprano

U. Giordano                   È l'april che torna a me

P. Mascagni                    La luna

Amanda Joy Brunetti, soprano

S. Rachmaninov            Vocalise

Sihuy Li, contralto

G. Gershwin                   Summertime

Amanda Joy Brunetti, soprano

°°°°°°°°°°°

De Curtis – Bovio        Tu ca nun chiagne

V. D'Annibale             'O paese d'o sole

Jacopo Di Pasquale, tenore

Isidoro Hernandez         Dulce Esperanza

P. Sorozabal                    La del manojo de rosas

Paula Marina Murciano Garcia, soprano

L. Bernstein                  Glitter end be gay da “Candide”

Margaret Demicco, soprano

N. Rota                        Un giorno per noi da “Giulietta e Romeo”

Sihuy Li, contralto

E. Morricone               Love theme da “Nuovo cinema Paradiso”

E. Morricone                   Your love da “C'era una volta il West”

Margaret Demicco, soprano

Al pianoforte : M° Carmela CastrignanoBACIO

SCRIABIN:SINESTESIA DI UN GENIO

Venerdì 30 ottobre 2015

Salone del Conservatorio, ore 20.30

SCRIABIN: SINESTESIA DI UN GENIO

Vittoria Caracciolo e Nunzio Dello Iacovo, duo pianistico

Alexander SCRIABIN: POEMA DELL’ESTASI op. 54

Trascrizione per due pianoforti di L. Conus

Alexander SCRIABIN: PROMETEO - POEMA DEL FUOCO op. 60

Trascrizione per due pianoforti di L. Sebaneevdelloiacovo

 

MAL'S MOOD .LABFEST 2015

LabFest2015:22-23-24 Ottobre 2015 
Salone del Conservatorio “Nino Rota”
MAL’s MOOD
(Ricordando Mal Waldron)
Con STEVE POTTS e GIANNI LENOCI 
ingresso libero per tutti gli eventiProgramma 
22 ottobre
ore 11: Conversazioni con Steve Potts e Gianni Lenoci
ore 12. Proiezione del video A PORTRAIT OF MAL WALDRON (1997) di Tom Van Overbeghe
ore 15-18: Sessione di Musica d’Insieme (Standards)23 ottobre
ore 11: Conversazioni con Steve Potts e Gianni Lenoci
ore 12: proiezione del video inedito MAL WALDRON piano solo Live@Kanjiza Jazz Festival (2000)
ore 15-18: Sessione di Musica d’Insieme (Standards)24 ottobre
ore 11.prove aperte
ore 20,30:
CONCERTO del duo STEVE POTTS/GIANNI LENOCI 
Steve Potts, sax soprano e contraltoGianni Lenoci, pianoforte
Opening: Luisa Tucciariello (voce e pianoforte) “Mal Waldron Songs”
 
 
 
 
 MAL

FIORI MUSICALI CONCERTO CONCLUSIVO

Venerdì 16 ottobre 2015
Salone del Conservatorio, ore 20
appuntamento conclusivo della rassegna organistica "FIORI MUSICALI" (XI edizione):

Concerto per organo e percussioni
Percussioni:
Luigi MORLEO
Organo:
Margherita SCIDDURLO

PROGRAMMA
G. Meyerbeer (1791-1864)
Kronungmarch in Mi bem. magg. ** 
P. I. Tchaikovsky
(1840-1893)
Danza della fata confetto da Lo Schiaccianoci **
L. Boëllmann (1862-1897)
Prière à Notre Dame * Toccata dalla Suite Gotique op. 25
R. Strauss (1864-1949)
Feirlicher Einzug
(Ingresso cerimoniale) versione per organo e percussioni di Max Reger **
J. Langlais (1907-1991)
Fantaisie *
Epilogue (per solo pedale) Da “Hommage à Frescobaldi”
L. Morleo (1970)
Comunicazione: NO LIMIT (Quattro variazioni su temi sacri) ***
G. F. Haendel (1685-1759)
da Musica per i reali fuochi d’artificio **
Ouverture - La Rejouissance - Menuet II

*Organo solo **Percussioni e organo ***Percussioni sole
Ingresso liberoorgan

CHIAVI DI LETTURA 2015

Venerdì 9 ottobre alle ore 20 nel Salone del Conservatorio il primo dei quattro appuntamenti di "CHIAVI DI LETTURA" a cura del M° Domenico Di Leo:
IL RICHIAMO DI PAN
Domenico Di Leo racconta la Rapsodie per clarinetto e pianoforte di Claude Debussy

con Eugenio Tattoli, clarinetto / Clelia Rugini, pianoforte / Corrado Russo letture
Ingresso libero
lettura

Chiavi di Lettura

 


la musica raccontata

Quattro appuntamenti per esplorare e capire i linguaggi,

le poetiche, le tecniche, gli strumenti

9 – 15 – 23 – 29 ottobre 2015

ore 20
Salone del Conservatorio “Nino Rota” - Monopoli

INGRESSO LIBERO

 

 

   Venerdì 9 ottobre ore 20

 

Il richiamo di Pan

Domenico Di Leo racconta la Rapsodie per clarinetto e pianoforte di Claude Debussy

 

con Eugenio Tattoli, clarinetto / Clelia Rugini, pianoforte / Corrado Russo letture



Giovedì 15 ottobre ore 20
Invito a cena con uno sconosciuto (indagine su un compositore al sopra di ogni sospetto)
c
on Domenico Di Leo, racconti e suggestioni / Antonella Petruzzi, violino / Raffaella Leone, pianoforte / Corrado Russo, letture


Venerdì 23 ottobre ore 20

Apologia della tenerezza (esplorazioni del mondo di Brahms, parte I)

con Domenico Di Leo, racconti e suggestioni / Antonella Defrenza, violino / Francesca Trizio, pianoforte / Corrado Russo, letture

Giovedì 29 ottobre ore 20

Il mare dentro (esplorazioni del mondo di Brahms, parte II)
con Domenico Di Leo, racconti e suggestioni / Miriam Goffredo, clarinetto / Federico Pische, pianoforte / Corrado Russo, letture

 

SOLISTI CON L'ORCHESTRA

Martedì 6 Ottobre 2015
Chiesa di S.Antonio, ore 20
CONCERTO DEI SOLISTI E DELL'ORCHESTRA
DEL CONSERVATORIO “NINO ROTA"

In programma:
Samuel Barber: Adagio per Archi

Alexander Glazunov: Concerto per Sassofono e Orchestra d’Archi op. 109
Solista: Andrea Carrozzo

Bohuslav Martinu: Concerto per oboe e Piccola Orchestra 
Solista: Giuseppe Leoci

Darius Milhaud: Concerto per Batteria e Piccola Orchestra 
Solista: Giampiero Pannofino

Darius Milhaud: La création du monde

Direttore ETTORE PAPADIA
Ingresso liberos.antonio

Naked musicians

Mercoledì 30 settembre 2015

Salone del Conservatorio, ore 20.30

NAKED MUSICIANS

HOCUS POCUS Lab Orchestra

Diretta da FRANCESCO CUSA

Opening: Francesco Cusa (batteria)/ Gianni Lenoci (pianoforte)

Naked Musicians è una forma di orchestrazione e direzione dell'improvvisazione collettiva, che

rinforza un sottile legame fra la tradizione della musica classica e quella del jazz creando uno spazio intermedio tra la notazione e l’improvvisazione, nonché permettendo l’acquisizione di nuove competenze e prospettive. Tramite ciò è possibile identificare e sfruttare i punti deboli e quelli di forza di entrambi e rappresentare le limitazioni che hanno fra loro.

Naked Musicians è un vocabolario di segni ideografici e gesti utilizzati per costruire un

arrangiamento o composizione in tempo reale. Ogni segno e gesto trasmette informazioni per

l'interpretazione da parte del musicista o del collettivo in modo da dare le possibilità di modificare un’armonia, una melodia, un ritmo, un’articolazione, un fraseggio o una forma.

NATI SOTTO SATURNO (2)

Sabato 26 settembre 2015

Salone del Conservatorio, ore 20.30

NATI SOTTO SATURNO

percorsi sulla malinconia tra letteratura e musica

 

 

Quali ripercussioni possono avere sui nostri sentimenti le esperienze musicali e fino a che punto la produzione musicale può essere influenzata dalle condizioni psichiche e, in particolare, affettive dell'artista? In qual modo l'estrema sensibilità, la sofferenza e l'entusiasmo creativo di un compositore si traducono in suoni e messaggi che costituiscono ponti invisibili con il nostro esserci nel mondo?

 

È risaputo che per vie enigmatiche la musica parla all'"anima" e che questa ha bisogno della musica. La musica ha quindi poteri speciali e misteriosi sullo spirito, in quanto riesce a modificare il nostro stato affettivo e a creare un legame universale tra le persone. Allo stesso modo è noto da sempre lo stretto rapporto tra depressione e creatività, tra la necessità sofferta del compositore di esprimersi attraverso i suoni e la com-passione che afferra e compenetra l'ascoltatore della sua musica.

 

Questa conferenza-concerto vuole proporre, da vari punti di vista, un'analisi della relazione che nella storia dell'uomo ha collegato melanconia e musica e fornire spunti di riflessione e di ricerca su emozioni e sentimenti, conosciuti e condivisi da tutti al di là delle differenze individuali e culturali. Essa offre una descrizione degli influssi suscitati dal congiungersi della musica con la melanconia, termine che, come è noto, ha avuto, nel corso del tempo, connotazioni e significati molteplici e un'interpretazione delle particolari connessioni tra la genialità creativa del compositore e l'abbandono alle emozioni da parte degli interpreti e degli ascoltatori.

 

INTRODUZIONE

 

Jean Philippe Rameau: Les tendres plaintes

 

John Cage: Dream

 

ICONA PRIMA

 

SOLITUDINE

 

Francesco Petrarca: Solo et pensoso

 

Umberto Saba: La malinconia amorosa

 

Frédéric Chopin : Notturno op.15 n.3

 

Arvo Pärt: Fur Alina

 

Franz Liszt: Nuages Gris

 

ICONA SECONDA

 

GENIO

 

Giovanni Della Casa: O dolce selva solitaria

 

Dino Campana: La speranza (sul torrente notturno)

 

Mikhail Glinka: Notturno (“La Séparation”)

 

Olivier Messiaen: Plainte Calme

 

Carl Philipp Emanuel Bach: Rondò espressivo

 

ICONA TERZA

 

CONGEDO

 

Giuseppe Ungaretti : O notte

 

Giorgio Caproni : Congedo del viaggiatore cerimonioso

 

FINALE

 

Béla Bartók: Notturno

 

Erik Satie: 1ere Gymnopedie

 

B. Bartok (Notturno)

 

E. Satie (1ere Gymnopedie).

 

Con Paolo Testone (letture e commenti) e Gianni Lenoci (pianoforte)

Sono nato per morir per te

nato per morir

Lunedì 20 luglio 2015

Chiesa di S.Francesco da Paola, ore 20

SONO NATO PER MORIR PER TE

Il dramma della carità di Cristo per l'uomo
per soli, coro e orchestra da camera

musiche di Don Giuseppe Grassi, Nicola Vinci, Marco Leone, Rosangela Palmisano, Giuseppe Calò.Solisti: Giuseppe Calò, Rosanna Di Carolo, don Giuseppe GrassiCoro: Giuseppe Calò, Ilaria Cirici, Doriana D'Errico, Serena Dipalma, Gianfranco Lafratta, Marco Leone, Anna Lopriore, Rosangela Palmisano, Carola Ricciotti, Domenica Santoro, Gita Signorile, Nicola VinciNarratore: fra' Massimo MazzarelliFlauto: Federica MoliternoTromba: Vito AbbatepaoloOrgano e Pianoforte: Stella Beatrice LotesoriereViolini: Graziana D'Amico, Giuliana Leoci, Flavia Madaghiele, Simona PentassugliaViola: Manuel D'IppolitoVioloncelli: Roberta Rubinetti, Francesco TanziI

NGRESSO LIBERO

Labfest 2015 con Nabil Bey

GIOVEDI' 16 LUGLIO 2015
Chiostro del Conservatorio, ore 21
LabFest “N.Rota” 2015: RECITAL DI NABIL BEY

Opening: Tiziana Felle “Solo”Tiziana Felle (voce, pianoforte e composizione)
Simona Pentassuglia - violino Grazia Vinci - violino
Valerio Latartara - viola
Salvatore Ancora - contrabbasso
Daniele Bove - pianoforte/ korg synth
Pietro Rosato - sax soprano
Michele Ciccimarra - batteria Duo Oud in Ghibli (Vento d'Oriente)
Nabil Bey voce
Adolfo La Volpe oud
Pippo D’Ambrosio percussioni
INGRESSO LIBERO

nabil 2

LE CONVENIENZE E INCONVENIENZE TEATRALI

IMG-20150629-WA0002                  

 

Per poter assistere alle due rappresentazioni dell’opera “Le Convenienze ed Inconvenienze Teatrali”  di Gaetano Donizetti, previste per i giorni 10 e 11 luglio pp.vv. è necessario ritirare, dalle ore 16,30 alle ore 18,00 presso la Biblioteca del Conservatorio “Nino Rota”, a partire da lunedì 6 luglio e fino ad esaurimento dei posti a sedere, il cartoncino – invito (diverso per colore a seconda della serata).

Saranno messi in distribuzione gli inviti per il numero esattamente corrispondente ai posti a sedere consentiti per ragioni di sicurezza. 

Tale tagliando non riserva un posto specifico o numerato, ma consente solo l’accesso allo spettacolo per il giorno indicato.

Per motivi logistici sempre legati alla sicurezza, non sarà in nessun caso possibile assistere alla rappresentazione se si è privi del predetto invito. In nessun caso sarà possibile richiedere più di due biglietti.

L’ingresso nelle varie serate sarà consentito a partire dalle ore 20,30. L’inizio dello spettacolo è previsto per le ore 21,15.

Per ulteriori informazioni rivolgersi presso la sede del Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli, sita in Piazza S. Antonio, 27.

 www.conservatoriodimonopoli.org

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                                                                              

 

MONOPOLI IN "DO"

 

Venerdì 26 giugno 2015
Chiostro del Conservatorio, a partire dalle ore 21

Labfest 2015: MONOPOLI IN DO – Open call/chiamata aperta

IN C - di TERRY RILEY

Coordinamento e concertazione: Domenico di Leo e Gianni Lenoci

Con il coordinamento artistico di Domenico Di Leo e Gianni Lenoci, un ensemble di musicisti dal numero potenzialmente illimitato suonerà “In C” (nella terminologia anglosassone l’equivalente di “In Do”: il brano infatti è imperniato sulla nota “C”, il nostro Do), la celebre composizione di Terry Riley, pietra miliare della musica minimalista americana.

“In C” è una partitura ipnotica che ha queste caratteristiche: non suona mai identica a se stessa, può essere eseguita da qualsiasi strumento, ha una durata che può variare - a seconda dei criteri scelti dagli esecutori - da qualche decina di minuti fino addirittura ad alcune ore.
La nostra versione di “In C” non sarà un semplice concerto, ma una trama sonora che riempirà e avvolgerà il chiostro del Conservatorio per circa tre ore, animata e “tessuta” dagli studenti dei corsi di jazz, nuovi linguaggi e musica da camera.
L'’invito è rivolto a tutti gli strumentisti e i cantanti, gli studenti e i docenti che vorranno parteciparvi.

Monopoli in Do sarà un’occasione anche per chi non suona: il pubblico potrà scegliere se ascoltare dall’inizio fino al termine oppure a frammenti, arrivando e andando via quando lo desidera, senza limiti e costrizioni di alcun genere. Ognuno potrà scegliere se immergersi totalmente nell’ascolto (in movimento, passeggiando per lo spazio del chiostro tra le postazioni dei musicisti, oppure staticamente, sedendosi o - perché no? - sdraiandosi) o se stare nel flusso dei suoni per meditare, leggere, danzare, fare yoga o tai chi, scrivere, disegnare, dipingere, fotografare, filmare, costruire qualcosa (ovviamente portandosi dietro l'occorrente).
monopoli in do

SINFONIA ERASMUS

Venerdì 12 giugno 2015: 
SINFONIA ERASMUS
Concerto dei solisti del Conservatorio “ Nino Rota” di Monopoli e
dell’Accademia “Metropolia” di Helsinki
Solisti: Laura-Leena Pauni, flauto - Juho Tuominen, clarinetto - Otto-Aaron Takala, violoncello - Claudio Mansueto, violino - Jacopo Sette, pianoforte

Orchestra degli studenti delle due Istituzioni
direttore Deborah Tarantini
Ingresso libero

helsinki 2015

notte bianca 2015

 SABATO 27 GIUGNO 2015

Chiostro del Conservatorio, a partire dalle ore 19,30

NOTTE BIANCA "LUDWIG VAN BEETHOVEN"
Docenti e studenti del "Rota" si alterneranno nell'esecuzione di brani beethoveniani famosi e non.

beethoven

LABFEST 2015

LABFEST "NINO ROTA " 2015
Martedì 9 e mercoledì 10 giugno 2015
Chiostro del Conservatorio, ore 20,30
CONTEMPORANEO MA NON TROPPO
Workshop e concerti con Eugenio Colombo

9 GIUGNO:
Opening: Carolina Bubbico (voce e pianoforte) “Stevie Wonder Songs”
I set
EUGENIO COLOMBO (sax, flauto)/GIANNI LENOCI (pianoforte) Duo
(Improvvisazioni)
II set
HOCUS POCUS LAB 4+
EUGENIO COLOMBO

Gianni Lenoci pianoforte
Pietro Rosato clarinetto, clarinetto basso
Andrea Musci, chitarra elettrica
Michele Ciccimarra batteria e percussioni
Ospite: Eugenio Colombo sax, flauto

(Musiche di Simone De Venuto*, Luisa Tucciariello*, Antonio Vantaggiato*, Gianni Lenoci, Miles Davis)
*allievi dei corsi di composizione jazz

10 GIUGNO:
Opening: Antonella Chionna (voce)/Andrea Musci (chitarra elettrica) “Billy Strayhorn Songs”
I set
EUGENIO COLOMBO (sax, flauto) Solo performance
II set
Conduction di EUGENIO COLOMBO 
Hocus Pocus Lab Orchestra del Conservatorio “Nino Rota”
(Musiche di Eugenio Colombo)
INGRESSO LIBERO

labfest 2015

Concerto IMPRO/VISIONS

space is the place
Prende il via venerdì 22 maggio 2015 la terza edizione della Rassegna  "SPACE IS THE PLACE". In quattro appuntamenti (22 maggio, 5, 11 e 19 giugno) gli studenti di jazz del "Rota"  renderanno pubbliche le loro creazioni delle quali cureranno anche l'esecuzione.
 
 
PRIMO APPUNTAMENTO:
 
22 Maggio, Salone del Conservatorio - ore 21.00
 
IMPRO/VISIONS 
 
Sonorizzazione dei cortometraggi d' animazione di Norman McLaren
 
 
Attraverso la proiezione del proprio immaginario
 
sul proprio strumento i suoni prendono forma,
 
diventano materia e producono sensazioni tangibili. 
 
La visione è il motore nella mente del musicista, 
 
diventa fine nella mente di chi ascolta. 
 
 
 
 
 
Piano Solo Impro:
 
 
Antonio Vantaggiato
 
Luisa Tucciariello
 
Michele Russo
 
Nicolò Petrafesa
 
Simone De Venuto
 
Roberto William Guglielmi
 
Space is the place è tra i vincitori del bando della Consulta degli Studenti del Conservatorio "Nino Rota" per il finanziamento di progetti che partono dall 'iniziativa autonoma degli studenti.
L’iniziativa nasce dall’esigenza degli studenti di rappresentare in varie forme la propria visione musicale relativa ai due aspetti contrastanti ma complementari della creazione artistica legata al Jazz : la composizione e l’improvvisazione, meglio defnita come "composizione istantanea". Questi due aspetti, largamente esperiti durante i corsi di questo conservatorio hanno prodotto stimolo e fermento per gli studenti che sentono l’esigenza di rendere pubbliche le proprie creazioni.
In questa terza edizione il festival viene aperto anche agli studenti degli altri corsi con un seminario sulla composizione elettronica ed elettroacustica per cui i promotori hanno invitato il compositore, producer e DJ Gabriele Panico “Larssen” che terrà un laboratorio finalizzato alla realizzazione di lavori collettivi ed individuali inerenti a vari ambiti della musica elettronica ed elettroacustica che potranno poi essere presentati in una delle serate di Space is the Place 2015.Come nelle altre edizioni durante gli appuntamenti di Space is the Place verrano presentati i lavori degli studenti nei due aspetti largamente praticati durante il corso: la composizione e l'improvvisazione.
L’obiettivo è quello di dare una preziosa opportunità per i giovani compositori del corso di Jazz di mostrare i propri lavori ad un pubblico variegato e mettersi alla prova nella performance creando sempre di più i presupposti per la diffusione nel tessuto sociale di momenti di ascolto di nuovi linguaggi musicali e sperimentazione come modo alternativo di lettura della realtà.
 
Ingresso libero

IL VIOLONCELLO ROMANTICO

 

Venerdì 29 maggio 2015
Ore 20, Salone del Conservatorio
IL VIOLONCELLO ROMANTICO
Concerto per violoncello e pianoforte
Marcello Forte, vlc.
Luca Palladino, pf.

PROGRAMMA:
G. Fauré: Elegia op.24
J. Brahms: Sonata op. 38
A. Gretchaninov: Fantasia
A. Piazzolla: Le grand tango

Ingresso libero

 

 

forte 2015

 

palladino young

TRITONUS CHOIR IN CONCERT

TRITONUS CHOIR IN CONCERT
sabato 16 maggio a partire dalle 18.30.

Il rinomato coro di Copenaghen, fondato nel 1971 e diretto da Lise
Christensen Bjerno, è composto da ben trenta elementi, che si
apprestano a far visita alla nostra città non solo per scoprirne le
bellezze storico-artistiche e paesaggistiche, ma anche per offrire le
proprie performances canore nel chiostro del Conservatorio “N. Rota” di Monopoli 



A dirigere il _Tritonus Choir_ è LISE CHRISTENSEN BJERNO, che ha tenuto
numerosi concerti in Italia, ma anche in altri paesi europei, così come
in Israele, Cina, Giappone, USA e Brasile.

In occasione della visita a Monopoli, direttamente dalla Danimarca, il
Tritonus Choir eseguirà una selezione di canti danesi e nordici, tra
cui anche alcune opere del compositore danese Carl Nielsen, di cui
quest’anno ricorre il 150° anniversario dalla nascita.

Non mancherà neppure musica moderna, con un omaggio del jazzista
percussionista danese Marilyn Mazur, che ha suonato con i più grandi
nomi al mondo del jazz.

L’evento, patrocinato dal Comune di Monopoli – Assessorato al
Turismo e Settore Cultura, è organizzato dall’Aps Koiné in
collaborazione con l’Aps Fermento Lab ed il Conservatorio “N.
Rota” di Monopoli.



 .tritonus choir

Il Minimalismo Sacro Europeo di Tavener, Pärt, Górecki

Mercoledì 13 maggio 2015
Chiesa di S. Antonio, ore 17,30

Concerto del Coro Polifonico delle Classi di Esercitazioni Corali 
dei maestri Francesco Aliberti e Manfredo Di Crescenzo
in collaborazione con la Classe di Musica da Camera del M° Fabio De Leonardis

Il Minimalismo Sacro Europeo di Tavener, Pärt, GóreckiJ. K. Tavener

The Lamb 
per coro e accompagnamento organisticoSong for Athene 
per coro e accompagnamento organisticoA. Pärt
Stabat Mater 
per voci soliste S, A, T e accompagnamento di violino, viola, violoncello

H. Górecki
Beatus Vir 
per coro e accompagnamento organisticoTotus Tuus 
per coro e accompagnamento organisticoVoci Soliste
Carola Ricciotti, soprano
Anna Lopriore, contralto
Fabrizio Piepoli, tenore
Alberto Comes, baritono
Carlo Sgura, baritonoStrumentisti Solisti
Fabio De Leonardis, violoncello
Giovanna Tricarico, organo
Simona Pentassuglia, violino
Valerio Latartara, viola

Direttore
Manfredo Di Crescenzo

Ingresso libero

13 maggio 2015

QUARTETTO DELLA SCALA IN CONCERTO

Lunedì 4 maggio 2015
Chiesa di S.Antonio, ore 18
Concerto del Quartetto d'archi della Scala di Milano
e dell'Orchestra del Conservatorio di Monopoli
diretta da Deborah Tarantini

In programma:
W. A. Mozart Quartetto per archi K 421 in re min.

Francesco Manara (violino)
Daniele Pascoletti (violino)
Simonide Braconi (viola)
Massimo Polidori (violoncello)

W. A. Mozart Sinfonia concertante K 364
per violino, viola e orchestra

Francesco Manara, violino
Simonide Braconi, viola

Orchestra del Conservatorio "N.Rota" di Monopoli

VIOLINI I: Pentassuglia Simona – Mansueto Claudio
De Frenza Antonella – Cacciotta Francesca
Gentile Gianvito – Stegnea Kosima
Vinci Grazia – D'Amico Graziana

VIOLINI II: Prete Maria Pia – Augelli Ester
Leoci Paola – Petruzzi Antonella
Palmitessa Elisabeth – Pignatelli Annamaria
Madaghiele Flavia - De Crescenzo Valeria

VIOLE: Cacciatore Marta - Laraspata Claudia - D'Ippolito Manuel

VIOLONCELLI: Rubinetti Roberta – Tanzi Francesco
Leoci Isabella - Mastrangelo Lilia - Di Leo Annalisa

CONTRABBASSI: Milano Davide – Colella Saverio

OBOI: Larenza Francesco - Di Carolo Rosanna

CORNI: Colucci Vincenzo - Convertini Vincenzo

Deborah Tarantini, direttore

Ingresso liberoscala 4

OPEN DAY 2015

 SONO APERTE LE ISCRIZIONI AL CONSERVATORIO DI MUSICA

“NINO ROTA”

DI MONOPOLI

SCADENZA PER I CORSI PREACCADEMICI (FORMAZIONE DI BASE) : MERCOLEDI’ 10 GIUGNO. APERTURA ISCRIZIONI DA LUNEDI' 4 MAGGIO

SCADENZA PER I CORSI ACCADEMICI : LUNEDI’ 7 SETTEMBRE. APERTURA AMMISSIONI ONLINE DA LUNEDI' 15 GIUGNO

 

 

CONSERVATORIO NINO ROTA -MONOPOLI
OPEN DAY 2015

Giovedì 28 maggio 2015

Il Conservatorio Nino Rota di Monopoli apre le porte a tutti coloro che vogliono conoscere la sede e il funzionamento didattico della formazione musicale, accompagnando i visitatori attraverso percorsi musicali guidati e conoscenza diretta degli strumenti.
A partire dalle ore 18 sono benvenute le famiglie, i giovani studenti, i gruppi scolastici , gli amanti della musica che vogliono passare un pomeriggio immersi nella Musica.
A tutti i giovani ospiti il Conservatorio offrirà un omaggio e

alle ore 20 un magnifico concerto con
LE QUATTRO STAGIONI di A.VIVALDI, eseguite dal Gruppo strumentale del Conservatorio "Nino Rota",curato
dal M°MARCO BISCEGLIE. Solista al violino il M°ALESSANDRO TAMPIERI
L'ingresso è libero.
Per informazioni e per gruppi scolastici scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

open day 2015

LA VOCE DELL'ORGANO

Protagonisti gli studenti dell'organo del Conservatorio Nino Rota.

 

ORGANISTI

PROGETTI MUSICALI NELLE SCUOLE

vivaldi

 

PROGETTO MUSICALE NELLE SCUOLE DEL TERRITORIO

APRILE -MAGGIO 2015

A CURA DEI MAESTRI MARCO BISCEGLIE E ALESSANDRO TAMPIERI

 

 

Vivaldi-sala-page-002 

 

 

CONCERTO DELLA CLASSE DI ESERCITAZIONI ORCHESTRALI In programma: G.Verdi Ouverture da “La Forza del Destino” T.Procaccini “Un Cavallino Avventuroso” op.49 per orchestra e voce recitante L.v.Beethoven Sinf

DOPPIO APPUNTAMENTO CON LA CLASSE DI ESERCITAZIONI ORCHESTRALI

SABATO 18 APRILE, ore 19.30, Chiesa di S.Francesco d'Assisi-MARTINAFRANCA

LUNEDI' 20 aprile ore 20,30 - Chiesa di S.Antonio- MONOPOLI

Concerto Orchestra Conservatorio locandina-page-001
CONCERTO DELLA CLASSE DI ESERCITAZIONI ORCHESTRALI
In programma:
G.Verdi Ouverture da "La Forza del Destino"
T.Procaccini "Un Cavallino Avventuroso" op.49 per orchestra e voce recitante
L.v.Beethoven Sinfonia n°5
Roberto CALAMO, voce recitante
Orchestra della Classe di Esercitazioni orchestrali
diretta da Deborah TARANTINIorchestra 2015

TEATROPERA

Giovedi 9 aprile 2015
Salone del Conservatorio "N.Rota" di Monopoli, ore 18,30

Presentazione del libro

TEATROPERA - ESPERIMENTI SCENICI
di MARIA GRAZIA PANI

Introdurrà il giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Livio Costarella insieme alla direttrice di Florestano Edizioni Roberta Magarelli e all'autrice.

Seguirà un concerto - spettacolo tratto dai copioni teatrali contenuti nel libro "Puccini, mon amour" e "Mi chiamano Frou Frou"
con:
Giusy Frallonardo, voce recitante
Paola Leoci e Oh Jihye, soprani
Livio Lerede, tenore
al pianoforte la Prof.ssa Raffaella Migailo.pani

PER CRUCEM AD LUCEM

rosone

Mercoledì 25 marzo, Chiesa di S.Anna, ore 19.30

Per crucem ad lucem

per voci recitanti,
coro e due ensemble di fiati

composta e diretta
da Vincenzo Anselmi

Voci recitanti
Classe di Arte Scenica M° Giovanni Guarino

Coro del Conservatorio "Nino Rota"
Classi di Esercitazioni Corali
Maestri Francesco Aliberti e Manfredo Di Crescenzo

Banda del Conservatorio "Nino Rota"
coordinatore M° Leonardo Lozupone

Monopoli, 25 marzo 2015 – Chiesa Sant'Anna ore 19,30

Due . Due

DUO PIANISTICO GABRIELLA STEA-STEFANO SCHIROSI

LUNEDI' 23 MARZO, STEASALONE DEL cONSERVATORIO, ORE 20.30

PROGRAMMA

C.Gounod Faust - Valzer
E.Chabrier Espana - rapsodie pour orchestre
V.Gavrilin da Piccoli Disegni:
Na trojke (sui cavalli)
Jamskàia (la canzone del cocchiere)
Galòp
Casiki (Piccolo orologio)
Tarantella
M.J.Glinka Capriccio brillante sur le theme de la Jota Aragonescas
C.V.Alkan Grande fantasia sul Don Giovanni
M.Ravel Bolero

Re/play,Re/place

Domenico Di LeoRe/play, Re/place

Incontri e reincontri nel segno della musica da camera

Sabato 28 febbraio, ore 18 , Salone del Conservatorio

 

Lello Narcisi, flauto
Angelo Montanaro, clarinetto
Roberto Mansueto, violoncello
Domenico Di Leo, pianoforte

Re/play: risuonare, ripetere. Re/place: riportare, restituire.

Sono i concetti e le “azioni” che ispirano questo concerto.

Tre giovani artisti diplomati Conservatorio “Nino Rota di Monopoli”, oggi ottimi solisti e membri di prestigiose orchestre tornano a Monopoli per suonare ancora (replay) nel Conservatorio dove si sono formati. Portano con loro, “riportano” (replace), le esperienze maturate negli anni, attraverso il loro cammino personale e artistico. Un cammino in cui la musica da camera è sempre stata un biglietto da visita e una lingua internazionale, quasi un esperanto. Una passione costante che Mansueto, Montanaro e Narcisi hanno coltivato con brillanti risultati negli anni di studio a Monopoli e non hanno mai più abbandonato. E’ una sorta di condivisione e restituzione (replace) di ciò che hanno ricevuto, uno scambio di doni, come è sempre nella musica da camera.   E’ un ritorno, ma è anche una prima volta, perché i tre ospiti non hanno mai suonato insieme prima d’ora. E’ un nuovo incontro con il loro antico docente, in un dialogo avvincente e alla pari tra generazioni di musicisti, con un programma che, per intensità, varietà, raffinatezza ed energia, farà sicuramente  la gioia degli ascoltatori.

Felix Mendelssohn Bartholdy                       Trio op.49 in Re minore

(1809 /1847)                                                  per flauto*, violoncello e pianoforte

I Molto allegro ed agitato

II Andante con moto tranquillo

III Scherzo: Leggiero e vivace

IV Finale: Allegro assai appassionato

*versione dell’autore


Johannes Brahms                                           Trio op.114 in La minore

(1833/1897)                                                   per clarinetto, violoncello e pianoforte

I Allegro

II Adagio

III Andantinograzioso – Trio

IV Allegro

Guillaume Connesson                                    Techno Parade
(1970)                                                            per flauto, clarinetto e pianoforte


Maurice Ravel                                               Ma mère l’oye

(1875/1937)                                                               Pavane de la Belle au bois dormant
Petit poucet
Laideronnette, impératrice des pagodes

Les Entretiens de la Belle et la Bête

Le Jardin féerique

                                                                      

                                                                       Trascrizione per ensemble di Francesca RivabeneAngelo MontanaroLello Narcisi 2

CONCERTO DELLA CLASSE DI VIOLINO BAROCCO

CONCERTO ESAME DELLA CLASSE DI VIOLINO BAROCCO

CURATO DAI MAESTRI MARCO BISCEGLIE E ALESSANDRO TAMPIERI

programma ed esecutori:
(con la cortese collaborazione della Classe del M° Michele Cellaro) *

Giovan Battista Buonamente Sonata Seconda a tre violini e basso
(1595 - 1642)

Henry Purcell Fantazia - Three parts on a ground
(1659? - 1695)

Ievgeniia Iaresko, violino
Annamaria Pignatelli, violino
Giuliana Leoci, violino
Marco Bisceglie, clavicembalo

Giuseppe Valentini
Sonata Op. V n VII “la Corelli”
(1681 - 1753)
Grave - Allegro - Adagio - Allegro

Sonata Op V n VIII “La Fornari”
Adagio - Presto - Largo e staccato - Allegro - Allegro

Juan Manuel Araque Rueda, violino
Valerio Latartara, violino
Davide Milano, violone *
Marco Bisceglie, clavicembalo

Johann Gottlieb Janitsch Sonata in Do minore per due violini, viola e basso continuo
(1708 - 1763)
Largo - Allegro - Presto

Valerio Latartara, violino
Juan Manuel Araque Rueda, violino
Claudia Laraspata, viola
Davide Milano, violone *
Marco Bisceglie, clavicembaloancient

ALLA RI-SCOPERTA DI...WOLF-FERRARI

Giovedì 18 dicembre 2014
Salone del Conservatorio, ore 19
ALLA RI-SCOPERTA DI... ERMANNO WOLF-FERRARI
La musica vocale da camera

a cura di Raffaella Migailo e Maria Gabriella Bassi
con la collaborazione di Galliano Ciliberti per il seminario
e di Rosanna Casucci, Maria Grazia Pani e Marilena Begotti

Programma:

Seminario a cura del M° Galliano Ciliberti

Selezione da
Il Canzoniere op.17, I Rispetti op.11, I Rispetti op.12,
eseguite da alcuni allievi delle classi di Canto 
delle prof.sse Rosanna Casucci e Maria Grazia Pani,
al pianoforte le prof.sse Raffaella Migailo e Marilena Begotti

dal Canzoniere op.17

fascicolo I – Tre canti per soprano
-La vedovella
-M’è stato regalato tre viole
-Giovanottino, il bello andar che hai
Rosanna Di Carolo

fascicolo II – Sei canti per soprano
-Giovanottino che passi per via
-Vo’ fa’ ‘na palazzina alla marina
-Dio ti facesse star tanto digiuno
Maria Cristina Bellantuono

-Dimmi, bellino mio, com’io ho da fare
-Quando a letto vo’ la sera
-Quando sarà quel benedetto giorno?
Paola Leoci

fascicolo III – Tre canti per basso
-Ero in mezzo al mare e mi fu ditto
-La casa del mio amor vada ‘n profondo
-Non posso più di notte camminare
Alberto Comes

fascicolo IV – Due canti per baritono
-Se gli alberi potessin favellare
-Vedo la casa e non vedo il bel viso
Roberto Calamo

fascicolo V – Tre canti per soprano
-Mamma, non mi mandate fuori sola
-Dimmelo, Nino mio, come facesti
-Come tu mi fai rabbia quando passi
Graziana D’Amico

fascicolo VI – Sei canti per baritono
-Serenata – Si dia principio a questa serenata
-Alza le trecce bionde e non dormire
-O che tu dormi e riposata stai
-Il letto ti sia fatto di viole
-Commiato – E giacchè vedo l’alba apparire
Carlo Sgura

Quattro Rispetti op.11
-Un verde fraticello senza piante
-Jo dei saluti ve ne mando mille
-E tanto c’è pericol ch’io vi lasci
-O si che non sapevo sospirare
Jihye Oh

Quattro Rispetti op.12
-Quando ti vidi a quel canto apparire
-O guarda, guarda quel nobile augello
-Angiolo delicato, fresco e bello
-Sia benedetto chi fece lo mondo!
Maria Cristina Bellantuono

Dopo il successo del progetto dedicato ad Alfredo Casella, realizzato nell’ottobre 2012, e quello dedicato a Mario Castelnuovo-Tedesco, realizzato nell’ottobre 2013, le proponenti mirano alla realizzazione di un seminario - concerto dedicato ad Ermanno Wolf-Ferrari (Venezia, 12 gennaio 1876 – Venezia, 21 gennaio 1948), importante Autore italiano di opere liriche, sinfoniche e cameristiche, ed è in quest’ultimo ambito che il progetto si muoverà, con l’esecuzione del repertorio per voce e pianoforte.
Questo progetto vuole proseguire nella sua opera di valorizzazione dei compositori italiani del secolo scorso, a partire dalla cosiddetta generazione dell’Ottanta (Alfano, Casella, Malipiero, Pizzetti, Respighi) fino ai tanti compositori le cui opere spesso sono trascurate dai repertori concertistici.
Come gli anni passati, il progetto si riaggancia alla presenza in Conservatorio del Fondo Vanna Rota, oggetto di una pubblicazione edita nell’anno accademico 2010-11, al fine di valorizzarne i contenuti musicali rinvenutivi e di evitare che molta di quella musica rimanga in archivio senza essere portata alla luce attraverso l’approfondimento interpretativo e l'esecuzione in pubblici concerti.

INGRESSO LIBEROwolf ferrari

EVENTI DICEMBRE

SI COMUNICA CHE IL CONCERTO DEL 6 DICEMBRE E' ANNULLATO.

 

 

dicembre2014

Un'arcata a Kreutzer

Venerdì 5 dicembre 2014
Salone del Conservatorio, ore 20

UN'ARCATA A KREUTZER
Concerto del Duo Francesco Manara, violino – Pietro Laera, pianoforte
e Workshop del M° Francesco Manara

PROGRAMMA:

Workshop del M° Manara sulla Sonata a Kreutzer (durata 1 ora)

L.van Beethoven:
Sonata op.47 in la maggiore "a Kreutzer"

G. Pugnani – F.Kreisler:
Preludio e Allegro

M. De Falla:
“Suite Populaire Espagnole” (revisione di Paul Kochanski)

M. De Falla – F.Kreisler :
Danza Espanola de “La Vida Breve”

Francesco Manara è Primo Violino Solista dell'Orchestra del Teatro alla Scala e dell’Orchestra Filarmonica della Scala.

INGRESSO LIBERO
manara

BANDA DEL CONSERVATORIO

Primo appuntamento musicale di dicembre:

Giovedì 4 dicembre 2014
Auditorium del Liceo Musicale “L.Russo”, ore 20,30
(via C.Beccaria - Monopoli)

BANDA DEL CONSERVATORIO "NINO ROTA" DI MONOPOLI
M° Giuseppe Carbonara e M° Leonardo Lozupone, direttori

in programma:

G Rossini: Una marcia per il sultano

P.Mascagni: Intermezzo da Cavalleria Rusticana

G.Rossini: Allegro dalla sinfonia del Guglielmo Tell

N.Rimskij-Korsakov: La processione dei nobili (dal Balletto Mlada)

P.I. Ċaikovskij: Il Lago dei cigni (scena I)

P.I. Ċaikovskij: Lo schiaccianoci (Marcia)

F. von Suppè: Ouverture da Poeta e contadino

F. Lehar: Selezione dall'operetta La vedova allegra

Classe di Strumentazione per banda del M° Vincenzo Anselmi

Gustav Holst: “Marte” da I Pianeti
Trascrizione a cura di Mariapia Palumbo, Francesco Poci e Marianna Vitale
Direttore: Mariapia Palumbo

Aram Khachaturian: Armenian Folk Song
Direttore: Marianna Vitali

Jacob De Haan: Oregon – Fantasy for band
Direttore: Francesco Poci

INGRESSO LIBERO
banda2014

ENOCH ARDEN

VENERDI' 28 NOVEMBRE, ore 20
Salone del Conservatorio
nel 150° anniversario della nascita di Richard Strauss (1864 – 1949)

conferenza-concerto
“ENOCH ARDEN” 
melologo per voce recitante e pianoforte

testo di Alfred Tennyson voce recitante ANDREA SAVOIA
musica di Richard Strauss pianoforte PIERO ROTOLO (traduzione a cura di A. Savoia/P. Rotolo)

Il melologo, basato sul celebre poemetto di Alfred Tennyson, narra la struggente storia di un marinaio, Enoch Arden, che ritorna al suo focolare dopo anni di assenza. Non poche saranno le sorprese che troverà in famiglia, in un susseguirsi di tensioni emotive e intenso lirismo che fa di quest’originale opera di Strauss uno spettacolo coinvolgente ed indimenticabile.

Ingresso liberorotolorotolo2

SPACE IS THE PLACE

Venerdì 7 novembre 2014
Salone del Conservatorio, ore 20
primo dei quattro appuntamenti della rassegna
SPACE IS THE PLACE

COMPOSERS NIGHTS#1Space is The Place 2014 è un progetto studentesco che coinvolge gli allievi del corso di Jazz del conservatorio "Nino Rota" di Monopoli in una serie di concerti incentrati sulla musica originale. L’iniziativa nasce dall’esigenza degli studenti di rappresentare in varie forme la propria visione musicale relativa ai due aspetti contrastanti ma complementari della creazione artistica legata al Jazz : la composizione e l’improvvisazione. Questi due aspetti, largamente esperiti durante i corsi di questo conservatorio, producono sempre più stimolo e fermento per gli studenti che sentono a questo punto l’esigenza di rendere pubbliche le proprie creazioni.ORIGINAL COMPOSITIONS BY:Antonio Allegretti
Mattia Catalano
Leo Cofano
Simone De Venuto
Tiziana Felle
Elisabetta Lovece
Agnese Perulli
Antonio Vantaggiatoingresso liberospace II

SUNRISE TRIO

Mercoledì 5 novembre 2014, Salone del Conservatorio, ore 19,30

SUNRISE TRIO 
Vittorio Cerasa e Andrea Carrozzo, saxofoni
Paola Bruni, pianoforte

Il “SUNRISE TRIO” è una formazione cameristica che presta particolare attenzione alla trascrizione dei grandi Trii classici (Mozart, Beethoven), romantici (Mendelssohn, Schubert) e naturalmente ai Trii originali per due sassofoni e pianoforte con alcuni adattamenti nella formazione. L'ampio repertorio è caratterizzato da uno spiccato virtuosismo che mette in risalto le capacità strumentali ed interpretative degli esecutori avvolgendo il pubblico in un’atmosfera sonora inusuale e coinvolgente.PROGRAMMAF. Mendelssohn (1809 - 1847)
Concertpiece n°1, Op. 113
Concertpiece n°2, Op. 114C. Saint-Saëns (1835 - 1921) 
Trio n°1 in Fa MaggioreR. Vetrano (1982 ) 
Maiastra Tre immagini notturne per Sax baritono e pianoforte
F. Schubert (1797 - 1828)
Trio in Sib Maggiore D 898
I. Allegro ModeratoL. v. Beethoven (1770 – 1827) 
Sinfonia n°2 Op. 36 in Re Maggiore
I. Tempo ingresso libero
 cerasa bruni

OMAGGIO ALLA MUSICA FRANCESE

Mercoledì 29 ottobre 2014
OMAGGIO ALLA MUSICA FRANCESE

ore 19,Salone del Conservatorio,
seminario del M° Galliano CILIBERTI

ore 20, Chiesa di S.Antonio,
Concerto finale della masterclass "Claude Debussy e il clarinetto" tenuta dal M° Michele NAGLIERI dal 27 al 29 ottobre 2014
ed esecuzione del "Carnevale degli animali" di C.Saint-Saens

PROGRAMMA:

C. DEBUSSY
Petite piéce
Nella versione per clarinetto*, quintetto d’archi, flauto e arpa orchestrata da Vittorio Cerasa.
C. DEBUSSY
Première Rhapsodie
Nella versione per clarinetto*, quintetto d’archi,flauto e arpa orchestrata da Todd Palmer (I esecuzione nel sud Italia)

Ensemble
Eugenia YARESKO I violino
Claudio MANSUETO II violino
Marta CACCIATORE viola
Roberta RUBINETTI violoncello
Luca TOMMASICCHIO contrabbasso
Erica CAVALIERE flauto
Denise SPINOSA arpa
Deborah TARANTINI direttore
* i due esecutori dei brani di Debussy saranno scelti al termine
della Masterclass

C.SAINT-SAENS
Le carnaval des animaux
grande fantaisie zoologique (1886)

Solisti al pianoforte
Sara CAPONE, Marino CORDASCO, Antonia DE PASQUALE, Raffaella LEONE, Gianluca LORUSSO, Giulia PALMISANI,
Lorena PIZZOLEO, Gita SIGNORILE, Alessandro STEFANELLI,
Francesca VILLANI

Solisti in orchestra
Roberta RUBINETTI, Saverio COLELLA

Orchestra della classe di Esercitazioni Orchestrali
Giampiero GRILLI (flauto)
Eugenio TATTOLI (clarinetto)
Vittorio GAUDENTI
Alessandro MARROCCO (percussioni)
Simona PENTASSUGLIA, Paola LEOCI
Elisabeth PALMITESSA, Graziana D’AMICO
Claudio MANSUETO, Sabrina LOFORESE
Grazia VINCI (violini)
Marta CACCIATORE, Manuel D’IPPOLITO (viole)
Roberta RUBINETTI, Francesco TANZI,
Isabella LEOCI (violoncelli)
Saverio COLELLA, Alduino PANARO (contrabbassi)

Voce recitante: Roberto CALAMO
Direttore: Deborah TARANTINInagliericarnevale

LE PIACE BRAHMS?

Sabato 25 ottobre 2014
Salone del Conservatorio, ore 20,30

LE PIACE BRAHMS?
Concerto e proiezioni video

Partendo dalla proiezione di alcune scene del film "Le piace Brahms" del 1961 di Anatole Litvak, che valse la palma d'oro ad Anthony Perkins al Festival di Cannes, il concerto prevede l'esecuzione del Sestetto per archi op. 36

Ilaria CUSANO, violino I
Francesca CACCIOTTA violino II
Paola EMANUELE, viola I
Flavio MADDONNI, viola II
Marcello FORTE, violoncello I
Roberta RUBINETTI, violoncello II

ingresso liberoLE PIACE BRAHMS

GIANNI LENOCI PIANO SOLO

Venerdì 24 ottobre 2014
Salone del Conservatorio, ore 20,30
ultimo appuntamento di LABFEST 2014:

GIANNI LENOCI piano solo

“In un certo senso questa è musica libera. Non perché contiene molta energia propria del Free Jazz (tutt’altro), o perché il romantico abbandono prevale, ma perché è dischiuso un mondo di possibilità illimitate, dove la fantastica reverie e il colore religioso dell’inno convivono con la potenza del rock e la profonda enfasi del bues, l’abbellimento in filigrana e le delicata ramificazioni, la semplicità naive e la naturale modestia." (Werner Wittersheim)

Ingresso liberolenoci

LABFEST 2014. TIPS ,A POCKET CANTATA

Lunedì 20 ottobre 2014
Salone del Conservatorio, ore 20,30
nell'ambito di LABFEST 2014

TIPS
Musica di Steve Lacy
Parole di George Braque
“Pocket” Cantata per voce e strumentiSara FRASSANITO, voce ed elettronica
Pietro ROSATO, sax e clarinetti
Vittorio GALLO, sax ed oggettiRoberto CATI, Batteria e PercussioniOpening: Giovanni CRISTINO piano solo “Un Concerto Giapponese”
ingresso liberotips

SOLISTI E ORCHESTRA

Venerdì 17 ottobre 2014 - Ore 20,30 Chiesa di S.Antonio

SOLISTI E ORCHESTRA del Conservatorio "N.Rota"

in programma: MOZART Sinfonia Concertante K297b per flauto, oboe, fagotto, corno e orchestra, Concerto K313 per flauto e orchestra, BEETHOVEN concerto op 15 per pianoforte e orchestra, LISZT concerto n°1 per pianoforte e orchestra.Solisti: Rosanna Di Carolo, Miriam Goffredo, Alessia Brancia, Vincenzo Colucci, Beatrice Mappa, Annalisa Orlando, Vincenzo Furio.Orchestra del Conservatorio "N.Rota" di Monopoli 
diretta dal M° Pablo Varela.Ingresso liberosolisti orch

CHIAVI DI LETTURA

Chiavi di lettura.
la musica raccontata dai musicisti
14 ottobre, 23 ottobre, 4 novembre 2014

Tre appuntamenti per capire i linguaggi, le poetiche, le tecniche, gli strumenti 

Questo progetto si rivolge a chi “sa” e a chi “non sa”, a chi ascolta abitualmente musica e a chi vorrebbe farlo ma ne è un po’ intimorito, ai musicisti e agli aspiranti musicisti, agli appassionati, ai curiosi, agli studenti, a chi vuole capire la musica e goderne sempre più.

Il programma

Martedì 14 ottobre ore 20
L'estasi del momento. Che cos’è l’improvvisazione?
Gianni Lenoci racconta l’improvvisazione.
Con la partecipazione di Luisa Tucciariello
Giovedì 23 ottobre ore 20
Il suono del destino: viandanti, migranti, apolidi.
Domenico Di Leo racconta la Fantasia in fa minore di Franz Schubert. 
Con Alessandro Stefanelli e Iacopo Rizzi
Martedì 4 novembre ore 20
Saxeide. Una storia del sassofono tra musica e immaginiValter Arcangeli racconta la nascita e la fortuna del sassofono e della sua famiglia.
Con la collaborazione dei docenti Paola Bruni, Vittorio Cerasa, Giana Iaffaldano e degli studenti Gianvito Bianco, Simone Carbone, Andrea Carrozzo, Giambattista Chiatante, Andrea De Blasi, Rosa Fanizza, Francesco Milone, Antonio Urselli, Marianna Vitali
Ci sono musicisti e musicofili che pensano alla musica come a uno spazio per pochi eletti e iniziati, conoscitori in grado - per grazia o educazione ricevuta - di cogliere e apprezzare ogni sfumatura dei linguaggi, delle composizioni e delle interpretazioni.All’opposto, ci sono potenziali ascoltatori spaventati e respinti dalla complessità vera o apparente di linguaggi musicali come la musica classica e come il jazz (che pure alcuni decenni fa era considerato alla stregua di musica “commerciale” e di consumo).Nel mezzo, poi, troviamo ascoltatori incuriositi, affascinati ma intimoriti, spesso come schiacciati da un complesso di inferiorità che li fa sentire sempre inadeguati al cospetto della “grande musica”.Quante volte abbiamo sentito qualcuno dire “io non capisco la musica”, riferendosi soprattutto al fatto di non aver mai imparato a leggere e scrivere la notazione musicale e, magari, a suonare uno strumento?Queste pratiche sono belle, utili e importanti, per chi desidera addentrarsi ancor più nel mondo dei suoni: quindi se potete, appena potete, a qualsiasi età, provate a suonare, mettete le mani nella materia sonora.Tuttavia pensiamo che la musica, a maggior ragione quella che aspira a una possibile universalità e ad andare oltre il suo tempo contingente, sia in grado di parlare a tutti.Anche a chi non ha studiato musica e non ha ancora tutti gli strumenti teorici per sentirsene “padrone”.Siamo davvero convinti che tutti possano capire e godere della musica: per farlo occorre soprattutto essere aperti, disponibili, curiosi, disposti all’esplorazione e all’avventura.Quella che a volte appare come una lingua astrusa e misteriosa può diventare chiara e comprensibile, pur senza perdere quell’alone di mistero che è il miracolo della musica di ogni tempo.Tutto sta a trovare le giuste chiavi di lettura.
E’ quello che, nel corso di questi primi tre appuntamenti, faranno alcuni di noi docenti del Conservatorio, con la collaborazione di alcuni valorosi studenti.Proveremo a proporre, suggerire, svelare alcune possibili chiavi per “decodificare” e “decriptare” la musica e alcuni dei suoi significati.Con quelle chiavi, che sono suggestioni, informazioni, concetti, provocazioni intellettuali ed emotive, potrete avere aprire la porta di una conoscenza più profonda, stimolante e gratificante.Potrete forse trovare i luoghi della vostra interiorità in cui la musica fa risuonare qualcosa di autentico e importante: in altre parole potrete iniziare anche voi a essere interpreti, cioè ascoltatori attivi.Domenico Di Leo, coordinatore del progettochiavi di lettura

HARMONIEMUSIK PER FIATI

Mercoledì 8 ottobre 2014 Salone del Conservatorio, ore 20,30 HARMONIEMUSIK

2 Flauti – 2 Oboi – 2 Clarinetti – 2 Corni – 2 Fagotti

...

Ouvertures da:

W.A. Mozart IL FLAUTO MAGICO COSI’ FAN TUTTE

G. Rossini L’ITALIANA IN ALGERI IL BARBIERE DI SIVIGLIA

G. Bizet CARMEN Les Toreador, Seguedille, Habanera, Chanson du Toreador Les Dragons d’Alcalà, Aragonaise, Danse Boheme

Flauti:         Gianfranco La Fratta – Federica Moliterno Oboi:         Rosanna Di Carolo – Giuseppe Leoci Clarinetti:      Paola Sportelli – Onofrio Manghisi Corni:         Vincenzo Colucci – Vincenzo Convertini Fagotti:          Alessia Brancia – Virginia Di Leo

Coordinamento e guida all’ascolto a cura del M° Nicola GIULIANIfiati

concerto di musica antica

MUSICA ANTICA
mercoledì 10 settembre, alle 19.30 nel Salone del Conservatorio
con I Maestri Marco Bisceglie, Alessandro Tampieri e un ensemble di studenti.
PROGRAMMA
 
Marco Uccellini (1603 -1680)
Brando Primo alla Francese da “Sinfonici Concerti” Op IX (Venezia 1667)
 
Arcangelo Corelli (1653 - 1713) 
Concerto Grosso Op VI n III
Largo - Allegro - Grave - Vivace - Allegro
 
 
Giuseppe Torelli (1658 - 1709)
Concerto Grosso Op VIII n 7 (con un violino che concerta solo)
Allegro - Adagio, e con affetto. Allegro. Adagio - Allegro
 baroque

PER RICORDARE FRANCESCA

golden stairs

 

Per ricordare…. FRANCESCA

Un concerto per la nostra allieva Francesca Acito prematuramente scomparsa

Si eseguiranno arie di Caccini, Stradella, Vivaldi, Haendel, Mozart, Bruch, Bellini, Donizetti, Rossini, Verdi, Mascagni, Cilea, Nino Rota.

CONCERTANCELLI

 celli       

Lunedì 23 Giugno ore 21

                                  Chiostro del Conservatorio

                                                                                                                                                                                     

 

 

 

                                                                                                                                             

                                                                                                                                                 

Orchestra di Violoncelli e ... non solo

Direttore: M° Michele Cellaro

Solisti: Roberta Rubinetti, Francesco Tanzi, Valerio Latartara

Seminari e concerti chitarristici

GIULIANI

 

 

MAURO GIULIANI
VITA E OPERE DI UN VIRTUOSO PUGLIESE A VIENNA

Giovedì 19 Giugno 2014 – ore 18

Salone del Conservatorio

Concerto a cura dei Docenti e degli Allievi della Scuola di Chitarra

del Conservatorio “N. Rota” di Monopoli

nell’ambito del seminario in programma da Mercoledì 18 a Sabato 21 Giugno

CONCERTANTCELLI

 celli                                          Lunedì 23 Giugno ore 21

                            Chiostro del Conservatorio

                                                                                                                                                                                     

                                                                                                                                                                                                                                                                       

Orchestra di Violoncelli e ... non solo

Direttore: M° Michele Cellaro

Solisti: Roberta Rubinetti, Francesco Tanzi, Valerio Latartara

Concerto chitarristico

 GIULIANI

MAURO GIULIANI
VITA E OPERE DI UN VIRTUOSO PUGLIESE A VIENNA

Giovedì 19 Giugno 2014 – ore 18

Salone del Conservatorio

Concerto a cura dei Docenti e degli Allievi della Scuola di Chitarra

del Conservatorio “N. Rota” di Monopoli

nell’ambito del seminario in programma da Mercoledì 18 a Sabato 21 Giugno

OMAGGIO AD ARMANDO TROVAJOLI

Sabato 14 Giugno

Chiostro del Conservatorio ore 21:30

Omaggio ad Armando Trovajoli

A cura dei Maestri Michele Cellaro e Deborah Tarantini

Orchestra del Conservatorio “N. Rota” di Monopoli

Dirige il M° Deborah Tarantinitrovajoli

Laboratorio lirico 2014

orch         Conservatorio “Nino Rota” – Monopoli

Sabato 7 Giugno ore 18:30 presso la

Chiesa dei SS. Pietro e Paolo – Monopoli (BA)

 

 

Concerto Finale del Laboratorio Lirico 2014

Classe di Direzione d’Orchestra

in collaborazione con le Classi di Canto

Orchestra del Corso di Direzione

del M°Pablo VARELA

 Musiche di Mozart, Donizetti, Rossini, Ponchielli, Puccini, Verdi.

 

Ingresso libero

 orch

Canzoni d'amore/Tenebrae

LABFEST  2014

Il Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli presenta LABFEST 2014 , laboratorio permanente di ricerca e produzione sui linguaggi della musica d’arte, organizzato in collaborazione con il Comune di Monopoli e con il Liceo Artistico e Musicale L.Russo , che ne ha curato la veste grafica  .

Si tratta di un vero e proprio festival, articolato da maggio ad ottobre 2014, destinato ad incidere sulla vita culturale monopolitana attraverso la messa in gioco delle molteplici  e reali eccellenze del territorio.

Primo appuntamento  : CANZONI D’AMORE - TENEBRAE, in programma venerdì 30 maggio a partire dalle ore 20,30 presso la Chiesa di S.Maria degli Amalfitani. Molteplici le formazioni strumentali e vocali che si avvicendano - sempre formate da docenti ed allievi del “Rota” - nella suggestiva cornice di una delle più antiche chiese del Centro storico di Monopoli.

  Amore e Notte saranno evocati in due distinti momenti:

alle 20,30 CANZONI D’AMORE    

alle 22,30 “TENEBRAE” 

Durante l’intervallo fra le due parti dell’evento, sarà offerto un rinfresco a cura del Conservatorio.

Il concerto sarà preceduto da due incontri con il filosofo e giornalista Prof. Carlo DE BLASIO, nei giorni 29 e 30 maggio dalle 15 alle 18  presso il Salone del Conservatorio, sul tema: AMORE – NOTTE – RIMPIANTOmanifesto web piccolo

Tue so' le laude

  reni

 
 

<< TUE SO’ LE LAUDE >>

per coro a cappella

Chiesa di S. Francesco da Paola -Monopoli-

28 maggio, ore 20.00

  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
 
 
 

 

  
  
  
  
 
 
 



Alunni

Calò Giuseppe

De vivo fonte

Grassi giuseppe

Leone marco

Mazzarelli massimo

Palmisano Rosangela

Coristi

Lotesoriere stella beatrice

Saladini rosanna

Santoro domenica

Signorile gita

Vinci nicola

Voce narrante

Calamo roberto

Docente

Cannito celeste cinzia

                       

<< TUE SO’ LE LAUDE >>

per coro a cappella

Chiesa di S. Francesco da Paola -Monopoli-

28 maggio, ore 20.00

Basilica di S. Maria degli Angeli ­­-Assisi-

8 giugno, ore 15.30


 


 


 


CANTICO DELle CREATURE

TESTO DI S. FRANCESCO D’ASSISi


PROEMIO

Dal laudario di cortona:

  • Sia laudato s. francesco     (leone rocco)
  • Troppo perde ‘l tempo  (palmisano Rosangela)

Cantico delle creature

  1. …tue so’ le laude     (g. calo’)
  2. …messor lo frate sole   (m. mazzareli)
  3. …per sola luna e le stelle   (g. calo’)
  4. …Per sor aqua; per frate focu   (g. grassi)
  5. …Per quelli che perdonano   (m. mazzareli)
  6. …per sora nostra morte   (g. grassi)

VII…laudate et benedicete   (g. grassi)


Altissimu, onnipotente bon signore,

tue so’ le laude, la gloria e l’ honore et onne

benedictione.

Ad te solo, altissimo, se konfano,

et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi’ signore cum tucte le tue creature,

spetialmente messor lo frate sole,

lo qual è iorno, et allumini noi per lui.

Er ellu è bellu e radiante cum grande splendore:

de te, altissimo, porta significazione.

Laudato si’, mi signore, per sora luna e le stelle:

in celu l’ai formate clarite et pretiose et belle.

Laudato si’, mi signore, per frate vento

Et per aeree et nubilo et sereno et omne tempo,

per lo quale , a le tue creature dai sostentamento.

Laudato si’, mi’ signore, per sor aqua,

la quale e’ multo utile et humile et pretiosa et casta.

Laudato si’, mi signore, per frate focu,

per lo quale ennallumini la nocte:

et ello e’ bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si’, mi signore, per sora nostra matre terra,

la quale ne sustenta et governa,

et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

Laudato si’ mi signore, per quelli che perdonano

Per lo tuo amore

Et sostengono infirmitate et tribulatione.

Beati quelli ke ‘l sosterranno in pace,

ka da te, altissimo, sirano incoronati.

Laudato si’ mi signore, per sora nostra morte corporale,

da la quale nullu homo vivente po’ skappare:

guai a quelli ke morranno ne le peccata mortali;

beati quelli ke trovarà ne le tue sanctissime voluntati,

ka la morte secunda no ‘l farrà male.

Laudate et benedicete mi signore et rengratiate

E serviateli cum grande humilitate.


Tue so' le laude

  reni

 
 

<< TUE SO’ LE LAUDE >>

per coro a cappella

Chiesa di S. Francesco da Paola -Monopoli-

28 maggio, ore 20.00

  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
  
 
 
 

 

  
  
  
  
 
 
 



Alunni

Calò Giuseppe

De vivo fonte

Grassi giuseppe

Leone marco

Mazzarelli massimo

Palmisano Rosangela

Coristi

Lotesoriere stella beatrice

Saladini rosanna

Santoro domenica

Signorile gita

Vinci nicola

Voce narrante

Calamo roberto

Docente

Cannito celeste cinzia

                       

<< TUE SO’ LE LAUDE >>

per coro a cappella

Chiesa di S. Francesco da Paola -Monopoli-

28 maggio, ore 20.00

Basilica di S. Maria degli Angeli ­­-Assisi-

8 giugno, ore 15.30


 


 


 


CANTICO DELle CREATURE

TESTO DI S. FRANCESCO D’ASSISi


PROEMIO

Dal laudario di cortona:

  • Sia laudato s. francesco     (leone rocco)
  • Troppo perde ‘l tempo  (palmisano Rosangela)

Cantico delle creature

  1. …tue so’ le laude     (g. calo’)
  2. …messor lo frate sole   (m. mazzareli)
  3. …per sola luna e le stelle   (g. calo’)
  4. …Per sor aqua; per frate focu   (g. grassi)
  5. …Per quelli che perdonano   (m. mazzareli)
  6. …per sora nostra morte   (g. grassi)

VII…laudate et benedicete   (g. grassi)


Altissimu, onnipotente bon signore,

tue so’ le laude, la gloria e l’ honore et onne

benedictione.

Ad te solo, altissimo, se konfano,

et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi’ signore cum tucte le tue creature,

spetialmente messor lo frate sole,

lo qual è iorno, et allumini noi per lui.

Er ellu è bellu e radiante cum grande splendore:

de te, altissimo, porta significazione.

Laudato si’, mi signore, per sora luna e le stelle:

in celu l’ai formate clarite et pretiose et belle.

Laudato si’, mi signore, per frate vento

Et per aeree et nubilo et sereno et omne tempo,

per lo quale , a le tue creature dai sostentamento.

Laudato si’, mi’ signore, per sor aqua,

la quale e’ multo utile et humile et pretiosa et casta.

Laudato si’, mi signore, per frate focu,

per lo quale ennallumini la nocte:

et ello e’ bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si’, mi signore, per sora nostra matre terra,

la quale ne sustenta et governa,

et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

Laudato si’ mi signore, per quelli che perdonano

Per lo tuo amore

Et sostengono infirmitate et tribulatione.

Beati quelli ke ‘l sosterranno in pace,

ka da te, altissimo, sirano incoronati.

Laudato si’ mi signore, per sora nostra morte corporale,

da la quale nullu homo vivente po’ skappare:

guai a quelli ke morranno ne le peccata mortali;

beati quelli ke trovarà ne le tue sanctissime voluntati,

ka la morte secunda no ‘l farrà male.

Laudate et benedicete mi signore et rengratiate

E serviateli cum grande humilitate.


CONCERTO JUNIOR

Domenica 25 maggio 2014

Chiostro del Conservatorio

dalle 10

per la Rassegna

“Concerti Junior 2014”:

BONAVENTURA NELL’ISOLA

DEI PAPPAGALLI

Musica di Nino Rota

Testi di Sergio Tofano

Il primo appuntamento della Rassegna “Concerti

Junior 2014” è una rivisitazione in forma di concerto

de L’isola dei pappagalli, lavoro teatrale realizzato

a quattro mani dal compositore Nino Rota e

da Sergio Tofano, creatore del celebre personaggio di

Bonaventura.

L’adattamento proposto per il matinée del 25 maggio

dagli studenti del Biennio ad Indirizzo Didattico

del Conservatorio “N. Rota” con la collaborazione dei

loro colleghi del Corso di Strumentazione per Banda,

intende coinvolgere bambini e ragazzi in attività di

animazione musicale che si svolgeranno appunto

nell’arco di una mattinata, per avvicinarli all’esperienza

della musica come strumento di socializzazione

e di crescita.

I partecipanti saranno guidati in percorsi ludico-musicali:

canzoni, quiz, giochi di animazione e di

movimento ritmico saranno al centro del laboratorio

che culminerà nella performance di questo spettacolo

musicale.

Orchestra da camera del Biennio di Didattica 2014

“Didaensemble”

Flauti: Beatrice Mappa – Ylenia Carbonara

Serena Di Palma

Clarinetti: Andrea Di Castri - Caterina Santoro

Sassofoni: Simone Carbone - Gabriele Trianni

Violini: Flavia Truppa - Davide Greco

Miriam Bisceglie – Marco Ferulli

Giulia Camardella

Violoncelli: Laura Ferulli- Davide Caiaffa

Chitarre: Luigi Barbetta - Cosma Ricci

Pablo Montagne – Rocco Carlucci

Ananda Olita

Percussioni: Marco Girardo - Riccardo Calogiuri

Vittorio Pasquale

Pianoforte: Alberto Anelli – Stefania Lubelli

Luca Molinese – Maria Cristina

Vessia (Istituto Comprensivo

“G. Mazzini” di Bari – Ins. Patrizia

Maiorano)

Direttori: Giuseppe Tria – Marianna Vitali

Voce narrante: Giuseppe Camicia

Cori di voci bianche:

“Itria In… canto” (Istituto Comprensivo di Cisternino)

“Note Allegre” (Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” di

Martina Franca)

Direttori del coro: Prof.ssa Antonia Mastromarini –

Prof.ssa Antonia Ignatti

Trascrizioni musicali a cura di:

Margherita Di Pierro – Maria Pia Palumbo – Francesco

Poci – Marianna Vitali – Francesco Milone (Classe

di Strumentazione per Banda del M° Vincenzo Anselmi)

Adattamento del testo a cura di:

Giuseppe Camicia - Luigi Barbetta

Cosma Ricci

Grafica a cura di:

Marco Girardo - Flavia Truppa

Laura Ferulli

Coordinamento del progetto:

Prof.ssa Grazia Sebastiani

(Dipartimento di Didattica della Musica)bonaventura

FLAUTISTA PAOLO TABALLIONE

Nei giorni 31 marzo, 1,2, 3 aprile 2014 si svolgerà una  masterclass del flautista Paolo Taballione, flauto solista della Bayerisches Staatsorchester di Monaco di Baviera . La masterclass è rivolta agli studenti interni del Conservatorio Nino Rota, con approfondimenti sui passi d’orchestra attualmente richiesti da orchestre italiane e straniere.

Il giorno 3 aprile alle 20.30, presso la chiesa di S.Antonio si terrà un concerto finale per festeggiare i 300 anni dalla nascita dei compositori C.W.Gluck e C.Ph.E.Bach.taballione1

PER RICORDARE FRANCESCA

CONCERTO RINVIATO A DATA DA DEFINIRSI

Per Ricordare ……Francesca

Venerdì  28 Marzo 2014  ore 20, Salone del Conservatorio Nino Rota .


Un concerto per ricordare la nostra studentessa Francesca Acito, prematuramente scomparsa. golden stairs

Concerto Erasmus Spagna

Dal Conservatorio «Óscar Esplá» di Alicante, Spagna, saranno nostri ospiti in mobilità Erasmus due docenti rispettivamente di pianoforte, Jesús María Gómez Rodríguez e di flauto, José Francísco Mira Marín.

Lunedì 17 marzo alle 20,30 si esibiranno in Duo nel Salone del Conservatorio con un programma rappresentativo delle opere spagnole più importanti per questo organico per poi proseguire nella giornata del 18 e nella mattinata del 19 mettendosi a disposizione dei nostri allievi per lavorare singolarmente sul repertorio

di questi due strumenti, prediligendo gli autori spagnoli.

 

 .la fotoFoto concert

LAUREA CONCERTO 2014

LAUREA CONCERTO 2014-

Venerdì 7 marzo, ore 20.30 -Chiesa di S.Antonio(adiacente al COnservatorio)

Laurea-concerto dello studente Francesco BONGIORNO.

Orchestra del Conservatorio " Nino Rota" diretta da Francesco Bongiorno

Solisti al pianoforte Stefania e Gianpaolo ARGENTIERI.

Programma:
L. van Beethoven: Ouverture " Coriolano"
F. Poulenc: Concerto in re min. per due pianoforti ed orchestra
F. Mendelssohn: Sinfonia n. 1 op. 11 in do min.


CONCERTO DI NATALE

Venerdì 20 dicembre alle ore 20.30 nella Chiesa di S. Antonio (adiacente al Conservatorio)

CONCERTO DI NATALE 
 
                                                               I CONCERTI DOPPI DI J.S.BACH: per 2 violini BWV 1043, per 2 pianoforti BWV 1060 e 1061.
 
 
solisti: Valerio LATARTARA e Simona PENTASSUGLIA (violino), Roberto DE LEONARDIS, Giulio DE IUDICIBUS, Giulia PEZZOLLA e Maria PALAZZO (pianoforte)
Orchestra del Conservatorio"Nino Rota" di Monopoli diretta da Deborah TARANTINI
 

La Banda del Rota

 CONCERTO DELLA BANDA

DEL CONSERVATORIO "NINO ROTA"

diretta dai Maestri Giuseppe CARBONARA e Leonardo LOZUPONE
 
lunedì 9 settembre 2013 alle ore 20.30 - Chiostro del Conservatorio
 
In programma musiche di Mendelssohn, Brahms,Bach, Rossini, Huggens, Verdi e un medley "non solo swing".

Musica in Settembre 2013

Concerti di settembre in Conservatorio

Scarica la Brochure.pdf

Solisti con Orchestra

Giovedì 25 luglio, Chiostro del Conservatorio , ore 21
SOLISTI CON ORCHESTRA

orchestra 

Orchestra del Conservatorio di Musica “ Nino Rota”
Direttore Michele Nitti

L. van Beethoven “Concerto per Pianoforte n.1 op. 15” per pianoforte e orchestra 
( pianista Carmine Chiarelli)
F. Devienne “Concerto per Flauto ed Orchestra n.7 in Mi minore”
( flautista Ylenia Carbonara)
F. Liszt “Concerto n.2 in La Maggiore” per pianoforte e orchestra
( pianista Stefania Argentieri)

Erasmus Party

Gli studenti di Monopoli e di Lipsia
suonano insieme per l'estate musicale del Conservatorio "Nino Rota"

Domenica 14 Luglio, Chiesa di San Salvatore - Monopoli - ore 21

erasmus party 
da Monopoli: Vanessa Di Fine (violino),  Valerio Latartara (violino barocco), Manuel D'Ippolito (viola)
da Lipsia: Frederike Blanke (cantante), Kathleen Lang (cello e basso continuo),
Nick Gerngross (cembalo e organo).

Musica da camera tra Italia e Spagna - con il M° Victor Correa - Cruz

cruzGiovedì 27 e sabato 29 giugno prossimi il Conservatorio di musica “Nino Rota” di Monopoli ospiterà un doppio appuntamento di rilievo internazionale: il Festival “Musica da camera tra Italia e Spagna”, a cura del Dipartimento degli strumenti ad arco ed in collaborazione con l’Ufficio Erasmus. Occasione del festival è la presenza a Monopoli del violinista e docente spagnolo M° Victor Correa-Cruz (Conservatorio Superior de Musica di Salamanca), solista e camerista dalla intensa e varia carriera sviluppata prevalentemente in Europa e negli Stati Uniti, il quale terrà  nella prossima settimana una masterclasscameristica riservata agli studenti del Conservatorio. Giovedì 27 alle ore 20.30, nel chiostro del Conservatorio,concerto finale dei migliori studenti selezionati nell’ambito della masterclass; sabato 29 alle ore 21 sempre nel chiostro del Conservatorio concerto cameristico di Victor Correa-Cruz (violino) e Domenico Di Leo (pianoforte) con in programma musiche di Franck, Rota, De Sarasate, De Falla/Kreisler. Ingresso libero ad entrambi gli appuntamenti.

Compositori italiani del XX secolo

Alla Ri-scoperta  di ... RAFFAELE GERVASIO
Concerto di Musica da camera a cura del Dipartimento di fiati
gervasio
Martedì 18 giugno 2013 alle ore 20.30 nel Chiostro del Conservatorio di musica "N. Rota" di Monopoli, per il ciclo "Compositori italiani del XX secolo".
A cura dei Maestri Angelo Clemente, Giovanni Mastromarino, Marcello De Giuseppe, Cosimo Larocca, Raffaella Migailo.

Leggi tutto: Compositori italiani del XX secolo

Musica in Estate 2013

Concerti di luglio nel Chiostro del Conservatorio

Scarica la Brochure.pdf  -  Avviso per l'Opera.pdf 

verdi locandina jpg

Fiori musicali 2013

Musica d'organo (... e non solo) nelle Chiese di Monopoli (... e dintorni) Maggio - Ottobre 2013
Scarica la Brochure con il programma.pdf

Fiori musicali 2013

Giovani talenti pugliesi

L'Orchestra della Provincia di Bari, in collaborazione con il Conservatorio "Nino Rota" di Monopoli
Direttore: Eduardo Alvarez - Contrabbasso: Vincenzo Venneri - Pianoforte: William Greco
24 maggio, Multisala Showville - Bari ore 21 

 (ingresso libero per docenti e studenti del Conservatorio "Nino Rota" con ritiro diretto al botteghino)

25 maggio ore 11 - matinée per gli studenti del Liceo Salvmenini di Bari

Scarica la Locandina.pdf

Concerto della Classe di Direzione di Coro

Ave Maria

Concerto della Classe di Direzione di Coro e Composizione corale
del M° Celeste Cinzia Cannito

Lunedì 27 maggio ore 20 - Chiesa San Francesco da Paola - Monopoli

Programma.doc  -  Scarica la Locandina.pdf 

Concerto Classe di Esercitazioni Corali

concerto vivaldi-bassa

Concerti delle Classi di Esercitazioni Corali dei docenti: M. D. Di Crescenzo e A. Galterio, in collaborazione con la Classe di Esercitazioni Orchestrali del docente M. Nitti.

Mercoledì 24 aprile 2013 - ore 20,30 - Chiesa S. Antonio di Monopoli
Martedì 7 maggio 2013 - ore 20,30 - Cattedrale di Conversano

Giornata rotiana

rota
Mercoledì 10 aprile, Salone del Conservatorio, a partire dalle ore 10 con concerto alle ore 17.

IN VIAGGIO CON NINO ROTA, Mostra video-fotografica e concerto. Fotografie e documenti epistolari dell’archivio privato dell’autista barese del Maestro, Peppino De Cataldo. Video e documentari a cura dei Maestri Michele Cellaro e Giovanni Guarino.
La mostra sarà aperta dalle ore 10 alle ore e dalle 14,30 alle 17.

Alle 17 avrà luogo un concerto a cura delle classi di musica da camera dei Maestri Domenico Di Leo e Paola Emanuele e della classe di clarinetto del M° Giovanni Mastromarino. Si esibiranno gli studenti Giuseppina Greco, Simona Gialluisi, Lucrezia Orlando e Vincenzo Lisena e il M° Giovanni Guarino, accompagnato dalla prof.ssa Angela Pascale. 

In programma: Sonata per violino e pianoforte (1936-37), Sonata per clarinetto e pianoforte (1945), Aria di Boupertuis "E' una cosa incredibile" da "Il cappello di paglia" (1955).

Musica in Primavera 2013

locandine 35x50 modificata

Eventi musicali di Primavera

Scarica il programmapdf

Music and Death

Music and death Sabato 23 marzo alle ore 21 nella Chiesa dei SS. Pietro e Paolo (Monopoli - centro storico) MUSIC AND DEATH, concerto della Classe di Esercitazioni Orchestrali e del Coro "Florilegium vocis". In programma musiche di Purcell, Mozart, Haendel, Berlioz, Gounod. Ingresso libero.

Tuttifantchen

Tuttifantchen

    Fiaba di Natale in parole e musica

       Musica di Paul Hindemith

       Classe di Esercitazioni orchestrali

       direttore Michele Nitti
        narratore Paolo Panaro

       Chiesa S. Maria Amalfitana - Monopoli
       Venerdì 21 dicembre - ore 21

Prossimi appuntamenti

L'Ensemble di fiati del Conservatorio N. Rota 

6 novembre alle 19.30 presso la Chiesa di S. Leonardo di Monopoli
8 novembre alle 17.30 presso il 1° Circolo "Settanni" di Rutigliano

Rassegna Fiori Musicali 

6 novembre alle 20.00 Salone del Conservatorio

conclusione della rassegna di concerti d'organo "FIORI MUSICALI" 
M° Vittorio Cerasa sassofono - M° Giamila Berrè organo

Incontro con Sylvano Bussotti

Bussotti_Front1

Martedì 30 ottobre 2012 – Salone del Conservatorio, ore 17.30

LECTIO MAGISTRALIS con Sylvano Bussotti

introduce Gianni Lenoci

 

 

Bussotti_Retro

Mercoledì 31 ottobre 2012 – Chiesa dei SS. Pietro e Paolo, ore 20.30

SOIRÉE BUSSOTTI

 

Scarica il Programma.jpg jpg_small.gif

Autunno in Musica

locandina_47x32

Eventi musicali di ottobre

Scarica il programma pdf_small.gif

La Russia nel Pianoforte

La_Russia_nel_pianoforte Il Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli propone un’interessante rassegna concertistica studentesca intitolata La Russia nel pianoforte. Si tratta di  un festival costituito da tre appuntamenti (lunedì 24, mercoledì 26 e venerdì 28 settembre sempre alle 20.30 nel salone del Conservatorio) in cui  studenti ed ex-allievi  dell’ istituzione monopolitana raccontano ed interpretano il grande repertorio russo per pianoforte.
Le tre serate sono ad ingresso libero.
L’idea di questo festival è nata da un sentimento che accomuna e rende complici gran parte degli studenti del Conservatorio di Monopoli: la voglia di mettersi in gioco, di darsi da fare, di esibire i frutti del duro lavoro che lo studio del pianoforte – soprattutto a certi livelli – comporta. Va sottolineato come l’evento, organizzato e gestito in prima persona dagli studenti,  trovi non a caso realizzazione in un conservatorio come quello di Monopoli,  notoriamente ricco di opportunità di questo tipo riservate ai propri  numerosi talenti. Ecco, in sintesi, l’articolazione interna  dei tre incontri:
24 settembre: Nostalgici e rivoluzionari: dualismi nella musica russa 
(Mussorgsky – Balakirev – Schostakovic – Rachmaninov)
26 settembre: Vertigini: storia di due post-romantici (Rachmaninov – Skrijabin)
28 settembre: Il caleidoscopio musicale di Sergei Prokof’ev
Gli studenti impegnati nelle esecuzioni sono più di una ventina tra allievi ed ex allievi, provenienti  anche da istituzioni musicali estere in Erasmus.

Operetta Il Pipistrello

Il Pipistrello (die Fledermaus) di Johann Strauss figlio
6, 7 e 8 luglio 2012 ore 21.15 (porta ore 20) - Chiostro  del Conservatorio

L’allestimento è dedicato alla memoria di Eugenio Monopoli, indimenticabile interprete di Niegus de La vedova allegra (2005)

Concerto Pasquale

Il Coro delle Classi di Esercitazioni Corali dei docenti Francesco Aliberti e
Manfredo Di Crescenzo e l'Orchestra d'Archi del Conservatorio "N. Rota" di Monopoli in

Il Concerto Pasquale - Stabat Mater

Fedele Fenaroli (1730-1818) Pasquale Cafaro (1715-1787)
 - Differenze e Analogie di due Compositori della Scuola Napoletana -

Leggi tutto: Concerto Pasquale

Movies Emotions

Hans P. Stroër e Tiziana De Carolis presentano

MOVIE(S)EMOTIONS

CONFERENZA-CONCERTO
Mercoledì 23 maggio 2012 - ore 18
Conservatorio "Nino Rota" Monopoli
Scarica il programma pdf_small.gif

International Workshop

jazz

Il Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali del Conservatorio di Musica "Nino Rota" di Monopoli incontra la “Stowarzyszenie Orkiestra Jazzowa” di Stettino (Polonia)
in Jazz alla spina (international workshop)
Masseria Fortificata “Spina” – Monopoli
lunedì 2 aprile 2012, ore 18.00 - ingresso libero - Locandina

Leggi tutto: International Workshop

Concerto classe esercitazioni orchestrali II

Secondo Concerto della Classe di Esercitazioni Orchestrali
dirige il M° Michele Nitti

sabato 31 marzo 2012 - ore 21
presso il Salone della Chiesa S. Antonio

Ingresso libero

Leggi tutto: Concerto classe esercitazioni orchestrali II

Concerto Masseria Spina

l’IISS Majorana – Laterza di Putignano

incontra

il Conservatorio Nino Rota di Monopoli

 sabato 18 febbraio 2012 – ore 17,30

Sala Convegni - Masseria Spina

doc_small.gif Scarica il programma musicale

Carnevale di Putignano 2012

Concerto “La lirica dei coriandoli”

a cura delle Classi di Canto dei Docenti del Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli

Carmela Apollonio, Rosanna Casucci, Maria Grazia Pani e Luigi Petroni

Venerdì 17 febbraio – ore 21.00

Auditorium Santa Maria degli Angeli - Putignano

Stefania Sanseverino – soprano *
Zeudi Rella – mezzosoprano **
Paola Leoci – soprano ***
Roberto Calamo – baritono ****
Vincenzo Aversa – basso *****
Al pianoforte: Prof.ssa Marilena Begotti, Prof.ssa Carmela Castrignano, Prof.ssa Raffaella Migailo, Simona Gialluisi

Scarica il programma doc_small.gif

Concerto aperitivo III

3° appuntamento dei Concerti aperitivo con pianoforte

domenica 12 febbraio 2012 - ore 11.15
presso la Sala del Circolo BARION di Bari

si esibiranno i nostri allievi
William Greco - Vincenzo Saponara

Ingresso libero

Musiche di: Beethoven - Chopin - Ravel

Concerto classe esercitazioni orchestrali

Primo Concerto della Classe di Esercitazioni Orchestrali
dirige il M° Michele Nitti

 

sabato 4 febbraio 2012 - ore 20.30
presso il Salone della Chiesa S. Antonio

Ingresso libero

Sinfonia n°85 ("La reine") di Haydn - Sinfonia n°5 di Schubert.

Concerto aperitivo II

2° appuntamento dei Concerti aperitivo con pianoforte

domenica 29 gennaio 2012 - ore 11.15
presso la Sala del Circolo BARION di Bari

si esibiranno i nostri allievi
Vito Susca - Rosalia Capitanio - Vincenzo Lisena

Ingresso libero

Musiche di: Dallapiccola - Debussy - Schumann

Concerto aperitivo I

1° appuntamento dei Concerti aperitivo con pianoforte

domenica 15 gennaio 2012 - ore 11.15
presso la Sala del Circolo BARION di Bari

si esibiranno i nostri allievi
Mariella Braj - Rosalia Capitanio - Marco Elvino Miali

Ingresso libero

Musiche di: Chopin - Liszt - Brahms

Nino Rota Jazz (Re)Compositions

Steve PottsSteve Potts & Gianni Lenoci Hocus Pocus 4

Venerdì 25 novembre 2011 alle ore 20 - Sala Convegni Masseria Fortificata Spina - Monopoli

Steve POTTS, sax
Gianni LENOCI, pianoforte
Vittorio GALLO, sax
Pasquale GADALETA, c.basso
Giacomo MONGELLI, batteria
a cura del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali
Info: 080.9303607 - Ingresso libero

Wunderkammer

WUNDERKAMMER, O LA CAMERA DELLE MERAVIGLIE

Wunderkammer


giovedì 15 dicembre - ore 20.30
Salone del conservatorio

Un percorso nella musica da camera di NINO ROTA
con i giovani concertisti delle classi di Musica da Camera
a cura di Domenico Di Leo
e Paola Emanuele

Il M° Petracchi per Nino Rota

petracchi Buon Compleanno Maestro Rota 

Sabato 3 dicembre 2011 ore 20,30

Auditorium del Polivalente Scolastico - Monopoli

musiche di NINO ROTA
Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Musica di Monopoli
Franco Petracchi, contrabbassista
Michele Cellaro, direttore
Il concerto sarà preceduto da una conversazione introduttiva con il M° Petracchi che parlerà della sua amicizia con Nino Rota e della genesi del "Divertimento concertante" per contrabbasso e orchestra.

Nino Rota musicista "inattuale"?

rota

giovedì 17 novembre 2011 - ore 20,30

Sala Convegni Masseria Fortificata Spina - Monopoli

L'Autunno musicale  2011 organizzato dal Conservatorio di Musica "N.Rota" di Monopoli prosegue con un interessante concerto.

In programma, di Nino Rota, il Quartetto, le Invenzioni, il Concerto per archi.

Miriam Bisceglie, Giovanni Zonno, Rita Paglionico, Giuseppe Mengoli, Roberto Rizzi, Giuseppe De Crescenzo, Lucia Carparelli, Annamaria Pignatelli, violini primi; Margherita Carbone, Antonio Papapietro, Giuliana Leoci, Paola Leoci, Simona Pentassuglia, Antonella Petruzzi, violini secondi; Paolo Messa, Cecilia Santostasi, Giacomo Battista, Valerio Latartara, viole; Luciano Tarantino, Roberta Rubinetti, Giuliana Zito, Antonia Chillà, violoncelli; Giovanni Rinaldi, Angelo Cito, contrabbassi.

Concorso Società Umanitaria

Umanitaria   

Venerdì 11 novembre 2011 - ore 20,30 - Salone del Conservatorio

Pratola

Concerto del flautista TOMMASO PRATOLA
vincitore del concorso Società Umanitaria 2011

accompagnato dalla pianista Manuela Marcone

Il nostro ospite di quest’anno, il giovanissimo flautista aquilano Tommaso Pratola, vincitore di numerosi primi premi: “Syrinx” (Roma) nel 2006 e nel 2007, “Nuovi Orizzonti” (Arezzo) nel 2007, nel 2009 è Vincitore Assoluto per la sezione Fiati, nel 2008 e nel 2009 si classifica 2° al Concorso Krakamp (Benevento) e nel marzo 2010 è Vincitore Assoluto al “Città di Giussano”.

In programma musiche di Reinecke, Poulenc, Borne, Dutilleux, Martin
Ingresso libero.

Le Serate del Conservatorio (Autunno-Inverno)

rota         

LOGO-CONSERVATORIO-con-ombra-75

Per la ricorrenza dei 100 anni dalla nascita di Nino Rota e dei 40 anni dalla fondazione del Conservatorio di Monopoli, sabato 10 settembre 2011 con Concert Mystique - per coro gregoriano, strumenti ed elettronica riprendono gli appuntamenti autunnali e invernali che si svolgeranno nel Chiostro e nel Salone del nostro Conservatorio e presso altre locations.

Scarica il programma degli eventi doc_small.gif

Concerto Liszt

lisztPIANO !

nel bicentenario della nascita del compositore ungherese Franz Liszt

Salone del Conservatorio - ore 20,30

  • sabato 22 ottobre 2011 - V. Lasaracina Recital
  • lunedì 24 ottobre 2011 - S. Argentieri - G. Argentieri - A. Gallucci - A. Chiarillo - A. Cocciolo - D. Milone
  • mercoledì 26 ottobre 2011 - D. D'Ignazio Recital
  • venerdì 28 ottobre 2011 - A. Nicolizas - A. Cocciolo Recital
  • sabato 29 ottobre 2011 - Maratona Pianistica - ore 18 C. M. Clemente - M. E. Miali - M. Braj - A. Chiarillo - E. Daprile - G. Chiatante - ore 19 A. Palmisano - F. Lapadula - B. Lomuscio - F. Epifani - V. Furio - S. Capone - B. Galeone - ore 21 V. Palmisano - V. Manisco (soprano) e prof.ssa Migailo (pianoforte) - A. Gallucci - C. Mosca - S. Argentieri  

Suona Francese

the_english_patient-image

foto_coro

Italia e Francia per il Cinema

Giovedì 6 ottobre 2011 - ore 20,30

Sala Convegni Masseria Fortificata Spina
spettacolo musicale con
Ensemble della classe di Direzione Orchestrale di Giovanni Pelliccia
Coro di voci bianche “JUVENES CANTORES” di Luigi Leo
in collaborazione con ApuliaFilmCommission
a cura di Maria Gabriella Bassi
In programma musiche di Coulais, Morricone, Yared, Rota. Arrangiamenti di Vincenzo Anselmi

Scarica la Brochure pdf_small.gif

Concerto per i 40 anni del Conservatorio di Monopoli

vecchia_sede

(1971 - 2011)

Sabato 1° ottobre 2011 - Chiesa S. Antonio ore 20,30

nuova_sede

Orchestra del Conservatorio "Nino Rota" di Monopoli

Roberto De Leonardis - pianoforte

Mirella Sasso -  Direttore

Nino Rota La fiera di Bari - ouverture per orchestra

Concerto in do - per pianoforte e orchestra


Paolo Lepore - Direttore

Nino Rota Sinfonia n. 2 in fa maggiore "La Tarantina - anni di pellegrinaggio"

 

Le Serate del Conservatorio

rota LOGO-CONSERVATORIO-con-ombra-75

Per la ricorrenza dei 100 anni dalla nascita di Nino Rota e dei 40 anni dalla fondazione del Conservatorio di Monopoli, venerdì 8 luglio 2011 con Suona Francese: arpe e pianoforti sotto le stelle iniziano gli appuntamenti estivi e autunnali che si svolgeranno nel Chiostro e nel Salone del nostro Conservatorio.

Clicca qui per scaricare il programma pdf_small.gif

Aladino e la lampada magica

fiaba lirica in tre atti di Nino Rota su libretto Vinci Verginelli
21 - 22 - 23 luglio 2011 ore 21,15
Chiostro del Conservatorio

Scarica la Locandina pdf_small.gif  - Avviso per prenotazione posti pdf_small.gif 

Concerto finale corsi inferiori strumenti a fiato

Depliant_Fiati

     

Dipartimento degli strumenti a Fiato

Concerto finale del Corso di Musica d'Insieme per strumenti a Fiato dei Corsi Inferiori, a cura dei docenti Angelo Clemente, Cosimo A. Larocca e Marcello De Giuseppe

Martedì 14 giugno 2011 ore 20,30
Chiostro del Conservatorio

Scarica il Programma pdf_small.gif

   

Concerto Tips

Locandina_Irene_Aebi

con Irene Aebi

Workshop dal 23 maggio al 27 maggio 2011

Concerto - Venerdì 27 maggio 2011 - ore 21

Salone Masseria Fortificata Spina - viale A. Moro 27, Monopoli

Scarica la Locandina.pdf pdf_small.gif

Il Solista con Orchestra

Orchestra del Conservatorio 

Solisti: Beatrice Rana pianoforte - Cosma Ricci chitarra

in collaborazione con la classe di Direzione d'Orchestra del M° Giovanni Pelliccia
musiche di W.A. Mozart, F. Schubert, H. Villa-Lobos

piano  

  Mercoledì 22 dicembre 2010 - ore 20,30
  Chiesa S. Antonio - Monopoli 
   (ingresso libero)
 

Greg Burk + Hocus Pocus Lab Orchestra

a cura del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali

Greg Burk pianoforte, minimoog, direzione
Gianni Lenoci organ-synth & conduction

Greg Burk

 
  
  Mercoledì 15 dicembre 2010 - ore 20,30
  Masseria Spina - viale A. Moro - Monopoli 
   (ingresso libero)