Piero_Rotolo

Piero ROTOLO

Pianoforte complemetare 



PIERO ROTOLO

Nato a Mola di Bari, svolge attività concertistica, didattica e organizzativa in campo musicale.
Avviato agli studi musicali dal m° N. Diomede, si è diplomato in Pianoforte a pieni voti presso il Conservatorio di Musica "N.Piccinni" di Bari sotto la guida del m° G. Campagnola e del m° B. Lupo.
Successivamente ha frequentato i Corsi di Alto Perfezionamento Pianistico tenuti dagli insigni Maestri Franco Medori, Pierluigi Camicia, Adam Wibronsky, Francoise Thiollier, John Perry, Michael Staudt, Bruno Canino (per la musica da camera).
Ha studiato inoltre composizione con il m° R.Gervasio e analisi musicale con approfondimenti musicologici con il m° L.Fico.
Vincitore in oltre 20 Concorsi di Esecuzione Pianistica e di Musica da Camera Nazionali ed Internazionali (Albenga, Napoli, Roma, Capri, Caltanissetta, Castellaneta, Taranto, Lamezia, ecc...), ha intrapreso l’attività concertistica tenendo concerti per importanti Istituzioni e Associazioni Musicali in Italia, Spagna, Polonia, Francia, Bulgaria, Moldova, Romania e U.S.A.(Steinway Hall di New York, Fondazione "A.Segovia" di Linares-Spagna, Fondazione Piccinni e Il Coretto di Bari, Williamson Theatre dello Staten Island College di New York, Filarmonica Statale di Shoumen-Bulgaria, Filarmonica della Radiotelevisione a Kisney-Moldova, Università di Salerno e Università per Stranieri di Perugia, Teatro Alfieri di Torino, Teatri Civici di Tortona, Marsala, Civitanova, ecc..) sia da solista che in varie formazioni cameristiche, riscuotendo vivi apprezzamenti dal pubblico e dalla critica che così si è espressa :
"...ne è scaturita una interpretazione degna dei più nobili dei drammi e delle sofferte lacerazioni introspettive, situazioni queste che il pianista Piero Rotolo ha saputo celebrare con maestria ed intelligenza interpretativa, avvalendosi di un tocco dalla squisita raffinatezza che ha miscelato una gamma di colori le cui immagini sonore facilmente sono state risolte in poesia..." (La Gazzetta del Mezzogiorno);
"... il pianista Piero Rotolo riesce sempre a far "vedere" la musica, a farci riflettere sui suoi significati più intimi e remoti, ma, anche e soprattutto a farci comprendere come i meravigliosi segnali che egli riceve dai grandi del passato siano ancora irresistibilmente vivi…" (Bari Sera).
Considerevole anche la sua attività di ospite solista con orchestra ("Symphonia Mediterranea", "Accademia di Tirana", "Statale Filarmonica di Shoumen", "Orchestra della radio-televisione moldava", "Filarmonica bulgara di Plovdiv", "Orchestra Agimus", Filarmonica di Stato "D.Lipatti", Orchestra da Camera "Traetta", Orchestra del Conservatorio di Musica di Monopoli) eseguendo di BACH il Concerto in do magg. per tre ppff. BWV1064 e il Concerto in la min. per quattro ppff. BWV 1065, di MOZART il Concerto in do magg. K 467, il Concerto in fa per 3 ppff K 242 e il Concerto in mi b per 2 ppff K 365., di BEETHOVEN il Concerto n.3 in do min. op.37 e la Fantasia in do min. op. 80 per pf, coro e orch., di CHOPIN il Concerto in mi min. op.11, di SAINT-SAENS Il Carnevale degli animali per 2 ppff e orch., di PIAZZOLLA Le Quattro Stagioni per archi e pf.
Il suo repertorio (oltre ai capisaldi della letteratura classico-romantica) si fa divulgatore anche di un notevole numero di composizioni di autori poco conosciuti: in questa prospettiva, ha preso parte, con l'Orchestra da Camera "Traetta", alla registrazione di un CD dedicato a compositori pugliesi contemporanei; inoltre è impegnato alla divulgazione dell’opera del compositore pugliese Niccolò van Westerhout (ha eseguito in numerose occasioni l’intera serie degli "Insonni" per pianoforte solo e, in duo, ha registrato le composizioni per violino e pianoforte per un CD pubblicato da RaiVideoClassic - distr. Fonola).
Dall’ottobre 2000 è regolarmente invitato ad esibirsi a New York nell’ambito di manifestazioni musicali organizzate dall’Istituto di Cultura Italiano negli U.S.A. in collaborazione con il "Van Westerhout Cultural Activities" ed il "F.I.A.O. of Brooklyn Inc."
Ha fatto parte di giurie di Concorsi Pianistici Nazionali e Internazionali ed è risultato vincitore nei Concorsi a cattedra per titoli ed esami per l'insegnamento nei Conservatori di Musica Statali.
Già membro del Direttivo Nazionale A.GI.MUS. (associazione giovanile musicale), è dal 1994 Direttore Artistico dell’A.G.I.MUS. "Giovanni Padovano" di Mola di Bari promotrice, oltre che di consolidate e pluriennali edizioni di Stagioni Concertistiche, anche di importanti progetti artistici tra i quali sono da menzionare il Festival Beethoveniano (ciclo "integrale" delle composizioni in forma di "concerto"), l’esecuzione e la pubblicazione in CD (in prima registrazione assoluta mondiale) di alcuni lavori del compositore N.van Westerhout, il Festival Bach (concerti per due, tre, quattro pianoforti e orch.), il Festival Mozart (concerti per pianoforte e orchestra, Requiem, conferenze, ecc), l’istituzione dell’Orchestra Agimus, "Musica & Scuola" (lezioni – concerto per gli studenti), ecc.
E’ titolare di cattedra presso il Conservatorio di Musica di Monopoli (Ba).

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Submit to Facebook