Gianni_Saponara

Giovanni SAPONARA

Pianoforte



GIOVANNI SAPONARA

Nato a Bari, si è diplomato in Pianoforte nel 1978 presso il locale Conservatorio. Ha successivamente intrapreso lo studio del clavicembalo e della prassi esecutiva barocca diplomandosi nel 1983 presso il Conservatorio L. D’Annunzio di Pescara e perfezionandosi in seguito con A. Conti e A.M. Pernafelli. Dal 1981 è attivo al clavicembalo come solista, concertatore e continuista.
Membro o fondatore di diversi gruppi da camera e di musica antica (Il Fuggilotio, con A. Florio e G. De Vittorio, Concentus pro Musica Antiqua, Gruppo Cameristico Pugliese, Trio Mordent, ecc.), è stato premiato come camerista in concorsi nazionali e internazionali (Stresa, Corsico, ecc.).
Ben presto la sua ricerca l’ha portato a privilegiare il rapporto tra lo strumento e la voce, cantata e parlata, e a lanciare un ponte ideale tra antichità e sperimentazione. In quest’ambito sono nati concerti-spettacolo multimediali come Catalogue d’Oiseaux per clav. e voce recitante (presentato nel 1995 in prima nazionale presso il Teatro Kismet di Bari) e Tre soldi tra due mondi – Da Berlino a Broadway – I songs di Kurt Weill (2001, in veste di esecutore e arrangiatore, con l’ensemble Il Suono Blu e in collaborazione con la cantante-attrice M. Giaquinto), e le collaborazioni con G. Lenoci (ensemble Il Suono Blu) e B. Tommaso (Europa Jazz Festival 1995 di Noci, con M. Lomuto, R. Ottaviano, E. Reijseger).

F. Versienti l’ha definito: ”…singolare figura di musicista che si muove a cavallo tra antica e nuova musica,… specialista del repertorio contemporaneo” (Passaggio a Sud-Est, Laterza 2002).

Ha suonato in tutta Italia, in Francia (festival Ballades à Bourges, festival Tombées de la nuit di Rennes, nello spazio-poesia con V. Magrelli e G. Labriola, Incontri all’Eglise de Saint Merri a Parigi, ecc.) e Austria.
Ha composto musica da camera (ordine del Festival internazionale “Poesia in/chiostro” di Conversano, edizione 1985), per teatro (“Porta chiusa” di J.-P. Sartre, regia di R. Negri, 1995), per teatro di strada.
Ha curato la revisione e partecipato alla prima esecuzione moderna in forma scenica della farsa musicale Pulcinella finto maestro di musica di G. Insanguine, realizzata nel chiostro del Conservatorio N. Rota di Monopoli nel luglio 2003.
Ha registrato per la RAI.
Ha collaborato, in veste di clavicembalista e arrangiatore, ai CD Canti e disincanti (Dona Ruy Project) e Espagna (Terrae).
Dopo aver insegnato nei Conservatori di Sassari e Parma, attualmente è titolare di una cattedra di Pianoforte principale presso il Conservatorio N. Rota di Monopoli.

Contatti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


GIOVANNI SAPONARA (english biography)

After having taught in the Sassari and ParmaAcademies of Music, he is currently teaching piano at the N. Rota Academy of Music in Monopoli, (Bari.)
Born in Bari, he graduated in piano at the local Academy of Music in 1978. He then started harpsichord and Baroque performance earning a degree at the L. D’Annunzio Academy of Music in Pescara; he improved his practice with A. Conti and A.M. Pernafelli.
He has been playing cembalo as soloist, conductor and continuo player since 1981.
Founder and member of a number of chamber and ancient music groups (among others Il Fuggilotio with A. Florio and G. De Vittorio, Concentus pro Musica Antiqua, Gruppo Cameristico Pugliese, Trio Mordent), he was awarded national and international prizes as chamber musician (Stresa, Corsico.)
His research soon led him to focus on the relationship between the instrument and the voice, both sung and spoken, and to ideally connect antiquity and experiment. Along these lines, he contributed to the creation of multimedia concert-shows as Catalogue d’Oiseaux for cembalo and narrator, which opened in 1995 at the Teatro Kismet in Bari; Tre soldi tra due mondi – Da Berlino a Broadway – I songs di Kurt Weill (in 2001 as performer and arranger with the ensemble Il Suono Blu and in collaboration with actress-singer M. Giaquinto); he also collaborated with G. Lenoci (ensemble Il Suono Blu) and B. Tommaso (Europa Jazz Festival 1995 in Noci, (Bari), with M. Lomuto, R. Ottaviano, E. Reijseger.)

F. Versienti defined him “unique musician straddling ancient and contemporary (…), also a specialist of the contemporary repertoire.” (Passaggio a Sud-Est, Bari: Laterza, 2002.)

He performed across Italy, in France (among others festival Ballades à Bourges, festival Tombées de la nuit in Rennes, in the “spazio-poesia” with V. Magrelli e G. Labriola, Incontri at the Eglise de Saint Merri in Paris.) and Austria.
He composed chamber music for the international festival “Poesia in/chiostro” in Conversano, (Bari), 1985, for the theater (“Porta chiusa” by J.-P. Sartre, directed by R. Negri, 1995), and for street theater.
In 2003, he supervised the revision and performed for the first contemporary staging of the musical farce Pulcinella finto maestro di musica by G. Insanguine (1777) in the cloister of the N. Rota Academy of Music in Monopoli, (Bari). As cembalo player and arranger, he contributed to the realization of the Canti e disincanti (Dona Ruy Project) e Espagna (Terrae), both published as CDs.
Gianni Saponara, furthermore, recorded for the Italian public Radio (RAI.). 

Contact: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Submit to Facebook