no-one

Vito Carmine CLEMENTE 

Armonia Complementare 



VITO CARMINE CLEMENTE

Vincitore del Concorso Internazionale “Franco Capuana” per direttori d’orchestra della Comunità Europea 2002 - opera a concorso: “Manon Lescaut” di Puccini - Vito Clemente si è diplomato con lode in direzione d’orchestra, musica vocale da camera, pianoforte, strumentazione per banda, direzione di coro e musica corale, composizione, perfezionandosi all’Accademia Chigiana. Ha studiato con Roberto Duarte, Rino Marrone, Myung Whun Chung e Gustav Kuhn. Dopo gli studi umanistici ha conseguito con lode la laurea in discipline musicali.

E’ direttore stabile dell’Orchestra da Camera “Tommaso Traetta” e direttore artistico del Traetta Opera Festival. E’ stato direttore musicale della stagione lirica del Teatro della Fortuna di Fano e dell’Orchestra Sinfonica Lucana. Ha diretto “Il Barbiere di Siviglia” al Teatro Petruzzelli per la Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari nella prima stagione – 2009/2010 - del teatro ricostruito. Ha inaugurato le stagioni 2007/2008 e 2010/2011 dell’Ente Autonomo Regionale Teatro di Messina.

Ha inaugurato le stagioni 2003, 2005 e 2006 del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Ha inaugurato il Bergamo Musica Festival 2009 e la riapertura del Teatro Sociale.

E’ abitualmente direttore ospite di organici quali l’I.C.O. di Bari, l’I.C.O. di Lecce, l’O.T.Li.S., l’Orchestra Rossini, Tokyo Chamber Opera Theatre.

Ha diretto l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, dell’Arena di Verona, la Filarmonica “Toscanini”, Orchestra del Teatro Marrucino di Chieti, del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, la Pro “Arte”, Milano Classica, la Sinfonica Abruzzese, la Sinfonica di Sanremo, la “Philharmonia Mediterranea”, la Filarmonica Italiana, la “Benedetto Marcello”, l’Orchestra di Grosseto, l’Orchestra del Friuli Venezia Giulia, l’Orchestra della Capitanata, la “Camerata Romanica”, la Filarmonica Bulgara di Plovdiv, l’Accademia di Tirana, Orchestra Filarmonica dell’Accademia delle Arti di Tirana, l’Orchestra da Camera “Tchaikovsky”, la Sinfonica “Rusia”, la UFRGS di Porto Alegre, l’Orchestra Sinfonica del Paranà, l’Orchestra del Teatro San Pedro di San Paolo, la Taconic Opera di New York.

Ha diretto il concerto finale del Concorso Internazionale di Composizione “2 agosto” - XIII e XIV edizione, 2007 e 2008 - in Piazza Maggiore a Bologna trasmesso su Radio3 e Rai3.

Dal 2004 dirige nei più prestigiosi teatri del Giappone quali New National Theatre di Tokyo, Tokyo Bunka Kaikan, Aichi Prefectural Theatre di Nagoya, Festival Hall di Osaka, Symphony Hall di Fukuoka, Kobe Kokusai Kaikan, Sapporo Hokkaido Kosei, con opere quali “La Traviata” e “Oberto, Conte di San Bonifacio” di Verdi, “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini , “Nina, ossia la Pazza per Amore” di Paisiello, “Alcina” di Haendel, “Il Matrimonio Segreto” di Cimarosa, “La Finta Giardiniera” di Mozart.

Ha diretto in Argentina (Teatro Avenida de Mayo di Buenos Aires) Portogallo, Romania, Ungheria, Brasile (San Paolo, Curitiba, Porto Alegre) Spagna (Auditorium Nacional de Musica di Madrid) Repubblica Ceca (Teatro Nazionale “A.Dvorak” di Ostrava) Quatar, Albania (Teatro Nazionale di Opera e Balletto di Tirana, Palazzo dei Congressi, Orchestra da Camera di Tirana) Germania ( Spiegelgalerie des Konigsschlosses di Herrenchiemsee-Monaco) con la Prager Kammerorchester, U.S.A. (Taconic Opera di New York).

Ha inciso i CD: “L’Histoire du Soldat” di Stravinskij con Michele Mirabella (Nea) “Linda di Chamounix” di Donizetti (Dynamic) “Miserere”e“Le Serve Rivali” di Traetta (Nea) "Stabat Mater" di Logroscino (Nea) “Colombina e Pernicone” di Mancini e “La Serva Padrona” di Pergolesi (Kicco Music) “Dialoghi” e “Cristo-La Sua ora” (Velut Luna) “Agli ulivi e alla notte”, “Profili”, “Percorsi”, “Ispirazioni” (Nea), la colonna sonora de “L’amore ritorna” di Sergio Rubini e di “Ho voglia di te” di Luis Prieto, il dvd “Stabat Mater” di Pergolesi con Katia Ricciarelli (Jubilaeum Collection) e il dvd “Bach eterno” ( Planeta De Agostini). 

Il dvd “Le convenienze ed inconvenienze teatrali” di Donizetti per Bongiovanni è stato recensito come disco del mese (maggio 2010) da Classicvoice con cinque stelle e con l’indicazione di Seleccion per lo spagnolo Opera Actual. Il cd “Carosello”- omaggio a Raffaele Gervasio - per TACTUS è stato recensito con quattro stelle da “Le Monde de la Musique”. Ha oltre un centinaio di prime esecuzioni assolute all’attivo (Antonioni, Colla, Corghi, Ferrero, Festa). Ha effettuato registrazioni televisive e radiofoniche per RAI 1 (“Premio Barocco 2001” – “Katia e Mara verso Oriente”) TELEMONTECARLO (“Note di Natale”) RAI 1 e RAISAT (“Festival di Pasqua”) RAI 3, RETE 4 (“Il suono del Natale”- “Arie di Festa”) – CANALE 5 (“Gran Premio della Lirica”) RAI 1 dall’Anfiteatro Arena di Verona, RADIOTRE Suite. Ha diretto solisti quali Anna Caterina Antonacci, Ramin Bahrami, Fabio Bidini, Paolo Bordogna, Paata Burchuladze, Fiorenza Cedolins, Robert Cohen, Roberto De Candia, Donata D’Annunzio Lombardi, Fiamma Izzo D’Amico, Roberto Fabbriciani, Sonia Ganassi, Carlo Guelfi, Raina Kabaivanska, Fernando Portari, Bruno Praticò, Gloria Scalchi, Antonino Siragusa, Dimitra Theodossiou. Vincitore di concorso nazionale per titoli ed esami, è docente presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli.  

“L’orchestra suona molto bene, guidata da una bacchetta piena d’energia, frizzante ma con gusto, con un innato senso del passo teatrale più idoneo alle varie situazioni.” (“Le Convenienze ed Inconvenienze Teatrali” DVD - Elvio Giudici “Classicvoice”) “…para reflejar teatralmente el aspecto mas tierno de este mundo de locos se une la perfecta vertiente musical del espectaculo bajo la batuta del joven Vito Clemente” (“Le Convenienze ed Inconvenienze Teatrali” DVD – Marcelo Cervello “Opera Actual”) “Riascoltando l’esecuzione si rimane ancora più colpiti dalla qualità della direzione di Vito Clemente, il quale fa emergere in modo compiuto la sfaccettata umanità di questo melodramma semiserio donizettiano, capace di farci comprendere i punti di vista non solo di Linda e di Carlo, ma anche di Pierotto e di Antonio, del Prefetto e persino del Marchese. Clemente ottiene una prestazione viva e partecipe sia dal coro che dall’orchestra e accompagna i cantanti con una generosità di rubati tanto coraggiosa quanto ammirevole.” (“Linda di Chamounix” CD – Stephen Hastings “Musica”) “La sua è stata una guida calibrata che ha impresso all’opera il ritmo giusto, con variegate plasticità sonore che sostenevano le voci, in un quadro interpretativo in cui orchestra e cantanti rispecchiavano mirabilmente lo spirito elegantemente ironico e appassionato dell’azione teatrale.” (“Il Barbiere di Siviglia” – Nicola Sbisà “L’Opera”) “…sul podio Vito Clemente cesella gli andamenti ritmici: una direzione elastica, sfumata, briosa e molto italiana” (“Il Barbiere di Siviglia” - Luca Del Fra’ “L’Opera”) “Ammirevole per maturità interpretativa, scelta dei tempi, rapporto tra orchestra e voci, la direzione di Vito Clemente, uscito doppiamente vincitore di una prova da far tremare” (“La Traviata” - Giovanni Carli Ballola “L’Espresso”) “... è riuscito a cavare dall’Orchestra e dal Coro un suono ed un respiro sorprendentemente e coerentemente naturali”(“La Traviata” - Guido Barbieri “La Repubblica”) “…fin dal Preludio sa ottenere pienezza di suono e respiro sinfonico... Nell’accompagnare i cantanti rivela una notevole conoscenza del mestiere, regolando le sonorità orchestrali a seconda delle voci ma venendo anche in primo piano con delicate annotazioni.(“La Traviata” - Mauro Mariani “L’Opera”) “... guida in una lettura che vale senza dubbio un viaggio prima che inizi uno molto lungo alla volta del Giappone” (“La Traviata” - Patrik Pen “Il Tempo”) “Si conferma direttore attento e puntuale Vito Clemente che guida l’orchestra del teatro con vigore, è sicuro nello stacco dei tempi e nella scelta dei timbri e, soprattutto, personalizza la partitura che interpreta con nitidezza, la stessa che, dopo l’intervallo caratterizza la suggestiva introduzione di Cavalleria” (“Il Tabarro”/”Cavalleria Rusticana” – Stello Vadalà - “La Sicilia”) “… palcoscenico pieno di energia ed espressività ed orchestra sicura ed impeccabile sotto la guida di Vito Clemente” (“Il Matrimonio Segreto” - Reiko Sekine “On Stage” – Japan) “…guida l’orchestra brillantemente, con vitalità ritmica e morbidezza sonora ad un tempo, riuscendo a rendere fluido ed avvincente il tutto per l’entusiasmo del pubblico” (“La Finta Giardiniera” – Tadashi Isoyama “Mainiti shinbunn”) “Direzione piena di vitalità, espressività e dalle mille sfaccettature. Balance perfetto, ritmo incalzante, lirismo morbido coesistevano sempre insieme. Esecuzione musicalmente esaltante:il tempo è volato” (“La Finta Giardiniera” – Hiroo Toujyo “Tokyo FM”) “Avvincente la direzione di Vito Clemente, coerente e teatralissima ma anche molto sfumata sia nei tempi sia nella dinamica, attenta a mettere in luce il finissimo reticolo tematico della partitura e sempre rispettosa delle voci, mai prevaricate” (“Tosca” - Aldo Genua Lemene “Operaclick”) “…ha dato precisione e momenti preziosi” (“Linda di Chamounix” - Lorenzo Arruga “Il Giornale”) “Comecemos pelo mai interessante, a orquestra. Poucos maestros entendem que opera è diferente de concerto, essa arte exige una sonoridade peculiar. Vito Clemente conseguiu captar a sonoridade ideal. A Orquestra soou perfeita, o homem acertou o mao. Seu ritmo combina com o dramatismo e a comicidade da obra, sem esagero, sonoridade e tempos impecaveis. (“Don Pasquale” - Ali Hassan Ayache) “… l’Orchestra guidata dalla mano sicura di uno straordinario Vito Clemente, sensibile alle geometrie dei singoli numeri dell’opera, scanditi secondo tempi agogicamente freschi e calibrati sulle esigenze della scena” (“L’Elisir d’Amore” - Cesare Questa “L’Opera”)

 

Submit to Facebook