ManuelaDiDonato

Manuela DI DONATO 

Docente bibliotecario



Manuela Di Donato è nata per caso a Senigallia ma ha trascorso, tra alterne vicende, gran parte della sua vita a Roma.

A 10 anni scopre la chitarra e inizia a studiare con passione prima a Pescara sotto la guida di Letizia Guerra e poi a Roma con Bruno Battisti D’Amario. Partecipa a vari corsi di perfezionamento musicale (Città di Castello, Pescara, Udine) e nel 1986 si diploma al Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara.
I suoi molteplici interessi la portano a conseguire nel 1988 con il massimo dei voti il diploma di laurea in Lettere all’Università La Sapienza di Roma con una tesi in Storia della musica (relatore Pierluigi Petrobelli) e a frequentare la Scuola vaticana di Biblioteconomia dove si diploma nel 1991.
In quegli anni di studio intenso inizia una collaborazione che continua ancora oggi con l’Istituto di Bibliografia Musicale di Roma.

Nel 1989 partecipa all’XI Corso di catalogazione dei codici liturgici musicali organizzato dall’Istituto e successivamente inizia un’attività di censimento e catalogazione di manoscritti e stampe musicali. In particolare: catalogazione del Fondo musicale dell’Arciconfraternita di San Giovanni dei Fiorentini in Roma e ricerca del materiale archivistico; censimento e catalogazione delle stampe musicali dell’Archivio del Vicariato di Roma (impresa finanziata dal Ministero dei Beni Culturali). Il lavoro è confluito in L'Archivio musicale della Basilica di San Giovanni in Laterano, a cura di Giancarlo Rostirolla, Roma 2002 e in Saverio Franchi, Annali della stampa musicale romana dei secoli XVI-XVIII, vol. I: Edizioni di musica pratica dal 1601 al 1650, Roma 2006.

La sua ultima fatica, I beni musicali di Roma e del Lazio, Roma 2009, curato con Giancarlo Rostirolla, è il frutto di un pluriennale lavoro di mappatura di beni musicali conservati nel Lazio.

Nel 1989 è addetto stampa al Festival di Musica antica di Urbino, nel 1992 allestisce a Palestrina una mostra bio-bibliografica dedicata al maestro della Cappella Sistina Ruggero Giovannelli nell’ambito di un convegno di studi a lui dedicato.

Dal 1987 al 1989 è supplente di Educazione musicale presso alcuni istituti romani; contemporaneamente non trascura i concorsi e nel 1991 ottiene l’abilitazione per l’insegnamento dell’Educazione musicale nella scuola media con bando di concorso ordinario per titoli ed esami e l’anno successivo l’idoneità nel concorso pubblico nazionale a posti di Bibliotecario nei Conservatori di musica e l’inserimento nella graduatoria nazionale del concorso.

Nel 1990, grazie al Corso per Operatori musicali organizzato dalla Scuola di musica di Fiesole frequentato l’anno prima, entra in contatto con l’Ufficio Stampa dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia dove collabora fino al 1995 come assistente del Capo Ufficio Stampa, occupandosi di pubbliche relazioni, attività di promozione pubblicitaria, realizzazione di programmi di sala e pubblicazioni a carattere vario.
A questa attività affianca dal 1988 al 1994 una serie di collaborazioni con la RAI in qualità di autrice, regista e conduttrice. Su Radio 1 si occupa di handicap, emarginazione e problemi sociali con il programma Noi come voi curato per diverse stagioni, su Radio 3 realizza invece i seguenti programmi musicali: Sogni e favole io fingo: aspetti dei teatro metastasiano (12 puntate) e Viaggio in Italia. Cronache musicali ed altro (10 puntate).

Nel 1995 si apre una nuova parentesi della sua vita. L’amore per i libri, oltre che per la musica, la fa assumere come redattrice dall’Editalia, dove cura fra le tante edizioni di pregio anche la redazione del primo volume dell’Edizione Nazionale delle opere di Giovanni Pierluigi da Palestrina: Missarum Liber Primus, Roma 2002.

Dal 2009 è Docente Bibliotecario presso il Conservatorio Nino Rota di Monopoli.

Submit to Facebook